Centri Clinici

L’accettabilità del contatto fisico tra le persone e come varia nel mondo

Un importante studio aiuta a tirarsi fuori dalle situazioni sociali imbarazzanti: potete abbracciare i finlandesi, per esempio, gli inglesi meglio di no

ID Articolo: 115113 - Pubblicato il: 02 novembre 2015
L’accettabilità del contatto fisico tra le persone e come varia nel mondo
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

 

Un importante studio aiuta a tirarsi fuori dalle situazioni sociali imbarazzanti: potete abbracciare i finlandesi, per esempio, gli inglesi meglio di no

 

 

Pochi giorni fa il sito di Proceedings of the National Academy of Sciences, un’importante rivista scientifica statunitense, ha pubblicato uno studio sulla disponibilità di persone di varia nazionalità a essere “toccati” da altre persone con cui hanno vari gradi di confidenza. Il magazine online Quartz l’ha definito il più importante studio mai realizzato sul tema: cinque esperti di neuroscienze e psicologia provenienti da quattro università diverse hanno contattato 1.368 persone fra francesi, finlandesi, italiani, britannici e russi per chiedere quanto si sentissero a loro agio con persone come i propri genitori, parenti stretti o il proprio partner... (Il Post)

Indice 1 donne indice 2 uomini

 

Uno dei dati più interessanti riguarda gli italiani che sembrano essere a disagio con il contatto fisico almeno quando gli inglesi. Mentre russi e finlandesi, popoli nordici, risultano essere molto più rilassati nei confronti del contatto fisico:

There wasn’t a significant amount of cultural differences of where participants would allow family, friends and strangers to touch them; but some nationalities were less enthusiastic about touching than others. True to their stereotype, British participants were right at the bottom on the touchability index. To the researchers’ surprise, Italians were less comfortable with being touched than Russians.

“We hadn’t expected the Finns to turn out to be the most cuddly people,” Dunbars says, “or that the Italians are almost as uncuddly as the Brits.”(Quartz)

SCARICA L’ARTICOLO COMPLETO

Articoli di Psicologia Sociale

Perché durante le video call guardiamo più noi stessi che gli altri – Psicologia Digitale
Psicologia

Perché durante le video call guardiamo più noi stessi che gli altri – Psicologia Digitale

Le videochiamate sono momenti di interazione; ma perché ci capita di guardare e concentrarci più su noi stessi che sugli altri? PSICOLOGIA DIGITALE – (Nr. 20) Perché durante le video call guardiamo più noi stessi che gli altri    Passiamo molte ore al giorno impegnati in video call: per lavoro, per

Potere e autorità: i processi psicologici alla base
Attualità

Potere e autorità: i processi psicologici alla base

L’obbedienza all’autorità è l’elemento fondamentale della struttura sociale. Non è né giusta né sbagliata, l’eticità dell’obbedienza dipende unicamente dalle disposizioni a cui si è sottoposti e dal contesto entro cui si obbedisce.   La folla è un gregge docile incapace di vivere senza un padrone. È talmente desiderosa di obbedire

Clubhouse: perché tutti lo vogliono?
Attualità Psicologia

Clubhouse: perché tutti lo vogliono?

Clubhouse è un social network messo a punto nel 2020, ma il boom in Italia c’è stato solo tra la fine di gennaio e gli inizi di febbraio 2021. Perché tutti vogliono potervi avere accesso?   Negli ultimi tempi, abbiamo assistito all’esplosione di un nuovo trend: quello di Clubhouse. È

I processi di costruzione identitaria nell’integrazione culturale
Psicologia

I processi di costruzione identitaria nell’integrazione culturale

I giovani immigrati stranieri sono chiamati ad affrontare un duplice impegno: la ricerca della propria identità, cioè di un insieme organizzato di conoscenze, sentimenti, ricordi e rappresentazioni che si riferiscono all’individuo, e di un sentimento di continuità di sé nello spazio e nel tempo.   La presenza di minori e

