expand_lessAPRI WIDGET

Lo faccio domani: capire le emozioni di chi procrastina

Nuove ricerche suggeriscono che procrastinare è un modo per gestire stress e ansia: l'intervento terapeutico va focalizzato sulle emozioni del paziente.

Di Marina Morgese

Pubblicato il 09 Set. 2015

In Psicologia si definisce procrastinazione quel comportamento che spinge a ritardare volontariamente un’azione nonostante prevedibili conseguenze future negative: si opta per il piacere di breve durata a costo dei benefici a lungo termine.

A chi di voi non è mai capitato di rimandare qualcosa con la classica frase Lo faccio domani e, ovviamente, quel domani non è più arrivato, a meno che non si siano subìti gli effetti negativi di tale rimandare? Oppure, nota dolente per molti, quante volte il famoso Lunedì dieta ha visto il susseguirsi di settimane e poi di mesi e ancora di stagioni?

Può capitare quasi a tutti, dunque, di rimandare alcuni compiti, perdendo di vista gli annessi obiettivi futuri, e diventare dei procrastinatori.

 In Psicologia si definisce Procrastinazione quel comportamento che spinge a ritardare volontariamente un’azione nonostante prevedibili conseguenze future negative: si opta per il piacere di breve durata a costo dei benefici a lungo termine.

Vi sono individui che tendono solo raramente a rimandare i propri impegni, mentre vi sono persone che danno priorità al piacere momentaneo, sacrificando così il proprio futuro, costantemente e in quasi tutti gli ambiti della loro vita (o per lo meno quelli più importanti): in questo caso si parla di procrastinatori cronici.

La procrastinazione tocca diverse sfere di vita, da quella lavorativa a quella relazionale, e può dunque spesso portare chi procrastina a spiacevoli conseguenze, sia sul piano fisico che psicologico. Cosa succede però, a livello emotivo, che porta una persona a rimandare continuamente un’azione?

Spesso alcuni interventi terapeutici tendono a dare maggiore priorità a una migliore gestione temporale: dividere dunque il progetto in piccoli passi e condurre il paziente a iniziare pian piano da questi. Gran parte del lavoro andrebbe anche indirizzato sulla sfera emotiva del paziente, sull’ansia e sulla ‘miopia temporale’ (l’incapacità di pensarsi adeguatamente nel futuro) tipiche di chi procrastina assiduamente.

Fortunatamente la letteratura a riguardo è ampia e la ricerca in continua evoluzione. Nell’articolo consigliato vengono riportati i più recenti passi in avanti in tema di procrastinazione: ricercatori dell’Università di Stoccolma, hanno per esempio studiato gli effetti di una terapia online e di una terapia di auto aiuto sui procrastinatori cronici. Altri esperti, studiando le distorsioni cognitive più diffuse tra i procrastinatori, hanno offerto riflessioni interessanti per gli interventi terapeutici da effettuare in questi casi, concentrando la loro attenzione sulle emozioni dei pazienti. Viene inoltre riportata una piccola To do list per procrastinare sempre meno.

L’articolo è ricco di spunti interessanti per terapeuti, psicologi e per gli stessi procrastinatori…a meno che, questi ultimi, non rimandino anche tale lettura a domani!

The essence of procrastination is ‘we’re giving in to feel good’ (…) Procrastination is ‘I know I should be doing it, I want to, it gets under my skin -when I don’t-.’ (…) ‘If you’re an occasional procrastinator, quit thinking about your feelings and get to the next task. But if you’re a chronic procrastinator, you might need therapy to better understand your emotions and how you’re coping with them through avoidance’.

To Stop Procrastinating, Start by Understanding the Emotions InvolvedConsigliato dalla Redazione

New research suggests procrastination is a way some people cope with stress and avoid the feeling of anxiety before a new assignment or task. (…)

Tratto da: WSJ

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Tutti gli articoli di State of Mind su Procrastinazione
Procrastinazione in ambito accademico: tra autostima e autocontrollo
Procrastinazione in ambito accademico: il ruolo mediatore dell’autostima
Uzun et al. (2020) hanno indagato la relazione tra autocontrollo e procrastinazione in ambito accademico, considerando l’autostima come possibile mediatrice
Procrastinazione: metacredenze positive e negative tra gli studenti
Prima il dovere o il piacere? Il modello metacognitivo della procrastinazione
Quali sono le metacredenze positive e negative sulla procrastinazione e qual è la relazione tra procrastinazione e performance accademica?
Procrastinazione il ruolo della qualita del sonno e dell autocontrollo
Come la qualità del sonno e l’autocontrollo influenzano la procrastinazione nei lavoratori
La qualità del sonno potrebbe essere una variabile che influenza la procrastinazione dei lavoratori. Tale relazione risulta però mediata dall'autocontrollo
Procrastinazione del sonno (BP): caratteristiche e implicazioni - Psicologia
Cosa fanno le persone prima di andare a dormire? Caratteristiche e implicazioni della procrastinazione del sonno
Date le sue implicazioni, la procrastinazione del sonno può essere un importante obiettivo di trattamento in contesti clinici.
Procrastinazione decisionale e accademica negli studenti - Psicologia
Procrastinazione decisionale e accademica: il disagio provato dagli studenti procrastinatori e la difficoltà nel cambiare le proprie abitudini
La procrastinazione decisionale e accademica spesso affliggono gli studenti. Quali sono le differenze tra i due tipi e quali le loro funzioni?
Procrastinazione come strategia di regolazione delle emozioni - Psicologia
Perché procrastini? (…non ha nulla a che fare con l’autodisciplina o con la pigrizia!)
Secondo alcuni autori la procrastinazione può essere intesa come una reazione a stati emotivi dolenti che si faticano a gestire.
Procastinazione e Stress lavorativo: fattori personali e contestuali
Psicologia della procrastinazione: dalle variabili personali ai fattori contestuali
La procrastinazione è un processo diffuso soprattutto in ambito lavorativo ed è imputabile a più fattori, personali e contestuali.
Procrastinazione natalizia: caratteristiche e fattori del fenomeno -Psicologia
Oh oh oh.. anche quest’anno sono in ritardo coi regali di Natale. Perché procrastiniamo anche a Natale?
Il fenomeno della procrastinazione non svanisce nemmeno a Natale ma, secondo alcune ricerche psicologiche, non è immune dallo spirito natalizio
Precrastinazione: quando si completano sempre le attività in anticipo
Lo faccio adesso! Il fenomeno della precrastinazione è peggio della procrastinazione?
A differenza della procrastinazione, la precrastinazione consiste nel completare le attività il prima possibile anche se questo richiede uno sforzo maggiore
Procrastinazione: esiste una componente genetica che ci spinge a rimandare a domani? - Immagine: 59604544
Procrastinazione: esiste una componente genetica che ci spinge a rimandare a domani?
Un nuovo studio si è posto l’obiettivo di comprendere perché alcuni di noi cedono alla procrastinazione rispetto ad altri: vi è una componente genetica?
Psicopedia - Immagine: © 2011-2012 State of Mind. Riproduzione riservata
La procrastinazione – Definizione di Psicopedia
Una persona che procrastina mette in atto una forma di evitamento che gli permette di non entrare in contatto con le proprie insicurezze, paure e limiti
Lo faccio domani: capire le emozioni di chi procrastina
Nuove ricerche suggeriscono che procrastinare è un modo per gestire stress e ansia: l'intervento terapeutico va focalizzato sulle emozioni del paziente.
State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicoogiche - Flash News
Procrastinazione: è influenzata da fattori genetici
Uno studio ha scoperto che la tendenza a procrastinare è influenzata da fattori genetici, che sono anche legati ad una propensione all'impulsività
State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicoogiche - Flash News
Procrastinazione: dipende dalla nostra percezione del tempo
Lo studio mostra che abbiamo più possibilità di rimandare un compito se questo ci sembra parte del futuro rispetto a quando lo percepiamo parte del presente
Flash News - stateofmind
Impulsività e procrastinazione fanno parte della stessa famiglia? – Psicologia
Impulsività e Procrastinazione sono due tratti che convivono nel nostro percorso evolutivo, da cosa dipendono le capacità di scelta e previsione? Psicologia
Tribolazioni 15 - Procrastinare. -Immagine: © Elnur - Fotolia.com
Procrastinare: Tribolazioni pt. 15 – Psicopatologia della vita quotidiana
Procrastinare - Il procrastinatore ha vinto il tempo, ne ignora il potere. Inizia a fare le cose nel momento in cui dovrebbe averle concluse.
Procrastinazione: come perdere tempo finchè non è troppo tardi!
3 "infografiche" sulla Procrastinazione per sorridere di questo tipico loop mentale che moltissimi di noi hanno provato prima o poi nella vita...
Dal malessere al benessere
Dal malessere al benessere – Recensione
Dal malessere al benessere si occupa di malessere psicologico non classificabile in categorie diagnostiche ma che porta il paziente in terapia.
Procastinazione. Differenze Genere e Educazione. - Immagine: © iQoncept - Fotolia.com
Procastinazione: Differenze di Genere e Educazione
Procrastinazione: Differenze di Genere e Educazione. Una forma di fallimento autoregolato connesso a più bassi livelli di autostima, salute e benessere.
La Tendenza alla Procrastinazione da Dove Origina?. - Immagine: © iQoncept - Fotolia.com
La Tendenza alla Procrastinazione da Dove Origina?
Le radici della procrastinazione si possono rintracciare in due componenti: L’intolleranza alla frustrazione e L’autovalutazione globale.
Carica altro
Si parla di:
Categorie
SCRITTO DA
Marina Morgese
Marina Morgese

Caporedattrice di State of Mind

Tutti gli articoli
ARTICOLI CORRELATI
cancel