Economia comportamentale: le decisioni irrazionali sono determinate da fattori biologici?

Gli individui optano spesso per delle scelte irrazionali nelle decisioni di carattere economico, possono queste essere determinate da fattori biologici?

ID Articolo: 107993 - Pubblicato il: 13 marzo 2015
Economia comportamentale: le decisioni irrazionali sono determinate da fattori biologici?
Messaggio pubblicitario SFU 2022

Non sempre si può dire che l’uomo sia un animale assolutamente razionale, e l’evidenza della sua fallacia ci viene data soprattutto dall’ambito di studi riguardante la Psicologia e il Marketing. In particolare è grazie alla nascita dell’Economia comportamentale che sono stati messi in luce tutti gli errori e le scelte irrazionali che gli uomini compiono nel prendere decisioni a carattere economico.

Inizialmente queste scelte irrazionali sono state spiegate in base a fattori sociali e culturali, passando poi alle spiegazioni di carattere anatomico degli studi di Neuromarketing.

In un recente studio invece, un’equipe di ricercatori, analizzando il comportamento di alcuni primati di fronte a una scelta di natura economica, ha cercato di comprendere se alla base di questi comportamenti irrazionali vi fosse l’influenza di fattori biologici. Per scoprire i risultati dello studio vi proponiamo la lettura dell’articolo originale.

 

In una società, all’interno della quale gli agenti economici sono abituati, sino dalla giovane età, ad interagire sul mercato, è intuitivo identificare in tale esposizione la fonte primaria dei meccanismi irrazionali riscontrati nelle attività decisionali. Ed in parte ciò può costituire una valida spiegazione. Tuttavia, secondo quanto emerso dalle più recenti ricerche, l’origine di tali distorsioni sembrerebbe affondare le proprie radici nella composizione biologica stessa dell’essere umano.

 

ABSTRACT:

Humans exhibit framing effects when making choices, appraising decisions involving losses differently from those involving gains. To directly test for the evolutionary origin of this bias, we examined decision-making in humans’ closest living relatives: bonobos (Pan paniscus) and chimpanzees (Pan troglodytes). We presented the largest sample of non-humans to date (n = 40) with a simple task requiring minimal experience. Apes made choices between a ‘framed’ option that provided preferred food, and an alternative option that provided a constant amount of intermediately preferred food. In the gain condition, apes experienced a positive ‘gain’ event in which the framed option was initially presented as one piece of food but sometimes was augmented to two. In the loss condition, apes experienced a negative ‘loss’ event in which they initially saw two pieces but sometimes received only one. Both conditions provided equal pay-offs, but apes chose the framed option more often in the positive ‘gain’ frame. Moreover, male apes were more susceptible to framing than were females. These results suggest that some human economic biases are shared through common descent with other apes and highlight the importance of comparative work in understanding the origins of individual differences in human choice.

DOWNLOAD ORIGINAL PAPER

 

Economia comportamentale: le decisioni irrazionali sono determinate da fattori biologici?Consigliato dalla Redazione

Economia comportamentale: le decisioni irrazionali sono determinate da fattori biologici?
Esistono svariati esempi circa le distorsioni irrazionali degli individui impegnati nel prendere decisioni di carattere economico: qual è l’influenza del fattore biologico in tale fenomeno? (…)

Tratto da: Smartweek

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Tutti gli Articolo di State of Mind su Psicoeconomia

Musica e marketing. Come ciò che ascoltiamo influenza le nostre scelte
Psicologia

Musica e marketing. Come ciò che ascoltiamo influenza le nostre scelte

Se risulta indubbio l’effetto positivo della musica sulla propensione all’acquisto, va però detto che la scelta della musica da utilizzare è determinante e pertanto non può essere lasciata al caso.    Immaginiamo questa scena: siamo in un negozio, osserviamo le merci esposte, scegliamo un prodotto e ci dirigiamo alla cassa.

Effetti degli influencer sul consumo di cibo ipercalorico dei bambini
Psicologia

Effetti degli influencer sul consumo di cibo ipercalorico dei bambini

Molti bambini dichiarano di fidarsi molto di più delle opinioni e raccomandazioni di un influencer rispetto a quelle di una pubblicità televisiva, motivo per cui spesso i vlogger sono pagati da alcuni marchi per far apparire i loro prodotti sui social media.   Introduzione  Gli aumenti globali dell’obesità infantile sono

Il potere dei colori nella scelta di una meta: Instagram e destinazioni
Psicologia

Il potere dei colori nella scelta di una meta: Instagram e destinazioni

Lo studio di Yu, Xie e Wen (2020) ha analizzato le pratiche e le tecniche applicate su Instagram relative all’utilizzo dei colori nelle fotografie, per scoprire come la cromatura, la leggerezza e la tonalità delle foto influenzino la popolarità dei post in relazione al turismo.   Il marketing attraverso Instagram