La censura sui social network per il benessere psicologico e sociale
Psicologia

La censura sui social network per il benessere psicologico e sociale

A partire dal concetto di “influenza sociale”, si cerca di spiegare in che modo determinati contenuti diffusi liberamente sui social network possano diventare pericolosi fino anche ad innescare possibili reazioni violente.   Ha fatto molto discutere, nei giorni scorsi, la scelta operata da Twitter di sospendere l’account personale di Donald

Psicologia del viaggiare – Il terzo episodio di Caffè Cognitivo

Psicologia del viaggiare – Il terzo episodio di Caffè Cognitivo

I professionisti delle Scuole di Specializzazione e dei Centri Clinici del circuito Studi Cognitivi sono stati protagonisti della serie di webinar “Caffé Cognitivo”: un ciclo di appuntamenti che ha esplorato alcuni interessanti argomenti della Psicologia, della Psicoterapia e della Psichiatria, con uno sguardo all’attualità e al panorama sociale.   Ai

Il ruolo dell’empatia come mediatrice del contatto intergruppi
Psicologia

Il ruolo dell’empatia come mediatrice del contatto intergruppi

Il termine empatia deriva dal greco empateia e significa ‘sentirsi dentro l’altro’.   Si tratta, infatti, della capacità di mettersi nei panni dell’altro, aprendosi emotivamente e cognitivamente per comprenderne sentimenti e pensieri. Bateson definisce l’empatia come una ‘risposta emotiva orientata verso l’altro, congruente con la percezione del suo benessere‘. Secondo

Gli inesplicabili processi psicologici che si celano nel contesto gruppo
Psicologia

Gli inesplicabili processi psicologici che si celano nel contesto gruppo

L’appartenenza al gruppo permette al singolo di rispecchiarsi nelle persone che ne fanno parte. Il processo cognitivo che vi è alla base è l’identificazione, la persona si comprende cognitivamente membro di quel particolare insieme. Non è tanto il tipo di persona che un uomo è, ma la situazione in cui

Covid-stigmatizzati
Attualità Psicologia

Covid-stigmatizzati

La paura del contagio, che la società sta vivendo in seguito alla pandemia da Covid-19, crea terreno fertile per la stigmatizzazione di persone o gruppi sociali.   Si delinea così un’altra paura: la paura di essere l’oggetto dello stigma. Questo spiega perché risulta così complesso comunicare la propria positività al

Dillo con un meme: bisogni e funzioni comunicative dei contenuti virali – Psicologia Digitale
Psicologia

Dillo con un meme: bisogni e funzioni comunicative dei contenuti virali – Psicologia Digitale

I web meme o internet meme, o più comunemente meme, sono dei contenuti, testuali o video, che sono creati, trasformati e diffusi da molti utenti, diventando virali. PSICOLOGIA DIGITALE – (Nr. 15) Dillo con un meme: bisogni e funzioni comunicative dei contenuti virali   Cosa sono i meme e perché

Meme: analisi psicologica della nuova forma di comunicazione
Psicologia

Meme: analisi psicologica della nuova forma di comunicazione

Quante volte ci capita di condividere sui social o su chat private immagini che rispecchiano a pieno un nostro sentimento, una circostanza vissuta con qualcuno o un’esperienza comune di vita quotidiana?   Questa forma di comunicazione e condivisione, che da anni ormai circola in Internet, prende il nome di “meme”

Housing first, “Prima la casa”: un modello di intervento per i senza fissa dimora
Psicologia

Housing first, “Prima la casa”: un modello di intervento per i senza fissa dimora

Il principio fondante del modello housing first è che la casa è un diritto umano primario: fornire un’abitazione a persone senza fissa dimora diventa il punto di partenza, e non quello finale, per l’attivazione di un percorso di inclusione sociale. Giulia Rossi – OPEN SCHOOL, Psicoterapia Cognitiva e Ricerca Bolzano

Una lettura transculturale delle emozioni nella perdita perinatale: l’influenza del contesto socio-culturale sull’esperienza psicologica materna
Psicologia

Una lettura transculturale delle emozioni nella perdita perinatale: l’influenza del contesto socio-culturale sull’esperienza psicologica materna

