Messaggio pubblicitario PERFORMAT SRL BANNER 2020-02

Antonino Ferro: Alle origini dell’esperienza psichicha

Psicoanalisi - XVII Congresso Nazionale della SPI - Tre domande per il Congresso: risponde il Presidente della SPI Antonino Ferro

ID Articolo: 39507 - Pubblicato il: 10 febbraio 2014
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

 

La Redazione di State of Mind consiglia la lettura di questo contenuto:

 

A pochi giorni dal 17esimo Congresso della SPI, Società Psicoanalitica Italiana, Antonino Ferro risponde a 3 domande sullo stato attuale della Psicoanalisi e le direzioni future.

La psicoanalisi a mio avviso si trova a un bivio: o diventare sempre più di nicchia con i limitati casi di applicabilità classicamente descritti e di cui il “paziente nevrotico” era il fulcro oppure fare un salto di modello ed aprirsi verso tutte le forme di sofferenza mentale (pazienti borderline, psicotici, psicosomatici e soprattutto andando verso l’infantile, la psicoanalisi della coppia, della famiglia, dei gruppi istituzionali). Al tempo stesso ritengo fondamentale l’aprirsi  a nuovi setting, come quello delle consultazioni  prolungate, ad esempio le consultazioni con i bambini di 0-2 anni: l’apertura a fasce di età prima non pensabili sarà il nostro futuro.

Io posso aggiungere dove la psicoanalisi potrebbe auspicabilmente andare secondo me: potrebbe smettere di essere caratterizzata da ortodossie  o da supposte élites  capaci di pronunciarsi su tutto e qualificarsi invece come il più efficace –a tuttora conosciuto- strumento di terapia e di alleviamento della sofferenza psichica…

 

Alle origini dell’esperienza psichichaConsigliato dalla Redazione

Società Psicoanalitica Italiana - Rivista Online -SPIWEB - logo
XVII Congresso Nazionale della SPI – Tre domande per il Congresso: risponde il Presidente della SPI Antonino Ferro  (…)

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Articoli di State of Mind sulla Psicoanalisi e le Terapie Psicodinamiche

Sull’isteria maschile – Le origini
Psicologia

Sull’isteria maschile – Le origini

A partire dal XVI secolo, grazie alla scoperta di alcuni medici che attribuirono l’insorgenza dell’isteria al malfunzionamento del sistema nervoso, venne abbandonata l’idea che l’isteria fosse una malattia esclusivamente rivolta al genere femminile portando all’attenzione anche l’isteria maschile.   Il collegamento tra disturbo isterico e genere femminile appare da sempre

Il trattamento multidisciplinare dei disturbi alimentari di tipo non nevrotico
Psicologia Psicoterapia

Il trattamento multidisciplinare dei disturbi alimentari di tipo non nevrotico

La domanda di un soggetto che soffre di disturbi del comportamento alimentare implica una mobilitazione di risorse e competenze che devono sapersi costituire in rete in maniera stabile e continuativa nel tempo. La multidisciplinarietà dell’intervento, punto oggi imprescindibile, passa per una rigorosa divisione dei saperi.   Nella maggioranza dei casi,

Che fine ha fatto l’isteria?
Psichiatria Psicologia

Che fine ha fatto l’isteria?

Le discussioni tra Freud e Breuer intorno all’isteria in generale, e al caso di Anna O. in particolare, fanno da protagoniste ad un dibattito che, a partire dalle prime concettualizzazioni di Charcot, a distanza di un secolo non si è mai placato, nonostante la moderna psichiatria la vorrebbe ormai una

L’In-coscienza di Greta
Attualità Psicologia

L’In-coscienza di Greta

Attraverso l’immagine di Greta Thunberg si ripropone, e allo stesso tempo si rinnova radicalmente, il tradizionale motivo archetipico del Fanciullo.   Una delle figure più discusse, celebrate ed osteggiate della contemporaneità, ha il volto biondo e levigato di una ragazzina appena diciassettenne. Più ancora che di Trump e di Kim

Silenzio ed espressione dell’inconscio: il silenzio comunicativo nella seduta psicoanalitica
Psicologia Psicoterapia

Silenzio ed espressione dell’inconscio: il silenzio comunicativo nella seduta psicoanalitica

Attualmente il ruolo scientifico e culturale del silenzio è tornato ad essere soggetto di interesse e di studio. Uno dei silenzi che sta attraendo nuovamente la curiosità, del quale parleremo nell’articolo, è quello nella seduta psicoanalitica   Il silenzio, nella sua definizione di evitamento del rumore superfluo derivato dalle innovazioni

