inTherapy

Antonino Ferro: Alle origini dell’esperienza psichicha

Psicoanalisi - XVII Congresso Nazionale della SPI - Tre domande per il Congresso: risponde il Presidente della SPI Antonino Ferro

ID Articolo: 39507 - Pubblicato il: 10 febbraio 2014
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

 

La Redazione di State of Mind consiglia la lettura di questo contenuto:

 

A pochi giorni dal 17esimo Congresso della SPI, Società Psicoanalitica Italiana, Antonino Ferro risponde a 3 domande sullo stato attuale della Psicoanalisi e le direzioni future.

La psicoanalisi a mio avviso si trova a un bivio: o diventare sempre più di nicchia con i limitati casi di applicabilità classicamente descritti e di cui il “paziente nevrotico” era il fulcro oppure fare un salto di modello ed aprirsi verso tutte le forme di sofferenza mentale (pazienti borderline, psicotici, psicosomatici e soprattutto andando verso l’infantile, la psicoanalisi della coppia, della famiglia, dei gruppi istituzionali). Al tempo stesso ritengo fondamentale l’aprirsi  a nuovi setting, come quello delle consultazioni  prolungate, ad esempio le consultazioni con i bambini di 0-2 anni: l’apertura a fasce di età prima non pensabili sarà il nostro futuro.

Io posso aggiungere dove la psicoanalisi potrebbe auspicabilmente andare secondo me: potrebbe smettere di essere caratterizzata da ortodossie  o da supposte élites  capaci di pronunciarsi su tutto e qualificarsi invece come il più efficace –a tuttora conosciuto- strumento di terapia e di alleviamento della sofferenza psichica…

 

Alle origini dell’esperienza psichichaConsigliato dalla Redazione

Società Psicoanalitica Italiana - Rivista Online -SPIWEB - logo
XVII Congresso Nazionale della SPI – Tre domande per il Congresso: risponde il Presidente della SPI Antonino Ferro  (…)

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Articoli di State of Mind sulla Psicoanalisi e le Terapie Psicodinamiche

Analisi della psicologia di Will Hunting – Genio ribelle
Cultura Psicologia

Analisi della psicologia di Will Hunting – Genio ribelle

Will Hunting è un film del 1997, con Matt Damon e Robin Williams. Il film ha come protagonista un ragazzo, un genio della matematica e una persona particolarmente acculturata, che ha conoscenze che spaziano dalla filosofia fino alla bio-chimica.   Anziché sfruttare il suo talento però, Will passa il suo

La pulsione aggressiva e la guerra in psicoanalisi (2021) di M. Rivardo e M. Muzio Treccani – Recensione
Psicologia Psicoterapia

La pulsione aggressiva e la guerra in psicoanalisi (2021) di M. Rivardo e M. Muzio Treccani – Recensione

Il ruolo dell’aggressività viene posto in primo piano in La pulsione aggressiva e la guerra in psicoanalisi, che afferma come all’interno di un setting terapeutico, possa aver luogo una guerra, portata avanti con vigore narcisistico da parte del paziente che si nega alla guarigione.   Il testo di Muzio Treccani e Rivardo

La solitudine che è in noi: un’esperienza esistenziale di profonda libertà e potenziale creativo
Psicologia Psicoterapia

La solitudine che è in noi: un’esperienza esistenziale di profonda libertà e potenziale creativo

Gli individui sono spesso isolati dagli altri o da parti di loro stessi, ma ciò non va confuso con la solitudine esistenziale. Essa si riferisce ad un abisso incolmabile tra un individuo e ogni altro essere, ma anche ad un isolamento più fondamentale, una separazione tra l’individuo e il mondo.