La perdita perinatale si configura come un evento drammatico, traumatico e paradossale. Il contesto socio-culturale di riferimento gioca un ruolo fondamentale nel processo di attribuzione di significato alla perdita influenzando la risposta materna sia a livello di vissuto psicologico soggettivo sia a livello sociale e relazionale.   La perdita perinatale

Digital Phenotyping: sfide etiche e promesse di un nuovo strumento per il clinico – Psicologia Digitale
Psicologia Psicoterapia

Digital Phenotyping: sfide etiche e promesse di un nuovo strumento per il clinico  – Psicologia Digitale

La digital phenotyping, la fenotipizzazione digitale, consiste nella raccolta e utilizzo di informazioni digitali che lasciamo online allo scopo di tracciare profili psicofisiologici.  PSICOLOGIA DIGITALE – (Nr. 13) Digital Phenotyping: sfide etiche e promesse di un nuovo strumento per il clinico Cos’è il Digital Phenotyping  La raccolta di dati online – grazie a dispositivi come smartphone, wearable devices o assistenti

Stigma e malattia mentale: medici e psicologi ne sono immuni?
Psichiatria Psicologia

Stigma e malattia mentale: medici e psicologi ne sono immuni?

Una prospettiva biogenetica come spiegazione del disturbo mentale aumenterebbe la distanza sociale percepita e i livelli di stigma anche nei professionisti.   Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità sono circa 450 milioni le persone nel mondo a soffrire di disturbi mentali o del comportamento. Il più rappresentativo dei disturbi psichiatrici è

Attivismo politico: un possibile fattore di protezione per la salute mentale di studenti universitari afroamericani e latinoamericani?
Psicologia

Attivismo politico: un possibile fattore di protezione per la salute mentale di studenti universitari afroamericani e latinoamericani?

Quando uno studente afroamericano o latinoamericano subisce molte microaggressioni razziali, l’attivismo politico può avere effetti sulla sua salute mentale aiutandolo a sentirsi meno stressato, ansioso o depresso?    Le conseguenze del razzismo sono purtroppo tristemente note e sempre maggiore importanza viene data a comprendere quali elementi portano gli individui a

Tra utopia e fanatismo – Il caso di Jim Jones
Psicologia

Tra utopia e fanatismo – Il caso di Jim Jones

Jim Jones ha concepito l’idea di creare un’utopia socialista, dove la fratellanza e la tolleranza avrebbero avuto la meglio sul materialismo e sul razzismo che detestava; arriva così a fondare una città con i suoi seguaci che prende il nome di Jonestown.   Uno dei casi più famosi che risponde

Dungeons and Dragons tra empatia e assorbimento
Psicologia

Dungeons and Dragons tra empatia e assorbimento

Che abilità sono implicate mentre si gioca a Dungeons and Dragons? Come mai e in che misura si è soliti giocare un primo personaggio molto simile a noi stessi? Perché col passare del tempo si diventa più bravi a fare del roleplay? Quanto questa attività è impegnativa dal punto di

Perché le persone non scaricano l’app Immuni – Psicologia Digitale
Attualità Psicologia

Perché le persone non scaricano l’app Immuni – Psicologia Digitale

L’app Immuni ci aiuta ad individuare possibili contatti a rischio eppure ci sono ancora molti dubbi e un atteggiamento di scetticismo e preoccupazione e, sebbene garantisca il pieno rispetto dei diritti dei consumatori e l’anonimato, sono ancora pochi gli utenti che l’hanno scaricata: si stima solo 8 su 100. PSICOLOGIA

Un videogioco online per ridurre il pregiudizio etnico
Attualità Psicologia

Un videogioco online per ridurre il pregiudizio etnico

La discussione relativa al pregiudizio etnico è più che mai accesa in questi giorni. Fin dagli anni ’50, la psicologia sociale si è occupata di definire che cosa siano gli stereotipi e i pregiudizi e di comprendere come essi si formano.   Gli psicologi sociali hanno anche indagato se e

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario