Più umani degli umani? Il senso della società negli scimpanzé

Numerosi studi, tra cui quelli di de Waal, confermano l'esistenza di uno spiccato senso di cooperazione e organizzazione sociale tra i primati non umani.

ID Articolo: 111046 - Pubblicato il: 10 giugno 2015
Più umani degli umani? Il senso della società negli scimpanzé
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Tra i ricercatori biologi che hanno dedicato la loro carriera allo studio dei primati non umani vi è Frans de Waal. Leggere i risultati delle sue ricerche, che affrontano soprattutto il tema dei comportamenti sociali, vi lascerà a bocca aperta.

Sul fatto che gorilla e scimpanzé fossero molto simili a noi e avessero comportamenti spesso identici ai nostri, non avevamo dubbi! Eppure venire a conoscenza delle nuove scoperte in campo dell’etologia di questi primati è sempre sorprendente e affascinante.

Tra i ricercatori biologi che hanno dedicato la loro carriera allo studio dei primati non umani vi è Frans de Waal. Leggere i risultati delle sue ricerche, che affrontano soprattutto il tema dei comportamenti sociali, vi lascerà a bocca aperta.

Spesso, nel corso dei convegni, de Waal ama mostrare un vecchio video del 1936 in cui due scimpanzé, rinchiusi in una gabbia, devono tirare insieme una corda per portare una scatola con del cibo nella loro direzione. Ma cosa succede se uno dei due non ha fame o non è abbastanza motivato al compito? Viene subito riportato all’ordine dall’altro scimpanzè e si rimette a lavoro!

Seppur il video risalga a ricerche di quasi un secolo fa, i successivi studi, tra cui quelli di de Waal, non hanno fatto altro che confermare questo spiccato senso di cooperazione e organizzazione sociale tra i primati non umani.

Per esempio: sapevate che esistono delle somiglianze tra la nostra politica e la gerarchia dei primati? anche i maschi alfa hanno bisogno della loro coalizione, spesso formata dai due membri più anziani (e più saggi?) del gruppo. Ancora, si può parlare di conformismo non solo facendo riferimento al gruppo di pari giovani e ribelli in piena crisi adolescenziale, anche le scimmie sono esseri altamente conformisti: difronte a due modi diversi per risolvere lo stesso compito, i primati non umani tenderanno a optare per quello utilizzato dalla loro donna alpha e dal resto del loro gruppo.

Messaggio pubblicitario E per quanto riguarda invece etica e moralità? de Waal mostra, attraverso un video, le reazioni delle scimmie cappuccino nel corso di uno studio sul senso di equità: come premio dopo aver svolto lo stesso compito, una scimmia cappuccino riceve un chicco d’uva (che le scimmie adorano) mentre l’altra riceve un pezzo di cetriolo (cibo che le scimmie mangiano ma senza esserne ghiotte). Come reagirà la seconda scimmia a tale inequità? Sarà chiaro anche per loro (al contrario di molti esseri umani) il concetto dell’importanza di essere trattati in modo equo e giusto?

Per conoscere i dati e avere maggiori informazioni sulle ricerche di de Waal vi consigliamo la lettura dell’articolo originale, nel frattempo divertitevi e meravigliatevi dinnanzi alla reazione della povera scimmia cappuccino che riceve il pezzo di cetriolo.

 

Now we’re getting very close to the human sense of fairness – he said – If you now ask me is the sense of fairness of a chimp different than the sense of fairness of humans, I really don’t know what the difference is.

Più umani degli umani? Il senso della società negli scimpanzé Consigliato dalla Redazione

Più umani degli umani? Il senso della società negli scimpanzé - Immagine: 83580577
Numerosi studi, tra cui quelli di de Waal, confermano l’esistenza di uno spiccato senso di cooperazione e organizzazione sociale tra i primati non umani. (…)

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Tutti gli Articoli di State of Mind su Mondo Animale

Il dolore negato. Affrontare il lutto per la morte di un animale domestico (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Il dolore negato. Affrontare il lutto per la morte di un animale domestico (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro

Il dolore negato è un piccolo contributo – come lo definisce l’autore – per affrontare un tema tanto diffuso quanto poco trattato. Il tema in questione è il lutto, quel lacerante percorso che tutti conosciamo, stavolta però relativo ad un ambito davvero poco trattato e forse ancora poco compreso: la

Pet therapy e ADHD: quando la vicinanza di un animale domestico può avere effetti benefici
Psicologia Psicoterapia

Pet therapy e ADHD: quando la vicinanza di un animale domestico può avere effetti benefici

