Notti in bianco e conflitti relazionali. Il ruolo della mancanza di sonno nei litigi

Una ricerca dell'università della California esplora la relazione tra mancanza di sonno e conflitti nella relazione, in termini di capacità di conciliazione

ID Articolo: 33186 - Pubblicato il: 15 luglio 2013
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

La Redazione di State of Mind consiglia la lettura di questo contenuto:

Una ricerca dell’università della California esplora la relazione tra mancanza di sonno e conflitti nella relazione, in termini di capacità di conciliazione e livelli di empatia rilevati.
Il senso comune suggerisce che dormire male rende scorbutici, questa ricerca passa per la via sperimentale focalizzando l’attenzione più sulle capacità di mettere in pratica i meccanismi riparatori piuttosto che sulla (diremmo ovvia) tendenza a discutere dovuta da una notte insonne. E’ interessante anche che per ottenere dei dati “puliti” siano state eliminate molte variabili.
Riportiamo di seguito l’abstract della ricerca, seguendo il link trovate l’articolo completo.

Abstract

This research examined the impact of a basic biological process—namely, sleep—on relationship conflict, specifically testingwhether poor sleep influences the degree, nature, and resolution of conflict. In Study 1, a 14-day daily experience study, parti-cipants reported more conflict in their romantic relationships following poor nights of sleep. In Study 2, we brought couples intothe laboratory to assess the dyadic effects of sleep on the nature and resolution of conflict. One partner’s poor sleep wasassociated with a lower ratio of positive to negative affect (self-reported and observed), as well as decreased empathic accuracyfor both partners during a conflict conversation. Conflict resolution occurred most when both partners were well rested. Effectswere not explained by stress, anxiety, depression, lack of relationship satisfaction, or by partners being the source of poor sleep.Overall, these findings highlight a key factor that may breed conflict, thereby putting relationships at risk.

The role of sleep in interpersonal conflict: Do sleepless nights mean worse fights?Consigliato dalla Redazione

BANDO SELEZIONE PSICOLOGI
The role of sleep in interpersonal conflict: Do sleepless nights mean worse fights? (…)

Tratto da: Academia.edu

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Ultimi articoli pubblicati sul sonno:

Insonnia e Perfezionismo: quanto influiscono le cognizioni disfunzionali relative al sonno nel mediare tra questi due fenomeni?
Psicologia

Insonnia e Perfezionismo: quanto influiscono le cognizioni disfunzionali relative al sonno nel mediare tra questi due fenomeni?

L’insonnia è un disturbo del sonno che colpisce fino al 10% degli adulti a livello di disturbo e fino al 30% a livello di sintomi (Espie, Kyle, Hame, Cyhlarova, & Benzeval, 2012). Elisa Petetta – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto   I sintomi dell’insonnia (DSM-5, APA, 2013)

Disturbi del sonno e disturbo dello spettro autistico: le nuove evidenze di una possibile relazione
Psicologia Psicoterapia

Disturbi del sonno e disturbo dello spettro autistico: le nuove evidenze di una possibile relazione

L’intervento sui disturbi del sonno nei bambini con un disturbo dello spettro autistico è importante per migliorare non solo la loro quotidianità, riducendo l’emissione di comportamenti problema e di problematiche internalizzanti ed esternalizzanti, ma anche il benessere dell’intero nucleo familiare. Bresciani Giulia e Messi Francesca – OPEN SCHOOL, Psicoterapia Cognitiva

Gli effetti del rimuginio e della ruminazione nel sonno
Psicologia

Gli effetti del rimuginio e della ruminazione nel sonno

Rimuginio, ruminazione e sonno: studi con PET ed EEG dimostrano come in soggetti affetti da disturbi del sonno sia presente una maggior attivazione cognitiva che rimane tale anche durante il sonno. Antonella Danesi – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi San Benedetto del Tronto   A chiunque sarà capitato di pensare ripetutamente

Cosa fanno le persone prima di andare a dormire? Caratteristiche e implicazioni della procrastinazione del sonno
Psicologia

Cosa fanno le persone prima di andare a dormire? Caratteristiche e implicazioni della procrastinazione del sonno

Il mantenimento di abitudini di sonno desiderabili è una delle chiavi per una vita sana, pertanto studi recenti hanno iniziato ad indagare sugli effetti della procrastinazione del sonno (in inglese Bedtime Procrastination, BP).   Con la dicitura “BP” (procrastinazione del sonno) si intende quel fenomeno per cui ci si va

