expand_lessAPRI WIDGET

Prevenzione dei suicidi su Facebook, un nuovo servizio

Se un utente vede nel suo feed di notizie un aggiornamento di stato particolarmente preoccupante, potrà segnalarlo a Facebook per un eventuale intervento...

Di Flavio Ponzio

Pubblicato il 27 Feb. 2015

Facebook ha da poco avviato una nuova iniziativa per la prevenzione dei suicidi, per adesso attiva solamente negli Stati Uniti e poi più avanti, nel caso si dimostrasse efficace, da estendere gradualmente agli altri paesi. 

Il funzionamento  è semplice: se un utente vede nel suo feed di notizie un aggiornamento di stato particolarmente preoccupante, potrà segnalarlo a Facebook in modo che il servizio di prevenzione possa valutarlo e decidere se contattare l’autore del post.

In caso di intervento, l’autore del post vedrebbe comparire un messaggio di questo tipo:

[blockquote style=”1″]Ciao, un tuo amico pensa che tu stia attraversando un momento difficile e ci ha chiesto di dare un’occhiata al tuo recente aggiornamento di stato[/blockquote]

Nel caso l’utente scelga di proseguire nell’interazione si propongono 2 azioni:

[blockquote style=”1″]Cosa vuoi fare? Sei importante per noi, per questo vogliamo offrirti aiuto se ne hai bisogno. Non sei solo – Contattiamo molte persone ogni mese per questo motivo. Cosa vuoi fare? [/blockquote]

Prevenzione suicidio facebook

 

Il comunicato stampa di Facebook riguardo al progetto di prevenzione dei suicidi:

[blockquote style=”1″]Keeping you safe is our most important responsibility on Facebook. Today, at our fifth Compassion Research Day, we announced updated tools that provide more resources, advice and support to people who may be struggling with suicidal thoughts and their concerned friends and family members. We worked with mental health organizations Forefront, Now Matters Now, the National Suicide Prevention Lifeline, Save.org and others on these updates, in addition to consulting with people who had lived experience with self-injury or suicide. One of the first things these organizations discussed with us was how much connecting with people who care can help those in distress. If someone on Facebook sees a direct threat of suicide, we ask that they contact their local emergency services immediately. We also ask them to report any troubling content to us. We have teams working around the world, 24/7, who review any report that comes in. They prioritize the most serious reports, like self-injury, and send help and resources to those in distress. For those who may need help we have significantly expanded the support and resources that are available to them the next time they log on to Facebook after we review a report of something they’ve posted. Besides encouraging them to connect with a mental health expert at the National Suicide Prevention Lifeline, we now also give them the option of reaching out to a friend, and provide tips and advice on how they can work through these feelings. All of these resources were created in conjunction with our clinical and academic partners. We’re also providing new resources and support to the person who flagged the troubling post, including options for them to call or message their distressed friend letting them know they care, or reaching out to another friend or a trained professional at a suicide hotline for support. These updates will roll out to everyone who uses Facebook in the U.S. over the next couple of months. We’re also working to improve our tools for those outside the U.S.[/blockquote]

(Facebook Safety Blog post, 25 Febbraio 2015)

 

VIDEO:

ARTICOLI SUL TEMA DEL SUICIDIO
Adolescenti e crisi della salute mentale: cosa è cambiato
La crisi della salute mentale tra gli adolescenti statunitensi
Il declino della salute mentale tra gli adolescenti si è intensificato con la pandemia, al punto che negli Stati Uniti si parla di emergenza nazionale
Suicidio e prevenzione: l'uso di tecnologie d' informazione e comunicazione
Prevenzione della suicidalità tramite l’uso di tecnologie d’ informazione e comunicazione
Nell'ultimo periodo è progredito rapidamente l'uso di strumenti tecnologici adibiti alla comunicazione e lo scambio di dati nella prevenzione del suicidio
Ideazione suicidaria, sconfitta ed entrapment: traiettorie fino a 12 mesi
Sconfitta, entrapment e ideazione suicidaria: quale relazione?
La previsione di ideazione suicidaria, tentativi e decessi è ancora insufficiente: servono più dati prospettici per far luce sui potenziali percorsi causali
Suicidio post dimissioni ospedaliere: valutazione del rischio e prevenzione
Suicidio post-dimissioni ospedaliere: è possibile prevenirlo?
Una valutazione accurata del rischio suicidario e del contesto di reinserimento del paziente sono fondamentali per prevenire i suicidi post-ricovero
Il rischio di suicidio (2022) di Maurizio Pompili - Recensione del libro
Il rischio di suicidio (2022) di Maurizio Pompili – Recensione
Il libro "Il rischio di suicidio" parte dal presupposto che alla base del fenomeno suicidario c'è la ricerca di fermare un dolore mentale insopportabile
Il rischio di suicidio (2022) di Maurizio Pompili - Recensione del libro
Il rischio di suicidio. Valutazione e gestione (2022) di Maurizio Pompili – Recensione
'Il rischio di suicidio' pone il dolore mentale in primo piano: i soggetti non desiderano la morte ma allontanarsi da un dolore vissuto come insopportabile
Il rischio di suicidio Valutazione e gestione 2008 Recensione del libro Logo
Il rischio di suicidio. Valutazione e gestione (2022) di Maurizio Pompili – Recensione
"Il rischio di suicidio" evidenzia il carattere multidisciplinare del tema del suicidio, nella sua cruda tragicità, con costante attenzione all’emotività
Tentativi di suicidio: effetto dell'abuso sessuale e della dissociazione
L’effetto dell’abuso sessuale e della dissociazione sul tentativo di suicidio
Nello studio di Brokke et al. 2022 la dissociazione è risultata mediare una parte sostanziale della relazione tra abuso sessuale e tentativi di suicidio
La commare secca va in vacanza 2022 di Lara Luciano Recensione
La commare secca va in vacanza (2022) di Lara Luciano – Recensione
"La commare secca va in vacanza" narra la storia di una giovane donna con anoressia che, dopo aver tentato il suicidio, viene ricoverata in psichiatria
Suicidio infantile: i dati sulla prevalenza del fenomeno
La suicidalità nei bambini: un’emergenza da riconoscere
Nonostante la rilevanza del fenomeno del suicidio, che rimane una condizione difficilmente prevedibile, la sua presenza nei bambini è stata molto trascurata
Suicidio assistito o eutanasia tra i pazienti psichiatrici la letteratura
Il suicidio assistito nei pazienti psichiatrici: una revisione sistematica
I pazienti psichiatrici che hanno ottenuto o richiesto il suicidio assistito avevano spesso una sintomatologia grave con comorbidità psichiatriche e fisiche
Alessitimia, traumi infantili e rischio di suicidio: quale relazione
Alessitimia: quale relazione con traumi infantili e rischio suicidario
L'alessitimia è positivamente correlata con livelli più elevati di rischio suicidario e questo costrutto potrebbe mediare la relazione tra trauma e suicidio
Suicidio in carcere - l'importanza di potenziare le REMS e la psicoterapia
Suicidio in carcere e psicoterapia
Un detenuto sofferente in carcere -anziché in una REMS- vede aumentare il suo rischio di suicidio. Bisogna moltiplicare le REMS e i mezzi di cura necessari
Suicidio, ideazione suicidaria e caratteristiche della ruminazione collegate
Ruminazione e suicidio
Indagando i pensieri alla base dei tentativi di suicidio si è visto come la ruminazione sia potenzialmente legata alla messa in atto di comportamenti fatali
Suicidio consapevole e suicidio accidentale: l'istigazione sui social network
L’istigazione al suicidio in rete: suicidio consapevole ed accidentale
Tramite i social sono aumentati i casi di quello definibile come suicidio accidentale in cui lo scopo della vittima non è realmente togliersi la vita
Rischio di suicidio: il legame con la solitudine dopo un lutto improvviso
Il legame tra rischio di suicidio e solitudine dopo un lutto
La solitudine derivante da un lutto improvviso può essere un fattore di rischio per il suicidio in quanto il lutto improvviso stesso è un fattore di rischio
Suicidio tra i giovani: quali sono gli antecedenti e i segnali di allarme
Gli antecedenti del suicidio nei giovani
Sebbene spesso si pensi che il suicidio sia avvenuto "di punto in bianco", studi sui suicidi individuali riportano la presenza di alcuni segnali d’allarme
Suicidio e autolesionismo tra gli adolescenti il caso della serie tv Tredici
“13 Reasons Why” e autolesionismo tra gli adolescenti
Sebbene l’intento dei creatori della serie tv 'Tredici' fosse dei migliori, la letteratura sembra indicare un aumento dei casi di suicidio e autolesionismo
Il suicidio ricerche e best practice 2021 di Giacinto D Urso Recensione Featured
Il suicidio: ricerche e best practice (2021) di Giacinto D’Urso – Recensione del libro
Il libro Il suicidio descrive le cause organiche e neurofisiologiche del suicidio e i fattori legati a credere che il dolore insopportabile non possa finire
Uno Psicoanalista sul cammino di Santiago di Carlo Arrigone Recensione Featured
Uno psicoanalista sul cammino di Santiago (2021) di Carlo Arrigone – Recensione del libro
'Uno psicoanalista sul cammino di Santiago' è il racconto, intenso e commovente, del resposabile di una comunità per ragazze con Disturbo Borderline
Si parla di:
Categorie
SCRITTO DA
Flavio Ponzio
Flavio Ponzio

Direttore operativo di State of Mind

Tutti gli articoli
cancel