Una nuova ricerca rileva che la pet therapy (ovvero la terapia che sfrutta benefici dell’interazione tra individuo e animale) aiuta a ridurre i sintomi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) nei bambini.   La vicinanza ad un animale può avere effetti benefici su bambini con ADHD. A

Il dolore negato (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Il dolore negato (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro

Il dolore negato è il dolore per la perdita di un animale domestico che molti di noi negano o si negano di provare.   Il dolore negato nasce dall’esperienza professionale di uno psicologo psicoterapeuta che più volte ha raccolto e ascoltato il dolore per la perdita di un animale. Spesso

La genitorialità: una visione neuroscientifica
Neuroscienze Psicologia

La genitorialità: una visione neuroscientifica

Per la prima volta, gli scienziati hanno analizzato i circuiti cerebrali implicati nella gestione del comportamento genitoriale nei topi.   Il team, guidato da Catherine Dulac dell’Howard Hughes Medical Institute, ha scoperto che oltre 20 diverse parti del cervello sono integrate in questo circuito: distinti gruppi di cellule all’interno di

L’auto-addomesticamento come ipotesi dell’evoluzione umana
Psicologia

L’auto-addomesticamento come ipotesi dell’evoluzione umana

L’ auto-addomesticamento umano è un’ipotesi che afferma che tra le forze motrici dell’evoluzione umana, gli esseri umani abbiano selezionato i loro compagni a seconda di chi avesse un comportamento più pro-sociale. I ricercatori di un gruppo dell’Università di Barcellona guidato da Cedric Boeckx, professore presso il Dipartimento di Filologia Catalana

Una precoce impalcatura neuronale favorisce la risposta agli stimoli sensoriali
Neuroscienze

Una precoce impalcatura neuronale favorisce la risposta agli stimoli sensoriali

Un nuovo studio, condotto da neuroscienziati dell’Università del Maryland (Kanold et al., 2017), ha identificato per la prima volta un meccanismo che è in grado di spiegare un precoce collegamento tra l’input del suono e le funzioni cognitive.   L’organizzazione neuronale precoce dei mammiferi in risposta ai suoni E’ noto che

Passeggiare con il proprio cane rende felici?
Psicologia

Passeggiare con il proprio cane rende felici?

Secondo una nuova ricerca dell’University of Liverpool, chi possiede un cane è anche motivato a passare del tempo con l’animale passeggiando all’aria aperta perché lo fa star bene.   Chi possiede un cane in salute trascorre più tempo all’aria aperta Nello studio, i ricercatori hanno scoperto che chi possiede un

Dormire o fare sesso? I comportamenti della Drosophila, il moscerino della frutta
Neuroscienze

Dormire o fare sesso? I comportamenti della Drosophila, il moscerino della frutta

Scegliere tra fare sesso o dormire rappresenta un problema comportamentale e decisionale per molte specie, tra le quali troviamo la mosca della frutta.   Scegliere tra fare sesso o il dolce dormire rappresenta un problema comportamentale e decisionale per molte specie, tra le quali vi troviamo la mosca della frutta.

Una tecnica optogenetica in grado di modificare il comportamento animale
Neuroscienze

Una tecnica optogenetica in grado di modificare il comportamento animale

La ricerca mostra la possibilità di utilizzare una tecnica optogenetica per la selezione di cellule target nel cervello adulto in un modello animale.   I ricercatori di UW Medicine hanno sviluppato una tecnica per l’inserimento di un gene in specifiche cellule target utilizzato per alterare la funzione dei circuiti cerebrali

Una migliore qualità di vita a portata di zampa: la funzione psicoterapeutica del cane
Psicologia

Una migliore qualità di vita a portata di zampa: la funzione psicoterapeutica del cane

Nella schizofrenia la terapia assistita con animali, nella fattispecie con i cani, coadiuvata da altre terapie opportune, riduce i sintomi psicotici e migliora la qualità della vita dei pazienti schizofrenici.   La relazione che si crea fra individui e animali da compagnia ha dei riverberi positivi sulla salute umana, determinando

Effetti di alcuni antibiotici sulle lesioni cerebrali: evidenze sperimentali su animali
Neuroscienze

Effetti di alcuni antibiotici sulle lesioni cerebrali: evidenze sperimentali su animali

Gli effetti di antibiotici sulle lesioni cerebrali: dato che non esistono farmaci per il trattamento queste lesioni, i ricercatori hanno dimostrato che alcuni antibiotici– che inibiscono la risposta infiammatoria del cervello- sono in grado di dare benefici agli animali che hanno subito un trauma alla testa. Tuttavia secondo un nuovo