Dormire bene aiuta ad allontanare i brutti pensieri
Psicologia

Dormire bene aiuta ad allontanare i brutti pensieri

Un nuovo studio sul sonno dimostra come dormire poco ci renda più vulnerabili all’azione intrusiva di pensieri e ricordi spiacevoli, soprattutto se soffriamo di specifici disturbi.   Da anni, gli scienziati si interrogano sull’impatto che il sonno ha sul nostro benessere psicofisico. È ormai chiaro che il sonno svolga un

Il sogno tra significati e funzioni
Psicologia

Il sogno tra significati e funzioni

Secondo la neurobiologia, i sogni sono un modo singolare che il nostro corpo utilizza per tenere ‘allenato’ il cervello.   Secondo le antiche tradizioni invece, i sogni sono messaggi mandati dagli dei. Per la psicologia e in particolare per la psicoanalisi, il valore dei sogni risiede soprattutto nella loro dimensione

Curare l’insonnia senza farmaci. Metodi di valutazione e intervento cognitivo-comportamentale (2015) di Devoto e Violani – Recensione del libro
Psicologia

Curare l’insonnia senza farmaci. Metodi di valutazione e intervento cognitivo-comportamentale (2015) di Devoto e Violani – Recensione del libro

Curare l’insonnia senza farmaci è uno di quei libri che non deve mancare nella libreria di un professionista della salute mentale. Pizzo Denise – OPEN SCHOOL Psicoterapia Cognitiva e Ricerca Mestre   Edito da Carocci Faber, questo libro scritto a quattro mani da Alessandra Devoto e da Cristiano Violani, entrambi

La terapia cognitivo comportamentale per l’insonnia (CBTi): l’efficacia del trattamento e gli effetti su depressione, ansia e stress
Psichiatria Psicologia Psicoterapia

La terapia cognitivo comportamentale per l’insonnia (CBTi): l’efficacia del trattamento e gli effetti su depressione, ansia e stress

L’insonnia causa stanchezza diurna, ansia, stress e depressione, inoltre incide negativamente anche sulla salute fisica, essendo un fenomeno molto diffuso, i ricercatori stanno cercando nuove forme di terapia atte a curare in maniera efficace questo disturbo (Sweetman et al., 2020).     Con l’arrivo del COVID-19, i disturbi del sonno

I sogni lucidi e l’uso della sveglia

I sogni lucidi e l’uso della sveglia

Studi passati hanno suggerito che la deliberata alterazione dei comportamenti legati al sonno, come ad esempio il breve riaddormentarsi dopo il risveglio, può essere usata per indurre sogni lucidi.   Lo studio attuale (Smith &Blagrove, 2015) amplia questo lavoro indagando l’associazione tra la frequenza dei sogni lucidi e l’uso della

Il sogno come luogo sicuro per l’integrazione del trauma nel PTSD?
Psicologia

Il sogno come luogo sicuro per l’integrazione del trauma nel PTSD?

Qual è la funzione dei sogni nel PTSD? I sogni, in special modo quelli REM, hanno un ruolo nella regolazione emotiva quindi ci si è chiesti se possano facilitare anche l’integrazione di vissuti emotivi minacciosi, come negli incubi dei soggetti che hanno vissuto un trauma. Elisa Andreoli e Maria Pia Zonno

Sogni lucidi: gli effetti sull’umore
Psicologia

Sogni lucidi: gli effetti sull’umore

I sogni lucidi sono definiti come sogni in cui l’individuo diventa consapevole di sognare: i sognatori lucidi sono immersi in uno stato di coscienza ibrido, che presenta elementi di veglia e sogno (Voss et al., 2009).   Di conseguenza, i sognatori a volte possono cambiare la scena o la situazione

Melatonina, questa sconosciuta
Neuroscienze

Melatonina, questa sconosciuta

Melatonina, melatonina ovunque: dai farmaci da banco agli integratori alimentari. Viene presentato come un prodotto che ci aiuta a dormire bene, a favorire l’addormentamento, a risolvere i problemi di insonnia.   Ma cosa si nasconde dietro la melatonina? È tutta una operazione di marketing o risulta essere veramente di aiuto

Disturbi del sonno in età infantile predicono la presenza di disturbi mentali in adolescenza?
Psicologia

Disturbi del sonno in età infantile predicono la presenza di disturbi mentali in adolescenza?