Il transfert nel trattamento dei disturbi gravi di personalità: dialogo con Otto Kernberg – Report
Psicologia

Il transfert nel trattamento dei disturbi gravi di personalità: dialogo con Otto Kernberg – Report

Lo scorso 14 dicembre il CdPR – Centro di Psicoanalisi Romano – ha organizzato una giornata di studio incentrata sul ruolo esercitato dal transfert nel trattamento dei disturbi gravi di personalità, con protagonista Otto Kernberg.   Dopo i saluti iniziali del Prof. Meterangelis, presidente del CdPR, il Prof. Kernberg comincia il proprio intervento con

L’Illusione del rischio zero: la risposta radicale della psiche umana all’incertezza
Attualità Psicologia

L’Illusione del rischio zero: la risposta radicale della psiche umana all’incertezza

L’essere umano ha sviluppato vari meccanismi di difesa psichica per affrontare la paura dell’ignoto e per mantenere intatta la salute mentale nei confronti dei paradossi Reali. Tuttavia alcuni di questi meccanismi possono ritorcersi contro il soggetto.   In questo articolo si affronta l’illusione del rischio zero, basata sul rifiuto completo

Psicoanalisi, critiche e dibattiti: in risposta a Corbellini
Psicoterapia

Psicoanalisi, critiche e dibattiti: in risposta a Corbellini

Stare dalla parte della psicoanalisi e degli psicoanalisti significa impedire che si insinui quel soffio generatore di un’atmosfera paranoica e cospiratrice che, guidando la mano in un riflesso condizionato, porta a negare le diverse critiche che ci prendono di mira. Chiunque tiri un sasso contro il nostro studio cerca in

Riflessioni meta-cognitive dello psichiatra psicoterapeuta sul metodo della consultazione terapeutica bi-sistemica singola: domande sistematiche, ‘skilled intuition’ e interpretazione precoce
Psichiatria Psicoterapia

Riflessioni meta-cognitive dello psichiatra psicoterapeuta sul metodo della consultazione terapeutica bi-sistemica singola: domande sistematiche, ‘skilled intuition’ e interpretazione precoce

Il processo duale (intuizione ed analisi) come fulcro della consultazione terapeutica bi-sistemica singola (CTBS) e della comprensione psicoanalitica secondo Theodor Reik. Il presente articolo segue ad altri due contributi dell’autore, precedentemente pubblicati su State of Mind: 1- Dalla prima visita psichiatrica alla consultazione terapeutica bi-sistemica singola 2- Theodor Reik e

Theodor Reik e la comprensione psicoanalitica
Psicologia Psicoterapia

Theodor Reik e la comprensione psicoanalitica

Il processo duale (intuizione ed analisi) come fulcro della consultazione terapeutica bi-sistemica singola e della comprensione psicoanalitica secondo Theodor Reik. Il presente articolo è il secondo, in ordine di pubblicazione, dei tre contibuti sul tema scritti dallo stesso autore e pubblicati da State of Mind. Il primo e il terzo contributo

Dalla prima visita psichiatrica alla consultazione terapeutica bi-sistemica singola
Psichiatria Psicoterapia

Dalla prima visita psichiatrica alla consultazione terapeutica bi-sistemica singola

Il processo duale (intuizione ed analisi) come fulcro della consultazione terapeutica bi-sistemica singola e della comprensione psicoanalitica secondo Theodor Reik. Al presente articolo seguono altri due importanti contibuti dell’autore sul tema: 2 – Theodor Reik e la comprensione psicoanalitica 3 – Riflessioni meta-cognitive dello psichiatra psicoterapeuta sul metodo della consultazione

La terapia con le fiabe
Psicologia Psicoterapia

La terapia con le fiabe

Nel variegato panorama delle psicoterapie si sta facendo spazio, già da qualche anno, la pratica della fiaba terapia, ovvero la cura dei disagi psicologici attuata mediante la produzione, l’interpretazione, il racconto e la drammatizzazione di episodi attingenti al mondo fiabesco.    La fiaba terapia è una modalità terapeutica che stimola

Terapia carceraria: l’uso delle lettere d’addio in psicoterapia nelle donne con condotte di autolesionismo
Psicologia Psicoterapia

Terapia carceraria: l’uso delle lettere d’addio in psicoterapia nelle donne con condotte di autolesionismo

Il presente studio qualitativo è stato il primo ad analizzare l’impatto delle lettere di addio su donne detenute che presentano condotte di autolesionismo. Nelle carceri femminili del Regno Unito vi sarebbero percentuali allarmanti di autolesionismo.   Gli interventi e i trattamenti di prevenzione per l’autolesionismo nelle popolazioni comunitarie non hanno

La terapia personale nel percorso di formazione specialistica dello psicoterapeuta: centralità formativa o scelta soggettiva?
Psicoterapia

La terapia personale nel percorso di formazione specialistica dello psicoterapeuta: centralità formativa o scelta soggettiva?

