Maggior rischio di malattie mentali nei figli nati da padri in età avanzata

I figli nati da padri over 45 abbiano, rispetto a figli nati da padri di 20-24 anni, un rischio maggiore di sviluppare alcune malattie mentali...

ID Articolo: 40714 - Pubblicato il: 05 marzo 2014
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

L’orologio biologico umano con il suo ticchettare scandisce il tempo a disposizione per appagare il desiderio di genitorialità: di fronte agli aspiranti genitori in età avanzata si agita infatti lo spettro della menopausa e del rischio aumentato che i propri futuri figli nascano affetti da malformazioni congenite; ma non solo.

Il journal JAMA Psychiatry ha recentemente pubblicato lo studio di un team di ricerca guidato da Brian M. D’Onofrio dell’Indiana University che ha osservato come figli nati da padri over 45 abbiano, rispetto a figli nati da padri di 20-24 anni, un rischio maggiore di sviluppare alcune malattie mentali quali psicosi, autismo, disturbo bipolare, disturbo da deficit attentivo, nonché di avere maggiori difficoltà scolastiche e una maggior tendenza all’abuso di sostanze.

Lo studio ha preso in considerazione un vastissimo campione composto da 2,6 milioni di persone nate in Svezia dal 1973 al 2001 ed è stato condotto in maniera molto rigorosa ed accurata: nonostante i ricercatori abbiano controllato per qualsiasi variabile venisse loro in mente (età della madre, livello di istruzione dei genitori, reddito, etc.), le analisi dei dati hanno sempre mostrato un chiaro pattern di aumento di rischio di sviluppare malattie mentali con l’aumentare dell’età paterna.

Come si spiega questo aumento di rischio?

Una delle ipotesi più plausibili potrebbe essere la seguente: a differenza delle donne che nascono con un numero prestabilito di ovuli, negli uomini vi è una continua produzione di spermatozoi e quindi si verificano molti più cicli di duplicazione del DNA rispetto alla gametogenesi femminile. Un maggior numero di cicli di duplicazione implica un aumento della possibilità che si verifichino degli errori casuali (mutazioni de novo) che si accumulano di ciclo in ciclo: più si va avanti con l’età quindi, maggiori sono le mutazioni de novo a cui si va incontro e che si trasmetteranno alla propria prole. La maggior parte di queste mutazioni sono innocue, ma alcune sono state collegate a disturbi mentali. Ciononostante il contributo delle mutazioni de novo al rischio di sviluppare disturbi mentali è probabilmente piuttosto ridotto rispetto ad altri fattori e la vera sfida futura è proprio questa, riuscire a comprendere quali altre variabili entrano in gioco nel determinare le differenze di rischio tra i figli nati da genitori giovani e figli nati da genitori in là con l’età.

ARTICOLI SU GENETICA E PSICHE


The new report, which looked at many mental disorders in Sweden, should inflame the debate, if not settle it, experts said. Men have a biological clock of sorts because of random mutations in sperm over time, the report suggests, and the risks associated with later fatherhood may be higher than previously thought. The findings were published on Wednesday in the journal JAMA Psychiatry.

“This is the best paper I’ve seen on this topic, and it suggests several lines of inquiry into mental illness,” said Dr. Patrick F. Sullivan, a professor of genetics at the University of North Carolina, who was not involved in the research. “But the last thing people should do is read this and say, ‘Oh no, I had a kid at 43, the kid’s doomed.’ The vast majority of kids born to older dads will be just fine.”

 

Mental Illness Risk Higher for Children of Older Fathers, Study Finds

Consigliato dalla Redazione

rischio malattie mentali figli nati da padri età avanzata Immagine - © Matthew Cole - Fotolia.com -2
Children born to middle-aged men are more likely than those born to younger fathers to develop any of a range of mental difficulties (…)
Tratto da: New York Times

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Articoli su: Gravidanza & Genitorialità

Io sono Iron Man, l’uomo di ferro con il cuore fragile – La LIBET nelle narrazioni
Psicologia Psicoterapia

Io sono Iron Man, l’uomo di ferro con il cuore fragile – La LIBET nelle narrazioni

Tony Stark era un bambino pervaso da sensazioni di non amabilità e di non essere mai abbastanza che crescendo ha sviluppato delle strategie volte alla continua ricerca di gratificazione e di successo e all’evitamento di relazioni profonde e stabili, con lo scopo di stare lontano da questa sofferenza. La LIBET nelle

Aspetti psicologici e esperienze di cura nella maternità omogenitoriale delle donne lesbiche con l’utilizzo delle nuove tecnologie riproduttive
Psicologia

Aspetti psicologici e esperienze di cura nella maternità omogenitoriale delle donne lesbiche con l’utilizzo delle nuove tecnologie riproduttive

Gli studi condotti sulla omogenitorialità si sono focalizzati principalmente sulle abilità genitoriali e il benessere psicologico dei bambini (APA, 2005; Short et al., 2007). Ciò su cui invece si è poco discusso, sebbene ci sia stato un aumento degli studi che si concentrano sulla popolazione LGBTQ, è la comunità lesbica, che rimane

Le competenze genitoriali in donne vittime di violenza
Psicologia

Le competenze genitoriali in donne vittime di violenza

Uno stile familiare caratterizzato da violenza di genere influenza la quotidianità dei figli, qualificandosi come una modalità relazionale pervasiva e prevaricante che influenza il pensiero e il modo di relazionarsi del bambino, provocando un apprendimento distorto circa lo stare insieme e le relazioni affettive e interpersonali. Concetta Di Gioia e

Lion. La strada verso casa – La LIBET nelle narrazioni
Psicologia Psicoterapia

Lion. La strada verso casa – La LIBET nelle narrazioni

L’appassionante storia di Saroo, un ragazzo indiano alla disperata ricerca delle proprie origini dopo il processo d’invalidazione che manda in crisi il suo piano semiadattivo prudenziale di evitamento del tema doloroso. La LIBET nelle narrazioni – (Nr. 11) Lion   Attenzione, l’articolo può contenere spoiler! Lion è un film del 2017

L’umore della madre durante la gravidanza influenza il sistema immunitario della prole?
Neuroscienze Psicologia

L’umore della madre durante la gravidanza influenza il sistema immunitario della prole?

Una ricerca pediatrica condotta dall’università di Alberta, ha riscontrato che la salute mentale della donna durante la gravidanza influisce sullo sviluppo del sistema immunitario del bambino (Kang, 2020).   Prima di questo studio, era già noto in letteratura che ci fosse un collegamento tra lo stato mentale della madre in

Il pregiudizio in Italia sulle coppie genitoriali dello stesso sesso: uno studio esplorativo
Psicologia

Il pregiudizio in Italia sulle coppie genitoriali dello stesso sesso: uno studio esplorativo

Il ‘same-sex parenting’ si riferisce sia a quelle situazioni familiari nelle quali è presente un solo genitore omosessuale sia a quelle in cui vi siano due genitori dello stesso sesso all’interno dell’unità familiare (Eleutereri et al. 2012).   Recentemente, diversi studi sull’omogenitorialità hanno dimostrato che non ci sono differenze rilevanti

Siamo qui per te. Come costruire un attaccamento sicuro dalla gravidanza ai quattro anni (2018) – Recensione del libro
Psicologia

Siamo qui per te. Come costruire un attaccamento sicuro dalla gravidanza ai quattro anni (2018) – Recensione del libro

Essere genitori, si dice non a torto, è il mestiere più difficile al mondo. Nel testo Siamo qui per te le autrici, due psicoterapeute e una pediatra, mettono la propria esperienza in materia al servizio dei lettori per offrire suggerimenti e spunti di riflessione alle mamme e ai papà che desiderano

La disponibilità emotiva e le Emotional Availability Scales
Psicologia

La disponibilità emotiva e le Emotional Availability Scales

La disponibilità emotiva è un’integrazione tra la teoria dell’attaccamento e il concetto della sensibilità materna. I primi ad usare questo termine furono Mahler, Pine e Bergman nel 1975, per descrivere l’atteggiamento supportivo e presente della madre nella relazione diadica tra madre e figlio.   Una relazione sana, infatti, permette al

Il giardino delle vergini suicide: un esempio di suicidio in adolescenza
Psicologia

Il giardino delle vergini suicide: un esempio di suicidio in adolescenza

Il giardino delle vergini suicide di Sofia Coppola (1999), tratto dall’omonimo romanzo di Jeffrey Eugenides ripercorre la catena di suicidi delle sorelle Lisbon, cinque adolescenti di età compresa tra i 13 e i 17 anni, costrette a restare in casa per volontà della madre iperprotettiva.   Attenzione – L’articolo può

Quando il comportamento di mio figlio può essere definito ‘problema’?
Psicologia

Quando il comportamento di mio figlio può essere definito ‘problema’?

Quando il comportamento di mio figlio può essere definito ‘problema’? Quando possiamo parlare di vivacità e sana energia vitale e quando invece il comportamento merita un’attenzione in più?   Queste domande sono molto frequenti tra i genitori, che spesso, tra dubbi, ansie, paure e momenti di frustrazione, legati al complesso

La genitorialità incarcerata
Psicologia

La genitorialità incarcerata

La vita prima del carcere diviene un ricordo lontano e la vita dentro la prigione diviene la nuova realtà con cui fare i conti. Questo cambiamento non è lineare, soprattutto se si è genitori.   Il penitenziario deve rispettare i diritti inviolabili dell’uomo, nonostante rimanga una struttura detentiva. Il secondo

Le bugie dei genitori e gli effetti sul funzionamento psicosociale dei figli
Psicologia

Le bugie dei genitori e gli effetti sul funzionamento psicosociale dei figli

In tutte le culture viene messa molta enfasi nell’insegnare l’onestà ai bambini, tuttavia è altrettanto noto come sia estremamente comune che i genitori ricorrano a menzogne di vario genere per ottenere comportamenti desiderati dai loro figli. Quali sono le conseguenze di tale tendenza sul funzionamento psicosociale di questi ultimi?  