Secondo uno studio condotto da un team della School of Psychology dell’Università di Birmingham, specifici problemi del sonno tra neonati e bambini molto piccoli possono essere collegati a disturbi mentali negli adolescenti (Lereya et al., 2017).    Lo studio longitudinale, con sede nel Regno Unito, è stato condotto su 14.000

Teoria della perdita di vigilanza e caratteristiche di chi soffre di attacchi di panico notturni
Psichiatria Psicologia

Teoria della perdita di vigilanza e caratteristiche di chi soffre di attacchi di panico notturni

Più della metà di chi soffre di disturbo di panico sperimenta anche attacchi di panico (AP) notturni (Smith, 2019).   Il DSM-5 classifica gli attacchi di panico notturni entro la più ampia categoria degli attacchi di panico inaspettati, che cioè si verificano indipendentemente da fattori situazionali scatenanti (APA, 2013). Gli

Paura del buio – CBT vs ACT
Psicologia Psicoterapia

Paura del buio – CBT vs ACT

Uno studio recente ha paragonato l’efficacia della Terapia Cognitivo-Comportamentale e dell’Acceptance and Commitment Therapy in un campione di bambini con alti livelli di ansia e paura del buio.   Anche se parte del normale sviluppo (Muris et al., 2001), approssimativamente il 20% dei bambini soffre di paure notturne e problemi legati

OSAS e incubi
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

OSAS e incubi

La Sindrome delle Apnee Ostruttive del Sonno (OSAS) è un Disturbo del sonno caratterizzato dalla ricorrente ostruzione delle vie aeree superiori mentre si dorme.   L’OSAS è una condizione clinica piuttosto comune, con una prevalenza del 2-17% nella popolazione femminile e del 3-18% in quella maschile, e aumenta con l’avanzare

dCBT: la digital cognitive behavioural therapy nel trattamento dell’insonnia – Psicologia Digitale
Attualità Psicoterapia

dCBT: la digital cognitive behavioural therapy nel trattamento dell’insonnia – Psicologia Digitale

La CBT, riconosciuta come terapia d’elezione per i disturbi del sonno, ha il suo corrispettivo digitale: la Digital Cognitive Behavioural Therapy (dCBT).  PSICOLOGIA DIGITALE – (Nr. 9) dCBT: la digital cognitive behavioural therapy nel trattamento dell’insonnia   Tipologie di Digital Cognitive Behavioural Therapy In letteratura è possibile trovare diversi modi per riferirsi alla CBT via web o mobile: Internet CBT

Il sonno dei soggetti insonni è davvero di “cattiva qualità”?
Psicologia

Il sonno dei soggetti insonni è davvero di “cattiva qualità”?

Ricerche cliniche hanno dimostrato l’esistenza di due principali fattori in grado di influenzare la percezione di “cattivo sonno” in soggetti che soffrono di insonnia. Da una parte la difficoltà di saper riconoscere i segnali che precedono il sonno e che spingono a prepararsi a dormire e dall’altra la presenza di

Svegliarsi la mattina e altre sventure: l’effetto del cronotipo individuale sulla performance scolastica
Psicologia

Svegliarsi la mattina e altre sventure: l’effetto del cronotipo individuale sulla performance scolastica

Il cronotipo è una disposizione individuale verso una maggiore attività in un determinato momento della giornata; questo ha una base fondamentalmente genetica, ma può essere influenzato da diversi fattori ambientali e socio-culturali. Quale effetto può avere il cronotipo su performance scolastiche ottenute in diversi momenti della giornata?   Ore 8

L’odore del partner migliora la qualità del sonno
Neuroscienze

L’odore del partner migliora la qualità del sonno

Stando ad uno studio pubblicato sulla rivisita Psych Central condotto dalla University of British Columbia (UBC), il profumo del proprio partner migliorerebbe la qualità del sonno.   Il sonno è definito come uno stato di riposo contrapposto alla veglia; si tratta di uno stato in cui si verifica una momentanea

VOTA L'ARTICOLO
(Nessun voto)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

ECDP 2021

Scritto da

Messaggio pubblicitario