Nag Factor: le strategie del bambino-consumatore
Psicologia

Nag Factor: le strategie del bambino-consumatore

Il concetto di Nag Factor o “Pester Power”, definito in italiano “Fattore Assillo” è uno dei temi più importanti del campo pubblicitario.   Descritto come l’abilità del bambino di tormentare i suoi genitori (McDermott, 2006 e Goldstein, 1999), il Nag Factor si esplicita durante l’infanzia e la prima adolescenza per

Psicologia del denaro: esistono soldi zen? Pensieri limitanti sul connubio denaro-spiritualità
Psicologia

Psicologia del denaro: esistono soldi zen? Pensieri limitanti sul connubio denaro-spiritualità

È la psicologia del denaro ciò che determina la relazione con la ricchezza, la quale dipende in particolare dalle nostre credenze.   Adriano Tilgher, giornalista e pubblicista dei primi del ‘900, nel suo saggio Homo Faber, scrive: ‘‘È facile deridere l’imprenditore o l’uomo d’affari, che da mane a sera si

Un’amicizia da Nobel. Kahneman e Tversky, l’incontro che ha cambiato il nostro modo di pensare (2017) di Michael Lewis – Recensione del libro
Psicologia

Un’amicizia da Nobel. Kahneman e Tversky, l’incontro che ha cambiato il nostro modo di pensare (2017) di Michael Lewis – Recensione del libro

Un’amicizia da Nobel (edito da Cortina nella collana diretta da Giulio Giorello) è il felice racconto della genesi e dello sviluppo delle ricerche di Kahneman e Tversky, i due ideatori della “economia comportamentale”.    L’autore è Michael Lewis, saggista e giornalista statunitense, che ha scritto un libro molto godibile, con

Il ‘Mental Accounting’ nell’attuale contesto economico
Attualità Psicologia

Il ‘Mental Accounting’ nell’attuale contesto economico

Nel mental accounting il denaro viene nettamente separato: una prima componente è pressoché intoccabile, una seconda viene utilizzata con maggiore leggerezza. Quest’ultima circostanza attualmente è quanto mai evidente: in periodi di incertezza si accresce la domanda di moneta per scopi precauzionali.   Introduzione: il contesto di riferimento Sono tempi duri

Economia e Neuroscienze, un connubio perfetto
Neuroscienze Psicologia

Economia e Neuroscienze, un connubio perfetto

Le continue evoluzioni in ambito tecnologico hanno permesso al neuromarketing di svilupparsi e insediarsi in molti settori chiave, alcuni inaspettati. Ecco un quadro della sua ascesa.   Negli anni si è studiato come il processo decisionale di acquisto attuato dall’uomo non si possa definire consapevole. La volontà di acquistare prodotti

Società ipertestualizzata: l’esempio del QR code
Psicologia

Società ipertestualizzata: l’esempio del QR code

Il funzionamento del QR code, esempio dell’ipertestualità della Rete, è quella di collegamento immediato del mondo analogico a quello della Rete.   La tecnopsicologia è una branca di ricerca, che unisce due campi teorici: la psicologia e le nuove tecnologie. La tecnopsicologia, infatti, si pre-occupa di studiare come la connessione

Il lato non razionale dei mercati finanziari: i principali bias degli investitori
Psicologia

Il lato non razionale dei mercati finanziari: i principali bias degli investitori

Si tende a pensare che nel campo dei mercati finanziari gli individui tendano ad essere estremamente razionali, ma la maggior parte degli studi ha fornito una prova dell’esistenza di bias che influenzano gli investitori durante i processi decisionali.   Lo studio dei mercati finanziari, nel corso del tempo, ha dato

Can Yaman, marketing, teoria del contatto para-sociale e differenze di genere
Attualità Psicologia

Can Yaman, marketing, teoria del contatto para-sociale e differenze di genere

Dato che l’ambiente del marketing è altamente competitivo, i prodotti dei marchi vengono inseriti all’interno di serie tv, come quella in cui recita l’attore Can Yaman, in modo da promuoverli efficacemente.   C’è stato un tempo in cui digitando la parola “can” in rete ne seguivano risultati riguardanti il verbo

Digital sensory marketing: coinvolgere il consumatore attraverso esperienze multisensoriali – Psicologia Digitale
Attualità Psicologia

Digital sensory marketing: coinvolgere il consumatore attraverso esperienze multisensoriali – Psicologia Digitale