La “buona madre” e il mal-essere materno. Una riflessione sugli aspetti negativi della maternità
Psicologia

La “buona madre” e il mal-essere materno. Una riflessione sugli aspetti negativi della maternità

Il pensiero della Buona Madre ci riporta alla mente, inevitabilmente, quello della Cattiva Madre. Ovvero, l’aspetto ombra di un negativo presente in ognuno di noi, che nella madre assume connotati malefici, proprio in virtù del potere generativo di colei che in quanto dona la vita, non può sopprimerla, tantomeno attraverso

Adozione infantile e salute mentale in età adulta: il ruolo dell’interazione tra genetica e ambiente
Psicologia

Adozione infantile e salute mentale in età adulta: il ruolo dell’interazione tra genetica e ambiente

Eventi avversi durante l’infanzia sono stati associati a condizioni di salute mentale negative in età adulta. L’adozione nelle prime fasi di vita è un possibile esempio di esposizione alle avversità.   E’ stato dimostrato, infatti, che gli individui adottati nella prima infanzia hanno maggiori probabilità di sviluppare problemi di salute

La complessità del ruolo genitoriale
Psicologia

La complessità del ruolo genitoriale

Immaginate la freccia del tempo al centro di una ruota della fortuna. Alle ore 6 indica passato, alle ore 12 indica futuro. Ruotatela, trattenete il respiro, aspettate che si fermi. Che ora indica? Ripetete il tentativo fino a che la freccia si ferma sulla meridiana: ore 12, futuro. Ecco, in

Skin-to-skin contact o marsupioterapia: il ruolo del contatto cutaneo tra mamma e bambino prematuro sulla qualità delle loro interazioni
Psicologia

Skin-to-skin contact o marsupioterapia: il ruolo del contatto cutaneo tra mamma e bambino prematuro sulla qualità delle loro interazioni

Un recente studio si è proposto di indagare le potenziali differenze nella qualità delle interazioni tra i bambini e le loro madri, dopo aver seguito due differenti modalità di marsupioterapia, volendo inoltre chiarire se ad un maggior tempo di contatto corrispondessero in effetti interazioni qualitativamente migliori.   La gestazione della

Dalla rappresentazione cognitivo-affettiva durante la gravidanza alla relazione madre-bambino: mentalizzazione, funzione riflessiva e mind-mindedness
Psicologia

Dalla rappresentazione cognitivo-affettiva durante la gravidanza alla relazione madre-bambino: mentalizzazione, funzione riflessiva e mind-mindedness

Dagli anni novanta studiosi psicoanalisti hanno esaminato la relazione tra stati mentali e caregiving proponendo la presenza di processi cognitivo-affettivi e relazionali e portando all’individuazione di tre costrutti: mentalizzazione, funzione riflessiva (genitoriale) e mind-mindedness. Silvia Locatelli – OPEN SCHOOL, Psicoterapia Cognitiva e Ricerca Bolzano   Durante la gravidanza vi sono

Fobia scolare: qual è il ruolo dei genitori nel prevenire la dispersione scolastica?
Psicologia

Fobia scolare: qual è il ruolo dei genitori nel prevenire la dispersione scolastica?

Spesso il contesto scolastico e i suoi risvolti vengono vissuti in modo molto stressante e accompagnati da intensa ansia e preoccupazione sia dagli studenti che dai loro genitori. L’atteggiamento di questi ultimi, tuttavia, se modificato, è in grado di limitare la fobia nei confronti della scuola dei figli.   Con

Soddisfazione coniugale: impatto dei tratti di personalità, ansia e depressione nelle donne in gravidanza
Psicologia

Soddisfazione coniugale: impatto dei tratti di personalità, ansia e depressione nelle donne in gravidanza

Un recente studio ha indagato i fattori che contribuiscono alla soddisfazione coniugale, prendendo in considerazione come ansia, depressione e profili di personalità possano influenzare questo aspetto durante la gravidanza.   L’importanza della valutazione della soddisfazione coniugale e dei fattori associati non può essere trascurata. La soddisfazione coniugale, infatti, determina la

I capricci dei bambini
Psicologia

I capricci dei bambini

Comunemente considerati come comportamenti oppositivi di ‘non obbedienza’ i capricci rappresentano qualcosa di più profondo, un tentativo del bambino di comunicare il suo malessere nell’hic et nunc, e come tali vanno indagati per darvi il giusto significato.   Cos’è un capriccio? Normalmente si utilizza il termine capriccio per intendere un

VOTA L'ARTICOLO
(Nessun voto)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Riviste scientifiche

Messaggio pubblicitario