La competenza terapeutica non è data solo dalla formazione tecnica assunta negli anni di specializzazione, ma sostanzialmente essa si costruisce dall’integrazione di formazione, modello, carattere del terapeuta.   Ogni modello terapeutico, basandosi su assunti teorici e tecniche diverse, punta a obiettivi terapeutici complessi e apparentemente divergenti. La competenza terapeutica non

Gli Junghiani. Una prospettiva storica e comparata, di Thomas B. Kirsch – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Gli Junghiani. Una prospettiva storica e comparata, di Thomas B. Kirsch – Recensione del libro

La storia della psicologia analitica dopo Jung non ha ricevuto una grande attenzione da parte degli specialisti; quindi l’uscita in italiano del volume Gli Junghiani. Una prospettiva storica e comparata di T. B. Kirsch (sia pure con forte ritardo, rispetto all’edizione originale) va salutata con grande interesse.   In effetti esisteva in precedenza

Ma davvero la psicoanalisi è inutile come l’omeopatia? – Il commento del Prof. Paolo Moderato all’articolo de L’Espresso
Attualità Psicologia Psicoterapia

Ma davvero la psicoanalisi è inutile come l’omeopatia? – Il commento del Prof. Paolo Moderato all’articolo de L’Espresso

L’ennesima critica alla psicoanalisi? Uffa! La solita storia che non è scientifica? Gli psicoanalisti fanno spallucce? Che la psicoanalisi sia accusata di non essere scientifica non è una novità. Gli psicoanalisti hanno sempre puntato molto sulla loro diversità epistemologica, “diversamente scientifici“ dicono spesso di essere…   L’ennesima critica alla psicoanalisi?

Jung e Neumann. Psicologia analitica in esilio. Il carteggio 1933-1959 – Recensione del libro II parte
Psicologia

Jung e Neumann. Psicologia analitica in esilio. Il carteggio 1933-1959 – Recensione del libro II parte

Se Jung è considerato il caposcuola della psicologia analitica, Neumann fu certamente uno dei suoi più importanti allievi e seguaci. Il rapporto tra i due iniziò nel 1933, quando Jung era già affermato (aveva 58 anni), Neumann (che ne aveva 28) si proponeva di diventare analista e Hitler in Germania

Jung e Neumann. Psicologia analitica in esilio. Il carteggio 1933-1959 – Recensione del libro
Psicologia

Jung e Neumann. Psicologia analitica in esilio. Il carteggio 1933-1959 – Recensione del libro

Nel quadro generale della Jung-Renaissance, la pubblicazione del carteggio tra Carl Gustav Jung e Erich Neumann rappresenta un evento importante per i cultori della psicologia analitica. Costituisce infatti una testimonianza dell’intenso rapporto tra Jung e colui che viene quasi universalmente riconosciuto come il suo più importante allievo.   Quella che

La dittatura del godimento: il disagio della società postmoderna (2018) di D. Luciani – Recensione del libro
Psicologia

La dittatura del godimento: il disagio della società postmoderna (2018) di D. Luciani – Recensione del libro

Daniele Luciani, psicologo e psicoanalista di stampo lacaniano, nel testo La dittatura del godimento: il disagio della società postmoderna (2018) racconta il disagio dell’uomo contemporaneo attraverso un’analisi dei cambiamenti che hanno caratterizzato il passaggio dall’epoca moderna a quella attuale.   Diversamente da quanto accade oggi, gli esseri umani nell’epoca moderna

Erotismo e aggressività nei disturbi gravi di personalità (2019) di Otto Kernberg – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Erotismo e aggressività nei disturbi gravi di personalità (2019) di Otto Kernberg – Recensione del libro

Otto Kernberg è senza dubbio uno degli autori più conosciuti e citati del nostro tempo. Il suo contributo, iniziato sin dalla seconda metà del Novecento, si è concentrato in particolare sull’analisi di quell’area marginale, quella dei Disturbi di Personalità, che divenne ben presto il suo marchio di fabbrica.   Il volume

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Messaggio pubblicitario