Pet therapy: che cos’è e gli studi sull’efficacia
Psicologia Psicoterapia

Pet therapy: che cos’è e gli studi sull’efficacia

La pet therapy si sta espandendo molto anche in Italia, con metodi ed applicazioni a tipologie di pazienti molto diverse tra loro. Crescono anche gli studi scientifici internazionali sull’efficacia di questi interventi. Chiara Daldosso, OPEN SCHOOL STUDI COGNITIVI MILANO   Pet therapy: che cos’è Cani, cavalli, delfini e gatti possono

Il rapporto con gli animali tra ambivalenze e paradossi
Attualità Psicologia

Il rapporto con gli animali tra ambivalenze e paradossi

Fin dagli studi di Levinson degli anni ’70 si è dimostrato che l’interazione con gli animali favorisce in noi umani la capacità relazionale di comprendere gli altri e migliora l’umore. Prendersi cura di un animale può calmare l’ansia, può trasmettere calore affettivo, e aiutare a superare lo stress e la

La natura dell’amore, l’esperimento di H. Harlow – I grandi esperimenti di psicologia
Psicologia

La natura dell’amore, l’esperimento di H. Harlow – I grandi esperimenti di psicologia

#7: La natura dell’amore di H. Harlow (1958). Vi presentiamo una serie di articoli relativi ai più grandi esperimenti in ambito sociologico e psicologico. Per fare ciò abbiamo cercato di risalire alle fonti originarie, ai primi articoli divulgati dagli autori. In questo modo sarà più facile vivere le loro scoperte a

Terapia Assistita con gli animali: una nuova esperienza al carcere di San Vittore
Psicologia

Terapia Assistita con gli animali: una nuova esperienza al carcere di San Vittore

Lavorare affiancati da un cane, ci spinge a un miglioramento del saper essere piuttosto che del saper fare e i risultati si misurano su rilassamento e divertimento. Silvia Carlini   La Terapia Assistita con gli Animali (TAA) in carcere è un’esperienza diffusa negli USA e anche sul territorio nazionale ma,

Uomo e cane: le origini dell’amicizia più lunga del mondo
Psicologia

Uomo e cane: le origini dell’amicizia più lunga del mondo

Giulia Grigi – OPEN SCHOOL Studi Cognitivi Modena Le relazioni tra esseri umani e cani danno vita a storie affascinanti. I cani sono fisicamente molto diversi e si comportano in modo differente da noi. Non dicono una parola, e non sembrano interessati alla cultura. Eppure molte persone considerano i cani come

Psicologia della satira e del riso: mostrare le zanne per attacco o per divertimento?
Cultura Psicologia

Psicologia della satira e del riso: mostrare le zanne per attacco o per divertimento?

Articolo pubblicato da Giovanni Maria Ruggiero su Linkiesta Domenica 06 settembre 2015 La satira forse è davvero troppo per un animale. Eppure gli animali qualcosa fanno che somiglia al riso: essi scoprono i denti. Come ha potuto un atto minaccioso come l’esibizione dei denti diventare un atto così (apparentemente) innocente e

Più umani degli umani? Il senso della società negli scimpanzé
Psicologia

Più umani degli umani? Il senso della società negli scimpanzé

Tra i ricercatori biologi che hanno dedicato la loro carriera allo studio dei primati non umani vi è Frans de Waal. Leggere i risultati delle sue ricerche, che affrontano soprattutto il tema dei comportamenti sociali, vi lascerà a bocca aperta. Sul fatto che gorilla e scimpanzé fossero molto simili a

Etologia: nelle femmine dei pesci il cervello più grande è associato ad una maggiore sopravvivenza
Psicologia

Etologia: nelle femmine dei pesci il cervello più grande è associato ad una maggiore sopravvivenza

FLASH NEWS In etologia una delle ipotesi è che un cervello più grande consentirebbe migliori performance cognitive. E di conseguenza dovrebbe favorire un più alto potenziale di sopravvivenza. Per testare questa idea si è fatto riferimento generalmente a studi comparativi che indagavano l’intelligenza e il potenziale di sopravvivenza di specie

Dognition: il website per scoprire quanto è intelligente il nostro cane
Psicologia

Dognition: il website per scoprire quanto è intelligente il nostro cane

Il Dott. Brian Hare, antropologo evoluzionista alla Duke University, ha creato Dognition, un sito internet che aiuta i proprietari di cani a capire meglio la mente del loro amico a quattro zampe. Attraverso i giochi interattivi che gli esperti consigliano si può finalmente comprendere meglio l’intelligenza del nostro cane. Un

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Messaggio pubblicitario