Il sensory marketing utilizza i sensi per creare esperienze che legano i consumatori al prodotto o al brand; queste esperienze generano credenze, emozioni, comportamenti che guidano il consumatore e le sue intenzioni di acquisto. PSICOLOGIA DIGITALE – (Nr.12) Digital sensory marketing: coinvolgere il consumatore attraverso esperienze multisensoriali   Cos’è il

Neuroscienze, neuromarkenting e studi sul decision-making – Intervista al Prof. Davide Rigoni
Attualità Neuroscienze

Neuroscienze, neuromarkenting e studi sul decision-making – Intervista al Prof. Davide Rigoni

Qualsiasi elemento dell’ambiente potenzialmente può influenzare le nostre scelte. Il neuromarketing si dimostra efficace perché permette di intercettare alcuni processi decisionali e di orientare i consumatori.   Davide Rigoni, Ph.D., è fondatore di ICENSE, società di neuroscienze applicate al business ed è docente di Neuromarketing e Management Psychology alla Hult

L’importanza del packaging nella selezione dei prodotti alimentari
Psicologia

L’importanza del packaging nella selezione dei prodotti alimentari

Il modo in cui un prodotto commerciale, e nello specifico uno di tipo alimentare, viene presentato, influisce sulla decisione del consumatore di acquistarlo, in quanto aiuta ad evitare di portare sulla propria tavola cibi che contrastano con la propria filosofia alimentare.    Ogni confezione fornisce, infatti, una serie di informazioni

La pubblicità basata sulle emozioni: il marketing ai tempi del Covid-19
Attualità Psicologia

La pubblicità basata sulle emozioni: il marketing ai tempi del Covid-19

La lotta al Covid-19 prosegue, nel contesto italiano, utilizzando nuovi canali comunicativi, come quello degli spot pubblicitari.   Esplicativo è il caso dello spot del brand Barilla che risulta essere un inno all’Italia che resiste. Nello spot pubblicitario, si nota immediatamente come il prodotto Barilla assuma un ruolo di secondo piano,

La correlazione che non ci si aspetta: come gli stili di attaccamento influenzano le decisioni finanziarie
Psicologia

La correlazione che non ci si aspetta: come gli stili di attaccamento influenzano le decisioni finanziarie

Un recente studio si propone di comprendere se e come l’attaccamento romantico e la soddisfazione finanziaria siano in relazione tra loro. Esiste una correlazione?   È ormai risaputo quanto gli stili di attaccamento (Bowlby, 1973) che si sviluppano nei primi anni di vita siano decisivi per ogni aspetto della personalità

Economia dell’informazione, economia dell’attenzione, economia esperienziale: un filo rosso
Attualità Psicologia

Economia dell’informazione, economia dell’attenzione, economia esperienziale: un filo rosso

L’Intelligenza Artificiale (IA) aiuta a condividere le informazioni circa la qualità e le caratteristiche di un bene e/o di quella esperienza, cosicché il consumatore può permettersi di valutare, con qualche certezza in più, anche ex ante le sue scelte di acquisto.   Nel presente contributo ipotizziamo che Economia dell’informazione, Economia

Il marketing e la comunicazione – Introduzione alla Psicologia
Psicologia

Il marketing e la comunicazione – Introduzione alla Psicologia

La comunicazione nel marketing svolge diverse funzioni: innanzitutto deve informare circa il prodotto da pubblicizzare, poi deve convincere e persuadere l’acquirente all’acquisto e lasciare una traccia in memoria che consente di selezionare il prodotto tra i tanti in commercio. Realizzato in collaborazione con la Sigmund Freud University, Università di Psicologia

E vissero felici e contenti – Arriva dal Giappone il fenomeno del consorte olografico
Attualità Psicologia

E vissero felici e contenti – Arriva dal Giappone il fenomeno del consorte olografico

Il Giappone ha un rapporto con il virtuale quantomeno inquietante, almeno secondo la cultura prevalente occidentale. Il problema è che la vocazione all’osmotica diade soggetto fisico-soggetto virtuale, tanto forte in Giappone, si sta esportando. Con la viralizzazione, tali fenomeni tracimano ogni confine.   Dal Giappone provengono i primi studi sugli

Razionali o irrazionali, questa è la questione
Psicologia

Razionali o irrazionali, questa è la questione

Robert Aumann ha recentemente proposto un’ipotesi innovativa sulla natura dei processi decisionali sostenendo che le persone sarebbero naturalmente portate ad adottare quelle regole, ereditate dall’evoluzione, che si sono rivelate efficaci nei contesti naturali di vita quotidiana per la sopravvivenza e pertanto “razionali”. In particolari contesti si generano tuttavia delle storpiature che

State of Mind © 2011-2022 Riproduzione riservata.

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario