Centri Clinici

Parlare del più e del meno. Perché è così faticoso se sei introverso?

Secondo la giornalista Jennifer Granneman gli introversi nelle conversazioni spicciole esperiscono una sorta di sensazione di "batteria scarica".

ID Articolo: 117641 - Pubblicato il: 01 febbraio 2016
Parlare del più e del meno. Perché è così faticoso se sei introverso?
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

È esperienza comune della vita di molti di noi aver provato imbarazzo e malcelata insofferenza nel trovarci intrappolati in situazioni interpersonali di cui avremmo fatto volentieri a meno, con persone che non conosciamo bene o con cui non troviamo particolarmente stimolante scambiare opinioni e confidenze.
Per ovviare allo spiacevole disagio che tali situazioni portano con sé, spesso cerchiamo, con alterna convinzione ed efficacia, di imbastire faticosamente un dialogo estemporaneo per non apparire maleducati, disinteressati o per non doverci confrontare con l’”horror vacui” comunicativo che aumenta la nostra percezione di disagio.

Messaggio pubblicitario Gli argomenti di discussione “passpartout” che estraiamo dal nostro cilindro e con i quali cerchiamo di scardinare la porta di imbarazzante silenzio con le persone vicine a noi sono ben noti: le condizioni metereologiche, il lavoro, la politica ecc.
Per le persone maggiormente introverse, trovarsi a parlare “del più e del meno” in situazioni di scarsa confidenza può essere una condizione ancora più spiacevole.
La giornalista Jennifer Granneman, in un articolo pubblicato sul sito Quite Revolution, ipotizza quali possano essere le motivazioni che mettono in crisi gli introversi davanti alle conversazioni spicciole, che non sarebbero colpevoli di metterli semplicemente in forte imbarazzo, ma anche di lasciarli con una sorta di sensazione di “batteria scarica”…

In reality, most introverts are drained by small talk because it feels fake and meaningless. When you exchange pleasantries or chat about the weather to avoid silence, you don’t learn anything new or gain a better understanding of your conversation partner. Psychologist Laurie Helgoe, author of Introvert Power: Why Your Inner Life Is Your Hidden Strength, argues that small talk actually blocks honest interaction. “Introverts do not hate small talk because we dislike people,” she writes in her book. “We hate small talk because we hate the barrier it creates between people.”

5 Ways to Make Small Talk More Meaningful

Consigliato dalla Redazione

Parlare del più e del meno. Quanta fatica se sei introverso

Do you dread small talk? Here are 5 surefire tips for introverts on how to survive small talk and turn it into something worthwhile. (…)

Tratto da: Quiet Revolution

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Tutti gli articoli su: Rapporti interpersonali

Adolescenti e musica. Un rapporto stretto che aiuta il processo di crescita
Psicologia

Adolescenti e musica. Un rapporto stretto che aiuta il processo di crescita

Ascoltare musica ha per gli adolescenti un grande valore sociale. Ascoltare la stessa musica fa sentire parte di un gruppo e il genere musicale che si condivide con il proprio gruppo finisce per diventare una parte del nostro senso di identità.   Una vita senza musica sarebbe come una primavera

La Demenza a Corpi di Lewy. Meccanismi patogenetici, caratteristiche cliniche, strumenti diagnostici e terapeutici
Neuroscienze

La Demenza a Corpi di Lewy. Meccanismi patogenetici, caratteristiche cliniche, strumenti diagnostici e terapeutici

La Demenza a Corpi di Lewy (Dementia with Lewy Bodies, DLB) è considerata attualmente la seconda forma più comune di demenza su base degenerativa dopo la Demenza di Alzheimer. Eliana Berra – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi Milano   La diagnosi di Demenza a Corpi di Lewy (DLB), soprattutto nelle fasi

Genitorialità e generatività: cosa vuol dire essere genitori adottivi?
Psicologia

Genitorialità e generatività: cosa vuol dire essere genitori adottivi?

Cosa vuol dire nello specifico divenire genitori adottivi? Con l’adozione la coppia riuscirà a rielaborare il concetto di genitorialità, crescere quel bambino, sentirlo come figlio proprio ed accettarlo come tale.   Capita spesso che all’interno della stessa comunità sociale convivono più forme di famiglia ed è per questo che si parla

Ipnosi e integrazioni delle parti dissociate: verso una psicoterapia integrata
Psicoterapia

Ipnosi e integrazioni delle parti dissociate: verso una psicoterapia integrata

Attraverso l’ipnosi ho dato prima la possibilità a Marta di accedere ad un’immagine di sé come forte ed efficace per poi procedere alla rivisitazione dell’episodio traumatico favorendo l’ingresso nella scena della Marta adulta.   Gli ultimi decenni ci hanno insegnato molto sulla psicoterapia. Stiamo assistendo a una vera e propria rivoluzione