Forze del destino. Psicoanalisi e idioma umano – Recensione del libro
Psicologia

Forze del destino. Psicoanalisi e idioma umano – Recensione del libro

Bollas nel suo volume Forze del destino. Psicoanalisi e idioma umano presenta il suo tentativo di integrare, confrontare, di spingersi oltre l’orizzonte conoscitivo sino a questo momento conquistato.   Cristopher Bollas, psicoanalista britannico, noto per i numerosi contributi nel panorama psicoanalitico internazionale, ci presenta Forze del destino. Psicoanalisi e idioma

La pulsione aggressiva e la guerra in psicoanalisi (2021) – Recensione del libro
Psicologia

La pulsione aggressiva e la guerra in psicoanalisi (2021) – Recensione del libro

Diviso in tre sezioni, Casi clinici, Aspetti della decisione nell’analisi dei bambini e La teoria nella clinica, La pulsione aggressiva e la guerra in psicoanalisi offre un cambio di prospettiva sulle differenti vicende esposte.   Il sapere della pulsione concorre a determinare la realtà per l’inconscio, che non coincide con

Lo stato mentale di coppia. Il modello Tavistock Relationships (2021) – Recensione
Psicoterapia

Lo stato mentale di coppia. Il modello Tavistock Relationships (2021) – Recensione

Morgan nel volume Lo stato mentale di coppia ripropone le nozioni fondamentali della psicoanalisi e mostra come vanno utilizzate per comprendere le fondamenta inconsce della relazione di coppia.   Mary Morgan è una psicoanalista e psicoterapeuta psicoanalitica di coppia, membro della British Psychoanalytical Society, di Tavistock Relationships e della Polish Society for

Abuso infantile e psicoterapia: quale approccio risulta essere il più efficace?
Psicoterapia

Abuso infantile e psicoterapia: quale approccio risulta essere il più efficace?

I bambini reagiscono in modo diversificato all’abuso, in quanto alcuni di essi non mostrano effetti negativi, mentre altri sviluppano gravi sintomi psichiatrici. Messi Francesca e Miotto Cristina – OPEN SCHOOL Psicoterapia Cognitiva e Ricerca, Mestre   Cosa si intende per abuso infantile? Per abuso nell’infanzia si intende ogni atto rivolto al

Forze del destino (2021) di Christopher Bollas – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Forze del destino (2021) di Christopher Bollas – Recensione del libro

Tra gli oggetti di ricerca privilegiati di Bollas rimangono il tema delle origini del vero sé e della funzione dell’esperienza psicoanalitica, in particolare quello sui rapporti oggettuali nel transfert e nel controtransfert, in grado di far rivivere con il linguaggio ciò che è conosciuto ma non ancora pensato. Proprio ad

L’interpretazione psicodinamica del feticismo
Psicologia

L’interpretazione psicodinamica del feticismo

Freud definisce il feticismo una vittoria del pensiero sul reale, un paradosso implicito che afferma ciò che al contempo nega, una realtà minacciosa che, anziché rielaborata in modalità funzionale, viene liquidata con uno strumento allucinatorio. Con un fantasma, tanto efficace quanto immaginario (1927).   Nel feticismo l’eccitazione sessuale viene rivolta

Il “genitore nascosto” nei bambini adottati
Psicologia

Il “genitore nascosto” nei bambini adottati

Jolowicz (1946, cit. in Bowlby, 1963) ha coniato il termine “genitore nascosto” in riferimento all’influenza esercitata da un genitore con il quale i figli hanno avuto scarsi – o nessun contatto affettivo.   È tipico dei bambini approcciarsi alla figura del genitore con intento identificativo, volto ad interiorizzare parti della

Ucronia Beckiana: e se fosse rimasto psicoanalista? – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 7
Attualità Psicoterapia

Ucronia Beckiana: e se fosse rimasto psicoanalista? – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 7

Si immagina cosa sarebbe accaduto, in un Marvel Psychotherapeutic Multiverse, se Beck fosse rimasto psicoanalista.   Marvel Psychotherapeutic Multiverse: e se Beck fosse rimasto psicoanalista? Concludiamo queste riflessioni immaginando un’ucronia, un universo parallelo, un Marvel Psychotherapeutic Multiverse in cui Beck è rimasto psicoanalista. A questo punto della storia diventa quasi

Beck tra standardizzazione dei trattamenti e relazione paritaria col paziente – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 4
Attualità Psicoterapia

Beck tra standardizzazione dei trattamenti e relazione paritaria col paziente – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 4

Il racconto di come la psicoterapia cognitiva di Beck appartenesse alla prima generazione di trattamenti psicoanalitici relazionali.   Il manuale fu elaborato da un gruppo di lavoro che collaborava pariteticamente scambiando in continuazione idee, esempi, simulazioni di interventi e osservazioni critiche. Questo metodo di lavoro si rifletteva sulla pratica clinica

