Messaggio pubblicitario Master DA 2020

La dipendenza da sostanze spiegata in un video

ID Articolo: 108029 - Pubblicato il: 12 marzo 2015
La dipendenza da sostanze spiegata in un video
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

La dipendenza da sostanze, o tossicodipendenza viene descritta in questo efficace cortometraggio di animazione Nudget (2014) dello Studio Filmbilder

Il protagonista del breve video è un Kiwi (non il frutto, ma un tipo di uccello inadatto al volo tipico della Nuova Zelanda) che cammina lungo la linea dell’orizzonte. Trova un “nudget” (termine inglese per dire pepita,  o le famigerate crocchette di pollo fritto) per la strada e, incuriosito, lo assaggia.

L’effetto è esaltante, il kiwi letteralmente spicca il volo (e qui si spiega probabilmente la scelta di usare come protagonista un animale che normalmente non vola) e si pasce nel piacere dell’esperienza della sostanza.

Quel che accade dopo è spietatamente realistico: l’atterraggio da indolore che era la prima volta, diventa sempre più traumatico, il momento di intenso piacere tende  poco a poco a diminuire fino a scomparire del tutto. Il mondo circostante diventa via via più buio, tetro e triste. Le condizioni e l’aspetto del kiwi peggiorano a vista d’occhio, le sue energie vanno scomparendo, concentrandosi unicamente sulla ricerca del nugget (vedi: CRAVING). Il piacere e la sorpresa del primo originale incontro con la sostanza sono ormai scomparsi.

ARGOMENTI CORRELATI:

DIPENDENZEDROGHE E ALLUCINOGENI

 

ARTICOLI SULLE DIPENDENZE:

Il disturbo da uso di smartphone e il disturbo da uso di internet: quale associazione con il Big Five Model e l’I-PACE Model?
Psicologia

Il disturbo da uso di smartphone e il disturbo da uso di internet: quale associazione con il Big Five Model e l’I-PACE Model?

Si stima che 2.71 miliardi di persone nel mondo usino gli smartphone e che la diffusione di questo mezzo di comunicazione sia diventata considerevole a partire dall’uscita del primo iPhone sul mercato nel gennaio del 2007 (Montag & Diefenbach, 2018).   Nonostante molto spesso il suo utilizzo sia considerato in

La sindrome da Workaholism ai tempi del lavoro agile
Psicologia

La sindrome da Workaholism ai tempi del lavoro agile

Il periodo di quarantena ha modificato non solo il vissuto personale, ma anche le pratiche lavorative. Le aziende si sono trovate, quasi improvvisamente, a gestire l’emergenza organizzativa, approdando, in tempi rapidi, al lavoro agile o smartworking.   Ma questo lavoro agile è davvero così “intelligente” da migliorare il benessere di

Quando lo sport si trasforma in dipendenza
Psicologia

Quando lo sport si trasforma in dipendenza

Negli ultimi anni si riflette molto sull’incidenza che lo sport ha nella vita di una persona. L’attività fisica è solitamente connessa positivamente con salute e benessere; tuttavia, in alcuni casi lo sport può dar vita a una vera e propria dipendenza Virgilia Crescenzi – OPEN SCHOOL, Studi Cognitivi San Benedetto

Iperconnessione digitale e le possibili implicazioni psicopatologiche
Psicologia

Iperconnessione digitale e le possibili implicazioni psicopatologiche

La tecnologia, in particolare internet e i social network, hanno consentito di andare al di là dei confini geografici e di prendere parte, anche ad elevate distanze, a ciò che accade ad amici, parenti o conoscenti, in qualsiasi momento della giornata, ma può anche portare in alcuni casi allo sviluppo

Il Disturbo Borderline di Personalità e Il Disturbo da Uso di Sostanze: evidenze scientifiche di efficacia del trattamento DBT
Psicoterapia

Il Disturbo Borderline di Personalità e Il Disturbo da Uso di Sostanze: evidenze scientifiche di efficacia del trattamento DBT