Buone ragioni per stare male. La nuova frontiera della psichiatria evoluzionistica (2020) di Randolph M. Nesse – Recensione
Psicologia

Buone ragioni per stare male. La nuova frontiera della psichiatria evoluzionistica (2020) di Randolph M. Nesse – Recensione

Se le emozioni di base ci avvisano e proteggono da eventi pericolosi, tuttavia non ci forniscono indicazioni su cosa fare nello specifico o su come comportarci. Questo uno dei temi affrontati nel testo Buone ragioni per stare male.   Emozioni caotiche e poco funzionali sembrano impedirci di vivere una vita piena

Applicazione del protocollo cognitivo-comportamentale, potenziato con l’Acceptance and Commitment Therapy in un caso di disturbo reattivo dell’attaccamento dell’infanzia con presenza di parafilie
Psicoterapia

Applicazione del protocollo cognitivo-comportamentale, potenziato con l’Acceptance and Commitment Therapy in un caso di disturbo reattivo dell’attaccamento dell’infanzia con presenza di parafilie

Il protagonista di questo caso clinico è un soggetto di 9 anni, istituzionalizzato, con ripetute esperienze di abbandono familiare in anamnesi; ciò che l’ha portato all’attenzione clinica è la manifestazione di comportamenti sessualizzati (parafilie).   In termini evolutivi il fenomeno dell’attaccamento si configura come un comportamento generato dall’acquisizione di modelli

La cura di sé. Un percorso integrato verso il benessere
Psicologia

La cura di sé. Un percorso integrato verso il benessere

Prendersi cura di sé comprende: la cura del corpo, della mente, delle emozioni, dello spirito, del tempo e la compassione di sé.   Viviamo in un’epoca per molte persone caratterizzata da una diffusa difficoltà nel conciliare i tempi della cura di sé con quelli del lavoro, da ridotte risorse economiche,

Acceptance and commitment therapy per il Disturbo Ossessivo Compulsivo
Psicoterapia

Acceptance and commitment therapy per il Disturbo Ossessivo Compulsivo

A seguito del riscontrato peggioramento generale dei sintomi DOC in soggetti che già presentavano la diagnosi (Prestia et al., 2020), e a seguito delle molte ricerche riguardanti le terapie di terza ondata, andiamo ad analizzare, nello specifico, l’utilizzo della Acceptance and Commitment Therapy (ACT) per trattare il Disturbo Ossessivo-Compulsivo.   

Adolescenti oggi, fra vecchi e nuovi traguardi
Psicologia

Adolescenti oggi, fra vecchi e nuovi traguardi

L’incontro dei traguardi tipici dell’adolescenza e dei nuovi scenari apre una strada che può favorire sentimenti di ansia e di inadeguatezza ma anche di riconoscimento e possibilità di affermarsi.   L’amore, la malattia, alcuni incontri, un disturbo psicologico, una nuova passione, un percorso psicoterapeutico, la nascita di un figlio, sono

Il coraggio delle emozioni (ai tempi del coronavirus) (2020) di G. Ciuffardi, T. Perissi – Recensione
Attualità Psicologia

Il coraggio delle emozioni (ai tempi del coronavirus) (2020) di G. Ciuffardi, T. Perissi – Recensione

La lettura del libro Il coraggio delle emozioni (ai tempi del coronavirus) equivale un po’ ad addentrarsi in una piccola fiaba: gli autori introducono ogni capitolo del testo con un aforisma della celebre storia del Mago di Oz.   Gli autori vogliono mettere in risalto il ruolo del cuore e delle

Una vita degna di essere vissuta (2021) di Marsha Linehan – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Una vita degna di essere vissuta (2021) di Marsha Linehan – Recensione del libro

Una vita degna di essere vissuta è la storia personale e professionale di Marsha Linehan, psicologa nota per aver ideato la Dialectical Behaviour Therapy (DBT).   Studiamo ciò che ci fa soffrire Qualunque terapeuta abbia accolto nel proprio studio un paziente con disturbo borderline di personalità conosce bene la fatica,

Strutture di personalità e alcol: possono i disturbi di personalità mantenere e alimentare il disturbo da uso di alcol compromettendone i trattamenti?
Psicologia

Strutture di personalità e alcol: possono i disturbi di personalità mantenere e alimentare il disturbo da uso di alcol compromettendone i trattamenti?

Le persone affette da disturbo da uso di alcol (ing. Alcohol Use Disorder, AUD), possono essere bevitori a rischio, bevitori eccessivi, o alcoldipendenti.   Tutte e tre queste condizioni, affinché siano tali, producono disagio, determinando danni alla salute psicofisica propria e/o di altri individui, conflitti interpersonali, problemi legali, o conseguenze

Mental (2020): una serie tv sui disturbi psichiatrici fra gli adolescenti – Recensione
Psichiatria Psicologia

Mental (2020): una serie tv sui disturbi psichiatrici fra gli adolescenti – Recensione

La serie tv Mental nasce con il proposito di abbattere lo stigma che purtroppo ancora oggi aleggia sui disturbi della salute mentale, per far sì che sempre meno persone debbano sentirsi “rotte”, rifiutate e incomprese.    A dicembre 2020 è uscita su RaiPlay la serie tv Mental, prodotta da Rai

Conseguenze a lungo termine dell’abuso di alcol: la Sindrome di Korsakoff
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

Conseguenze a lungo termine dell’abuso di alcol: la Sindrome di Korsakoff

I sintomi della Sindrome di Korsakoff includono la confabulazione (Kopelman et al., 2009), l’amnesia retrograda ed anterograda, nonché la presenza di disfunzioni esecutive e di alterazioni affettive e socio-cognitive (Arts et al., 2017).   Introduzione Descritta per la prima volta da Lawson (Lawson, 1878) come una sindrome contraddistinta dalla perdita

Introduzione al test di Rorschach secondo il metodo R-PAS
Psicologia

Introduzione al test di Rorschach secondo il metodo R-PAS

Il Rorschach Performance Assessment System (R-PAS) raccoglie l’eredità del Sistema Comprensivo (C.S.) di Exner, ancorandosi agli elementi diagnostici più validi e sviluppando prassi e tecniche innovative, alla luce di una costante ricerca scientifica.    Il test di Rorschach (1921) vanta una lunga tradizione clinica e scientifica e rappresenta un costante

Il Memory Training: metodi che sfruttano la memoria implicita
Psicologia

Il Memory Training: metodi che sfruttano la memoria implicita

Il Memory Training è una metodologia riabilitativa utilizzabile con pazienti con deficit lievi o con smemoratezza benigna.   Tale tecnica è composta da alcune prove per la memoria ed ha alla base la teoria della neuroplasticità secondo cui il cervello può subire delle modifiche in seguito a stimolazioni esterne o

La pragmatica della comunicazione digitale. Agire con efficacia online (2020) di Giorgio Nardone, Stefano Bartoli e Simona Milanese – Recensione del libro
Psicologia

La pragmatica della comunicazione digitale. Agire con efficacia online (2020) di Giorgio Nardone, Stefano Bartoli e Simona Milanese – Recensione del libro

Nel 1967 Paul Watzlawick insieme ai suoi collaboratori scriveva La pragmatica della comunicazione, oggi il suo degno erede Giorgio Nardone insieme a due suoi validissimi collaboratori, Stefano Bartoli e Simona Milanese, scrivono La pragmatica della comunicazione digitale.   Il libro nasce in piena era digitale e nel bel mezzo della

L’utilizzo dell’Emotional Schema Therapy nel trattamento dell’emicrania
Psicologia

L’utilizzo dell’Emotional Schema Therapy nel trattamento dell’emicrania

Le persone con emicrania sperimentano differenti problemi nella gestione delle loro emozioni e, pertanto, la gestione e la regolazione dei principali fattori scatenanti l’emicrania, come lo stress e le esperienze emotive, potrebbero essere loro molto utili.   L’emicrania è un disturbo neurovascolare cronico ed è il più riconosciuto tra disturbi

Languishing e Covid-19
Attualità

Languishing e Covid-19

Sono trascorsi ormai molti mesi dall’inizio della pandemia di COVID-19, che ha avuto un impatto drammatico sulla società contemporanea e ha cambiato in modo significativo le abitudini di tutti noi. Nonostante si sia assistito ad un incremento della competenza relativa alla gestione della convivenza forzata con il COVID-19 e benché

L’incontro con l’altro: capacità di accogliere e sviluppare una relazione di lavoro efficace nel colloquio psicologico
Psicologia Psicoterapia

L’incontro con l’altro: capacità di accogliere e sviluppare una relazione di lavoro efficace nel colloquio psicologico

Il colloquio si configura come un incontro in cui il processo di conoscenza dell’altro avviene attraverso la creazione di una relazione. Lo sviluppo di una relazione che sia efficace risulta, per la ricerca, strettamente legato al buon esito di un trattamento.    Il termine colloquio, che deriva dal latino cum

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Introversione ed Estroversione - Introduzione alla Psicologia Nr. 07 - Immagine: 78339964

Introversione ed Estroversione - Introduzione alla Psicologia Nr. 07

Si trattadi due dei tipi psicologici, ossia strutture di personalità utilizzate per distinguere due diversi modi di rapportarsi al mondo esterno
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Messaggio pubblicitario