Assenza… più acuta presenza – Diario di viaggio con un gruppo intermedio fuori dai confini nazionali
Psicologia Psicoterapia

Assenza… più acuta presenza – Diario di viaggio con un gruppo intermedio fuori dai confini nazionali

In questo articolo racconto la frequenza in un gruppo intermedio che si riunisce a Londra cinque fine settimana l’anno. Il gruppo intermedio, che si colloca tra il piccolo gruppo di 7-8 persone e quello grande di oltre 30, pone la sua attenzione principalmente sulla cultura, le interazioni e i miti

Beck cognitivista: un’altra storia – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 2
Attualità Psicoterapia

Beck cognitivista: un’altra storia – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 2

Il racconto di come Beck iniziò a diventare cognitivista negli anni ’60 ma arrivò ad esserlo solo nel 1975.   Sebbene Beck non abbia mai cercato attivamente di rompere con la psicoanalisi organizzata e sebbene dagli anni ‘60 abbia iniziato a formulare il modello cognitivo della depressione mentre era ancora

La radice psicoanalitica di Beck – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 1
Attualità Psicoterapia

La radice psicoanalitica di Beck – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 1

Il racconto di come Beck rimase psicoanalista fino al 1975, appena un anno prima di pubblicare il suo manuale di terapia cognitiva per la depressione   Beck non era quell’ex-comportamentista che a volte abbiamo finto che fosse, quello che comprese che tra lo stimolo e la risposta c’è il mediatore

Recensione del film “Il Divin Codino” – Una riflessione psicoanalitica
Attualità Psicologia

Recensione del film “Il Divin Codino” – Una riflessione psicoanalitica

Il 26 maggio di quest’anno, dopo un’ampia campagna pubblicitaria, è stato distribuito su Netflix Il Divin Codino, film dedicato al celebre calciatore Roberto Baggio.   Interpretato da un attore sorprendentemente identico, Andrea Arcangeli, accompagnato da un’esplosiva colonna sonora cantata da Diodato, presentato al pubblico a valle di un anno calcistico

Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia? (2021) di Manfred Lutz
Psicologia Psicoterapia

Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia? (2021) di Manfred Lutz

Nell’opera biografica Dottor Kernberg, a cosa serve la psicoterapia?, lo psicoterapeuta Manfred Lutz intervista uno degli psicoanalisti più famosi, Otto Kernberg, alternando domande di vita personale ad interessanti questioni cliniche e ideologiche.   Kernberg si occupa di clinica da più di sessantacinque anni ed è uno dei maggiori esperti di disturbi

Psicodinamica e letteratura: Rosso Malpelo (1880) di Giovanni Verga
Cultura Psicologia

Psicodinamica e letteratura: Rosso Malpelo (1880) di Giovanni Verga

Rosso Malpelo tratta la storia di un ragazzo destinato a lavorare nelle cave, dove si sporca di terra e di polvere, ingoiate insieme alla tristezza, alla rabbia e al pane secco che addenta, proprio come una bestia, durante le poche interruzioni dal lavoro.    Scrivendo di Rosso Malpelo il Verga deve

Le emozioni nelle organizzazioni: un possibile sguardo psicodinamico
Psicologia

Le emozioni nelle organizzazioni: un possibile sguardo psicodinamico

Quando nelle organizzazioni viene a mancare la capacità di mentalizzazione, si determina un’impossibilità di elaborare le emozioni, di attribuire senso all’esperienza e, probabilmente, la sua rappresentazione mentale del contesto organizzativo avrà come oggetto un luogo di frustrazione, incertezza, minaccia.   Nonostante il vecchio cliché sull’ambiente lavorativo come luogo privo di

Il contributo di Wilfred Bion agli sviluppi del concetto di identificazione proiettiva
Psicologia Psicoterapia

Il contributo di Wilfred Bion agli sviluppi del concetto di identificazione proiettiva

Wilfred Bion ha rielaborato l’originario concetto kleiniano di identificazione proiettiva, trasformandolo da meccanismo psichico primitivo a concetto che delinea un processo interpersonale   Il concetto di identificazione proiettiva venne descritto nel 1946 da M. Klein, in “Note su alcuni meccanismi schizoidi”. Ipotizzando l’esistenza di una posizione schizoide normale già nei

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Messaggio pubblicitario