Numerosi studi hanno mostrato una comorbilità tra disturbo da uso di sostanze e disturbo borderline di personalità. Quale sarà con questi pazienti l’efficacia del trattamento DBT e DBT-DUS, un adattamento del trattamento DBT standard? Ornella Lastrina, OPEN SCHOOL Studi Cognitivi Modena   La DBT e il modello bio sociale La

Ansia sociale e consumo di sigarette
Psicologia

Ansia sociale e consumo di sigarette

Nonostante i rischi associati al consumo di sigarette siano spesso ben noti, intraprendere e mantenere nel tempo la decisione di smettere di fumare può essere difficile.   Ciò può essere ancor più difficile per le persone che soffrono di ansia sociale, le quali mostrano maggiori livelli di dipendenza da nicotina

La storia di Andrea: il Disturbo da Uso di Stimolanti – Modelli teorici e caso clinico
Psicoterapia

La storia di Andrea: il Disturbo da Uso di Stimolanti – Modelli teorici e caso clinico

La presentazione di tale storia all’attenzione dei colleghi è mossa dal tentativo di colmare il gap nella letteratura clinica delle dipendenze circa il trattamento psicoterapeutico della dipendenza da uso di stimolanti (cocaina).   Il caso che verrà presentato, in maniera discorsiva, deve essere contestualizzato: si tratta di un trattamento cognitivo-comportamentale

Binge-watching: quali motivazioni?
Psicologia

Binge-watching: quali motivazioni?

Le differenze individuali relative ai tratti psicologici influenzano il modo e l’intensità con cui si ricorre all’utilizzo dei media. Shim e Kim (2018) si sono focalizzati sui tratti psicologici che moderano le motivazioni alla base del binge watching.    Il progresso e la diffusione delle tecnologie di comunicazione delle informazioni

The Gambler, il giocatore d’azzardo – Recensione
Psicologia

The Gambler, il giocatore d’azzardo – Recensione

The Gambler è considerato un remake di un film degli anni Settanta dallo stesso titolo originale, conosciuto in Italia come “40.000 dollari per non morire”.   La prima versione del film, famoso successo americano di Karel Reisz del 1974, è apprezzata per l’ottima performance del protagonista, James Caan, massicciamente lodata

La validità dell’ipotesi di automedicazione di Khantzian nelle new addictions
Psicologia

La validità dell’ipotesi di automedicazione di Khantzian nelle new addictions

Le dipendenze patologiche e le new addictions hanno varie caratteristiche in comune. Le ricerche scientifiche indicano come sia sempre maggiormente credibile l’ipotesi che nelle dipendenze senza uso di sostanze, così come nelle tossicodipendenze, il comportamento messo in atto da chi ne soffre sia un tentativo di automedicamento. Cosa hanno in

Discriminazione sessuale e abuso di sostanze
Psicologia

Discriminazione sessuale e abuso di sostanze

Sembra che chi fa parte di una cosiddetta “minoranza sessuale” ha un rischio significativamente maggiore di fare uso o di abusare di alcol e sostanze stupefacenti rispetto agli eterosessuali. A cosa è dovuto? La teoria del minority stress.   I Disturbi da Uso di Sostanze interessano circa 20 milioni di

Dipendenza affettiva, tratti ansiosi e stile di attaccamento
Psicologia

Dipendenza affettiva, tratti ansiosi e stile di attaccamento

Una recente ricerca ha indagato alcune specificità della Love Addiction, in particolare la relazione tra Love Addiction ed ansia di stato, nonché tra Love Addiction e stile relazionale ansioso. Infatti l’ansia, secondo il modello teorico suggerito da Sassaroli (Fiore, Ruggiero & Sassaroli, 2013), sembrerebbe essere un fattore importante nel funzionamento

28 Days: i temi dolorosi e la dipendenza patologica – La LIBET nelle narrazioni
Psicologia Psicoterapia

28 Days: i temi dolorosi e la dipendenza patologica – La LIBET nelle narrazioni

28 Giorni è una commedia drammatica degli anni 2000 che tratta principalmente il tema della dipendenza (alcolismo e tossicodipendenza) La protagonista è l’attrice Sandra Bullock nella veste di Gwen, scrittrice di successo che ama vivere la vita superando i limiti, perdendosi nella città di Newyork per locali, tra una festa e l’altra.

