Burnout: un modello teorico per capire il ruolo delle risorse psicologiche personali

In un recente articolo, sulla base di un'analisi condotta su 356 lavoratori, si è indagato il ruolo delle risorse psicologiche nel manifestarsi del burnout.

ID Articolo: 110552 - Pubblicato il: 26 maggio 2015
Burnout: un modello teorico per capire il ruolo delle risorse psicologiche personali
Condividi

Qualsiasi impiegato modello torna a casa un po’ (o tanto) stressato dal lavoro, capita a volte però che vi siano lavoratori che presentano livelli di stress e disagio psicologico di gran lunga superiori rispetto alla media.

Da molto tempo ormai è conosciuto in Psicologia, e non solo, il fenomeno del Burn-out: il termine, la cui traduzione è Bruciato, descrive una sindrome dovuta a un processo stressogeno che colpisce le persone in ambito lavorativo, causando una perdita della motivazione e del raggiungimento degli obiettivi nelle proprie mansioni. Si presenta come un lento logoramento psichico ma anche fisico dovuto alla mancanza di energie utili per affrontare e scaricare lo stress accumulato.

Il burnout è stata definita una Sindrome complessa, a componente prevalentemente psichica, che si instaura come risposta a una condizione di stress lavorativo prolungato (Tomei, Tomao e Sancini, 2003) .

Un modello influente nella letteratura sul burnout è il modello Job Demands–Resources (JD–R) che identifica due componenti principali del luogo di lavoro nel manifestarsi del burnout: le richieste lavorative (aspetti del lavoro che richiedono costi fisici e psicologici) e le risorse lavorative (che comprendono aspetti fisici, psicologici o sociali del posto di lavoro che aiutano le persone a realizzare i loro compiti). L’interazione tra queste due componenti può influenzare i livelli di stress.

In questo modello però poco spazio viene dato alle risorse psicologiche personali, per es. l’autostima, e come queste possono entrare in relazione alle due componenti del modello JD-R.

In un articolo pubblicato su European Journal of Work and Organizational Psychology, gli autori (Fernet et al.), sulla base di un’analisi dei dati condotta su 356 lavoratori, hanno integrato il ruolo delle risorse psicologiche nel burnout, attingendo inoltre ad aspetti della teoria dell’autodeterminazione (SDT).

Per saperne di più, vi rimandiamo alla lettura dell’articolo consigliato.

 

The authors used occupational data from 356 school board employees and found that the three SDT-based psychological resources mediated the impact of job demands (role overload and ambiguity) and job resources (job control and social support) on aspects of burnout. Adding psychological resources to the model helped explain how certain job demands and resources differently predict specific aspects of burnout.

 

Burn out: un nuovo modello teorico per capire il ruolo delle risorse psicologiche personaliConsigliato dalla Redazione

Burn out: un nuovo modello teorico per capire il ruolo delle risorse psicologiche personali - Immagine: 48218874
In un articolo pubblicato su European Journal of Work and Organizational Psychology, gli autori, sulla base di un’analisi dei dati condotta su 356 lavoratori, hanno integrato il ruolo delle risorse psicologiche nel precedente modello teorico del burnout. (…)

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Tutti gli Articoli di State of Mind su Psicologia del Lavoro

La sindrome da Workaholism ai tempi del lavoro agile
Psicologia

La sindrome da Workaholism ai tempi del lavoro agile

Il periodo di quarantena ha modificato non solo il vissuto personale, ma anche le pratiche lavorative. Le aziende si sono trovate, quasi improvvisamente, a gestire l’emergenza organizzativa, approdando, in tempi rapidi, al lavoro agile o smartworking.   Ma questo lavoro agile è davvero così “intelligente” da migliorare il benessere di

Mobbing – caratteristiche psicosociali e strategie di intervento di un fenomeno diffuso
Psicologia

Mobbing – caratteristiche psicosociali e strategie di intervento di un fenomeno diffuso

Il mobbing (da to mob, ossia ‘assalire tumultuosamente’) viene definito in differenti modalità come molestia verbale, aggressione verbale, isolamento, calunnia ripetute nei confronti di una specifica persona per uno specifico periodo di tempo (Einarsen, 2005).   L’organizzazione mondiale della sanità (OMS) e l’ufficio internazionale del lavoro (ILO) (Takaki et al.,

A cosa può servire la psicologia nei contesti di lavoro?
Psicologia

A cosa può servire la psicologia nei contesti di lavoro?

Nel panorama attuale il cambiamento e la capacità di rispondere in modo innovativo alle nuove sfide che il mercato impone sono questioni di primaria importanza per le organizzazioni moderne. Come si inserisce in questo scenario lo psicologo del lavoro?   Partiamo da una piccola premessa: l’importanza del lavoro nella vita

“Non ho bisogno di aiuto”: la difficoltà culturale del sesso maschile nel chiedere aiuto al lavoro
Psicologia

“Non ho bisogno di aiuto”: la difficoltà culturale del sesso maschile nel chiedere aiuto al lavoro

Sebbene le differenze di genere legate al sistema culturale occidentale stiano lentamente lasciando spazio ad un progressivo processo di uguaglianza sociale, certi sistemi psicosociali tendono a resistere indefessamente. Uno di questi sistemi è quello riguardante la resistenza di persone di sesso maschile ad ammettere un bisogno d’aiuto, soprattutto quando sono

Il Mobbing: in cosa consiste e come riconoscerlo. Dalle conseguenze psicologiche e fisiche del Mobbing, alle forme di prevenzione e formazione per contrastare questo fenomeno.
Psicologia

Il Mobbing: in cosa consiste e come riconoscerlo. Dalle conseguenze psicologiche e fisiche del Mobbing, alle forme di prevenzione e formazione per contrastare questo fenomeno.

Negli ultimi anni si sta registrando un aumento dei casi di Mobbing in molteplici contesti lavorativi. Si tratta di un complesso fenomeno che è stato sistematizzato solo di recente, ma la cui origine è in realtà molto antica.   Gli atti vessatori, ostili ed aggressivi esercitati sul luogo di lavoro

Whatsapp e benessere organizzativo
Attualità Psicologia

Whatsapp e benessere organizzativo

La rivoluzione digitale ha prodotto strumenti di comunicazione sempre più sofisticati che hanno portato alla transizione dai media tradizionali ai nuovi media, come Whatsapp. Quali sono le implicazioni di questo passaggio? Com’è cambiato il modo di comunicare?   La Psicologia Positiva (Seligman & Csikszentmihalyi, 2014) ha rivoluzionato il nostro modo

L’azienda come sistema complesso
Psicologia

L’azienda come sistema complesso

L’organizzazione e le sue componenti (gli individui, i gruppi, la società) sono sistemi aperti delimitati da un confine che separa l’interno dall’esterno e al contempo permette gli scambi reciproci. La funzione regolatrice che governa gli scambi tra diversi sistemi è la leadership, idealmente collocata lungo tutto il confine.   Leadership

Nella borsa del dottorando: quali implicazioni psicologiche per chi sceglie la carriera accademica?
Psicologia

Nella borsa del dottorando: quali implicazioni psicologiche per chi sceglie la carriera accademica?

I PhD (philosophiæ doctor) students, o dottorandi, sono giovani ricercatori che investono tre o quattro anni nell’approfondimento di specifici temi. Sono persone che, terminato il percorso universitario, trasformano la loro “sete di conoscenza” in un’occupazione.   I PhD (philosophiæ doctor) students, o dottorandi, sono giovani ricercatori che investono tre o

Lego Serious Play: lavorare è un gioco da ragazzi
Psicologia

Lego Serious Play: lavorare è un gioco da ragazzi

Negli ultimi anni, in seguito alla Rivoluzione Tecnologica e alla flessibilità che ha coinvolto il mondo del lavoro, si assiste all’introduzione in azienda di sistemi innovativi per l’aumento della creatività dei dipendenti, per la risoluzione dei problemi e per lavorare informal-mente.   Questi mezzi, infatti, diventano dei potenti facilitatori in

Mi ancoro, dunque mi oriento
Psicologia

Mi ancoro, dunque mi oriento

Uno degli ambiti in cui è coinvolto uno psicologo delle risorse umane è l’ orientamento professionale. Si tratta di una fase estremamente delicata che coinvolge sia il lavoratore, che ha perso la sua “bussola”, sia lo psicologo che deve essere bravo nel non sostituirsi alla risorsa umana, la quale deve

Contro il lifelong working: quando la pensione diventa realtà
Psicologia Psicopedia

Contro il lifelong working: quando la pensione diventa realtà

Nell’attuale scenario lavorativo caratterizzato da flessibilità e precarietà, l’entrata nel mondo del lavoro è sempre più ritardata e, di conseguenza, anche l’uscita.   L’aumento dell’età pensionabile fa in modo che, da un lato l’uscita dal mondo del lavoro sia una meta, nella maggior parte dei casi ambita, dall’altro, però, si

La retribuzione emotiva: un modo per fidelizzare i talenti in azienda
Psicologia

La retribuzione emotiva: un modo per fidelizzare i talenti in azienda

Il Primo Maggio si celebra, come ogni anno, i lavoratori, ricordando le battaglie operaie per uno dei diritti fondamentali: l’orario di lavoro. Ma, nell’attuale contesto lavorativo flessibile, legato anche ai grandi progressi tecnologici, il lavoratore si trova a dover combattere una nuova battaglia, ovvero la ricerca e il mantenimento di

The importance of organizational culture within accidents: an insight about human factor and automation impact
English Psicologia

The importance of organizational culture within accidents: an insight about human factor and automation impact

Risk management is a process of planning, organizing, directing and controlling the human and material resources of the organizations. Nowdays is an aspect that is impossibile to not considerate!   The present article is based on the work of James Reason “Managing the Risks of Organizational Accidents“ and aims to

“Le faremo sapere!” Evitare il precariato preparandosi ai colloqui
Psicologia

“Le faremo sapere!” Evitare il precariato preparandosi ai colloqui

A chi non è mai capitato di sentire la frase “Le faremo sapere!” al termine di un colloquio di lavoro. Ma da cosa dipende il successo di un colloquio lavorativo?    Per rispondere a questa domanda è necessario partire dalla definizione di selezione. La selezione del personale è quel processo

La noia lavorativa come difesa delle nostre risorse cognitive
Psicologia

La noia lavorativa come difesa delle nostre risorse cognitive

Lavori sempre più social e stimolanti ma la noia lavorativa continua ad essere presente: paradosso o evoluzione delle specie? Salvatore Caligiuri   In un’ottica evolutiva del comportamento, la crescita della noia percepita sembra poter essere coerente con una sua funzionalità intrinseca. Infatti, a dispetto di quanto si potrebbe pensare, visto

Perfezionismo nei contesti organizzativi: gli effetti sul lavoro
Psicologia

Perfezionismo nei contesti organizzativi: gli effetti sul lavoro

Il fenomeno del perfezionismo è in crescita di anno in anno e l’idea di una sua integrazione nelle attività lavorative è spesso connotata positivamente dai più. Ciononostante, diversi studi riportano considerazioni opposte. Quali sono i suoi aspetti positivi e quali quelli negativi? Simone Bellavia   Quando lavoriamo su qualcosa, non

Cicala (2018) di Shaun Tan – Recensione del libro
Psicologia

Cicala (2018) di Shaun Tan – Recensione del libro

Cicala, il nuovo libro illustrato di Shaun Tan uscito l’11 ottobre per Tunuè, è un racconto spietato sulla solitudine degli impiegati che vivono la frustrazione di non vedere mai i propri sforzi riconosciuti sul posto di lavoro.   Il Sig. Cicala è il protagonista di queste intense 40 pagine illustrate,

I rischi del far carriera: manager e benessere
Psicologia

I rischi del far carriera: manager e benessere

Nel diventare manager ci sono alcuni vantaggi come una retribuzione più alta, maggiore autonomia, mobilità professionale e quant’altro, ma anche degli svantaggi come l’avere un maggior carico di lavoro e meno tempo a disposizione per completarlo.   Alcuni ricercatori dell’Università di Portland e dell’Università di Zurigo hanno definito il passaggio

L’orientamento professionale nell’era di internet: l’operatore diventa sostituibile?
Psicologia

L’orientamento professionale nell’era di internet: l’operatore diventa sostituibile?

L’ orientamento professionale oggi rappresenta una delle attività decisionali più importanti e complesse che investe la maggior parte degli individui anche in diverse fasi della vita. Il supporto alla scelta, però, non sempre riguarda solo la sfera della scelta prettamente professionale. Teresa Di Fiore   La scelta professione è solo

Job Satisfaction by Training: partecipa alla ricerca sulla soddisfazione lavorativa!
Psicologia

Job Satisfaction by Training: partecipa alla ricerca sulla soddisfazione lavorativa!

L’importanza dell’apprendimento in ambito lavorativo, inteso come un impegno che deve essere continuo nel corso della vita professionale di ciascuno, è per gli studenti come me, di un indirizzo formativo aziendale, una costante della maggior parte delle lezioni affrontate durante gli anni universitari.   Eppure, soprattutto in Italia, non si

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 4,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Messaggio pubblicitario