Social delle mie brame: chi è il più bello del reame?
Psicologia

Social delle mie brame: chi è il più bello del reame?

Parallelamente alla diffusione di internet e dei social media si sta verificando una tendenza ad un uso eccessivo o inadeguato di queste tecnologie che può portare allo sviluppo di una nuova dipendenza, quella da Internet. Le numerose ricerche che si sono concentrate sull’Internet Addiction hanno evidenziato i costrutti maggiormente legati a

Sport estremi: strumento di regolazione emotiva o dipendenza?
Psicologia

Sport estremi: strumento di regolazione emotiva o dipendenza?

Sembra che praticare sport estremi possa aiutare alcuni soggetti a rinforzare il proprio senso di agency e a regolare le emozioni. Tuttavia, non è raro che questi sportivi sviluppino una dipendenza da attività estreme. Alberto Morandi e Marta Venturini – OPEN SCHOOL, Psicoterapia Cognitiva e Ricerca Bolzano   Gli sport

L’ecstasy o MDMA può avere effetti terapeutici?
Psicologia Psicoterapia

L’ecstasy o MDMA può avere effetti terapeutici?

L’ecstasy o etilenediossimetanfetamina (MDMA) è una droga illegale in Italia, tuttavia alcuni ricercatori sostengono che il suo utilizzo in ambito psichiatrico possa essere utile per alcuni disturbi mentali.   Per quel che riguarda gli effetti che provoca a coloro che la consumano, si denota principalmente un aumento dell’energia percepita e

L’abuso di alcol nella schizofrenia e nel disturbo schizoaffettivo
Psichiatria Psicologia

L’abuso di alcol nella schizofrenia e nel disturbo schizoaffettivo

In un recente studio è stata esplorata la possibile eziologia alla base della comorbilità tra disturbi psicotici e abuso di alcol, valutando l’efficacia dei trattamenti farmacologici usati per trattare il disturbo da uso di alcol in soggetti con presenza di schizofrenia o disturbo schizoaffettivo   La schizofrenia e il disturbo

Loot Boxes: quando i videogames rischiano di diventare gioco d’azzardo
Attualità Psicologia

Loot Boxes: quando i videogames rischiano di diventare gioco d’azzardo

Le Loot Boxes sono dei pacchetti premio, dal contenuto segreto, all’interno dei videogames che possono essere acquistati attraverso soldi o punti ottenuti nell’ottica di migliorare l’esperienza di gioco. Numerosi studiosi hanno notato come le Loot Boxes condividano numerose caratteristiche strutturali e meccanismi psicologici con il gioco d’azzardo.   Probabilmente il

Amy – The girl behind the name (2015) – La LIBET nelle narrazioni
Psicopedia Psicoterapia

Amy – The girl behind the name (2015) – La LIBET nelle narrazioni

Una bella ragazza giovane, esuberante, con molto talento per la musica. La conosco quattro anni dopo la sua morte, avvenuta nel 2011 ad appena 27 anni, con il film documentario Amy – The girl behind the name di Asif Capadia. La LIBET nelle narrazioni – (Nr.1) Amy – The girl

L’utilizzo della Stimolazione Transcranica a Correnti Dirette (tDCS) nei disturbi da uso di sostanze
Neuroscienze Psicologia

L’utilizzo della Stimolazione Transcranica a Correnti Dirette (tDCS) nei disturbi da uso di sostanze

Lo studio del cervello ha affascinato gli scienziati di ogni epoca e gli effetti della corrente su di esso sono stati oggetto di un immenso interesse scientifico e non. Negli ultimi anni, la tDCS è stata sempre più utilizzata nella ricerca clinica psichiatrica ed in quella neuroscientifica di base con

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 7, media: 4,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario