Pornografia online: le disfunzioni sessuali correlate

Ad analizzare gli effetti 'velenosi' del sesso virtuale sui giovani italiani di 18-20 anni sono i ricercatori di Padova. Il 78% frequenta abitualmente questi spazi online

ID Articolo: 109621 - Pubblicato il: 27 aprile 2015
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

 

 

 

Il sesso dei giovani nativi digitali è sempre più multimediale. Tra chat, siti porno e immagini erotiche scambiate via tablet o cellulari, il rischio è che “la frequentazione abituale di questi spazi web allontani dal rapporto reale con altre persone, e induca precocità nell’orgasmo, autoerotismo spinto e calo del desiderio”. Ad analizzare gli effetti ‘velenosi’ del sesso virtuale sui giovani italiani di 18-20 anni è Carlo Foresta della Uoc Servizio per la patologia della riproduzione umana dell’Azienda Università-Ospedale di Padova, che ha svolto uno studio su 893 studenti delle scuole superiori di Padova e provincia.

I risultati, recentemente pubblicati sull’International Journal of Adolescent Medicin Health, sono stati descritti in un incontro per illustrare un progetto di prevenzione andrologica che coinvolgerà 30 mila studenti universitari maschi per tre anni. Secondo la ricerca “il 78% dei giovani è un fruitore abituale di siti porno, anche se l’abitudine al collegamento web – precisa Foresta all’Adnkronos Salute – varia da qualche volta al mese (29%) a più volte a settimana (63%), ogni giorno o più volte al giorno (8%), con una permanenza nei siti in media di 20-30 minuti”. I giovani intervistati dichiarano che la frequentazione di questi siti diventa spesso un’abitudine, e il 10% considera questa abitudine come una dipendenza…

Sesso in un click. Giovanissimi stregati da chat e siti porno, tra solitudine e calo del desiderioConsigliato dalla Redazione

Ad analizzare gli effetti ‘velenosi’ del sesso virtuale sui giovani italiani di 18-20 anni sono i ricercatori di Padova. Il 78% frequenta abitualmente questi spazi online (…)

Tratto da: Adnkronos

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Gli articoli su: Sesso & Sessualità

Sessualità e relazioni – Seconda edizione del Festival della Sessuologia – Parte II – FluIDsex
Psicologia

Sessualità e relazioni – Seconda edizione del Festival della Sessuologia – Parte II – FluIDsex

In che modo internet ha cambiato le nostre relazioni? Quali possono essere i rischi di internet sulle nostre relazioni? Queste alcune delle domande relative a sessualità e relazioni affrontate nella seconda edizione del Festival della Sessuologia. La prima parte del report dal Festival della Sessuologia è stata pubblicata nei giorni

Che cosa porta le donne a fingere l’orgasmo? I predittori della finzione di un orgasmo
Psicologia

Che cosa porta le donne a fingere l’orgasmo? I predittori della finzione di un orgasmo

Uno studio di Harris e colleghi del 2019 aveva come obiettivo quello di studiare la probabilità e la frequenza di finzione dell’orgasmo tra le donne.   La funzione orgasmica femminile è stata studiata principalmente in relazione al disturbo orgasmico, definito come un ritardo o l’assenza nel raggiungimento dell’orgasmo, in una

Sessualità e relazioni. Seconda edizione del Festival della Sessuologia – Parte I – FluIDsex
Psicologia

Sessualità e relazioni. Seconda edizione del Festival della Sessuologia – Parte I – FluIDsex

Sabato 9 e domenica 10 ottobre 2021 si è svolta la seconda edizione del Festival della Sessuologia organizzato da Giunti Psychometrics, dal centro integrato di sessuologia “Il Ponte” e dal profilo Instagram “Sessuologia”. La seconda parte del report dal Festival della Sessuologia sarà stata pubblicata nei giorni scorsi su State of

“Volersi bene e volersi male”: la sessualità secondo la psicopatia e il BDP
Psicologia

“Volersi bene e volersi male”: la sessualità secondo la psicopatia e il BDP

Khan e colleghi (2017) hanno svolto il primo studio per considerare gli effetti indipendenti dei tratti psicopatici rispetto ai tratti del disturbo borderline di personalità sulla sessualità.   Nel campo della sessualità, numerosi studi dimostrano come uomini e donne possano attuare comportamenti coercitivi, come approfittarsi del proprio partner con pressioni

Esiste il rapporto sessuale? (2021) di Massimo Recalcati – Recensione del libro
Psicologia

Esiste il rapporto sessuale? (2021) di Massimo Recalcati – Recensione del libro

Il punto di partenza nel volume Esiste il rapporto sessuale?, come avviene spesso nelle riflessioni di Recalcati, è ancora una volta Lacan.   Il connubio psicoanalisi/sessualità appare inscindibile sin dall’inizio con Freud e la sua rivoluzione. Non stupisce affatto, quindi, che Recalcati, dopo aver affrontato in testi divulgativi di ampio successo

Il funzionamento sessuale nei disturbi di personalità – FluIDsex
Psichiatria Psicologia

Il funzionamento sessuale nei disturbi di personalità – FluIDsex

Collazzoni e colleghi (2017) hanno lavorato ad una review che raccoglie i risultati di una serie di studi che hanno indagato il funzionamento sessuale delle persone con disturbi di personalità.   Nelle interazioni con gli altri gioca un ruolo fondamentale la personalità, ovvero come da definizione di Castronguay e Oltmanns

Disturbo dell’orgasmo femminile: quanto ne sa la scienza? – FluIDsex
Psicologia Psicoterapia

Disturbo dell’orgasmo femminile: quanto ne sa la scienza? – FluIDsex

Il disturbo dell’orgasmo femminile viene classificato all’interno del DSM-5 (APA, 2013) nell’area nosografica delle disfunzioni sessuali.   Tutti i disturbi classificati all’interno di quest’area sono caratterizzati da un’anomalia nel processo che comporta il ciclo di risposta sessuale, o sono caratterizzati da un dolore associato al rapporto sessuale. Il disturbo dell’orgasmo

Un nuovo “strumento” per valutare la dipendenza da sesso e la “discordanza” della comunità scientifica, un dialogo ancora aperto
Psicologia

Un nuovo “strumento” per valutare la dipendenza da sesso e la “discordanza” della comunità scientifica, un dialogo ancora aperto

È stato recentemente pubblicato (Soraci et al., 2021) uno studio che valida, nel territorio Italiano, un nuovo strumento che “misura” la dipendenza da sesso (utilizzabile sia “online” che “offline”, ed indipendentemente dal genere e/o dall’oriamento sessuale).   Questo strumento, seppur con tutti i limiti derivanti dal campione scelto e dal

Considerazioni teoriche per accompagnare gli adolescenti con disturbo dello spettro autistico alla sessualità
Psicologia

Considerazioni teoriche per accompagnare gli adolescenti con disturbo dello spettro autistico alla sessualità

Il disturbo dello spettro autistico (ASD) è un insieme eterogeneo di disturbi del neurosviluppo che sono caratterizzati da un esordio precoce nei primi anni dello sviluppo.   Il disturbo dello spettro autistico (ASD Autism Spectrum Disorder), rientra nella sezione del DSM-5 (APA, 2014) dei disturbi del neurosviluppo ed è codificato con

Una riflessione clinica tra intersessualità e disforia di genere alla luce della letteratura scientifica – FluIDsex
Psicologia

Una riflessione clinica tra intersessualità e disforia di genere alla luce della letteratura scientifica – FluIDsex

Con Disturbi dello sviluppo sessuale (DSS) si intende un ampio spettro di disturbi congeniti caratterizzati da incongruenze nelle componenti coinvolte nella differenziazione sessuale, che causa, in prima istanza, difficoltà nell’attribuzione alla nascita di uno specifico genere (Fisher et al., 2016).   Queste anomalie sembrerebbero derivare da incongruenze presenti nelle varie

Il ruolo delle fantasie sadico-sessuali nella predizione dei crimini sessuali – FluIDSex
Psicologia

Il ruolo delle fantasie sadico-sessuali nella predizione dei crimini sessuali – FluIDSex

Le fantasie sessuali di carattere sadico vengono definite scenari immaginari di danneggiamento intenzionale eterodiretto a sfondo sessuale, e possono aiutare nella predizione dei crimini sessuali.   Le fantasie sessuali sono parte integrante della vita psichica e sessuale: rappresentano infatti un’esperienza comune agli esseri umani (Allen et al., 2020), costituiscono una

Il possibile ruolo del Disturbo da Comportamento Sessuale Compulsivo nella sessualità promiscua di individui con Disturbo Borderline di Personalità
Psicologia

Il possibile ruolo del Disturbo da Comportamento Sessuale Compulsivo nella sessualità promiscua di individui con Disturbo Borderline di Personalità

Il Disturbo Borderline di personalità (DPB) è caratterizzato da una sintomatologia che intacca la personalità in modo pervasivo e interessa quindi molti aspetti del funzionamento dell’individuo.   Per questo motivo, sono frequenti disturbi dell’asse I in comorbidità e quindi non strutturali, ma potenzialmente temporanei, come disturbi alimentari o abuso di

Il Disturbo Borderline di Personalità e il rischio di compliance sessuale
Psichiatria Psicologia

Il Disturbo Borderline di Personalità e il rischio di compliance sessuale

Il disturbo borderline di personalità (BPD) è caratterizzato da un’instabilità emotiva che pervade molteplici ambiti (American Psychiatric Association-APA, 2013).   Il criterio diagnostico più rilevante riguarda gli sforzi frenetici per evitare un abbandono reale o immaginario (APA, 2013) ed evidenzia la probabilità che questi individui possano mettere in atto comportamenti

Disturbi parafilici a causa iatrogena in pazienti con malattia di Parkinson: difficoltà, sofferenze e ripercussioni sul paziente, sui familiari e sull’ambiente – FluIDsex
Psichiatria Psicologia

Disturbi parafilici a causa iatrogena in pazienti con malattia di Parkinson: difficoltà, sofferenze e ripercussioni sul paziente, sui familiari e sull’ambiente – FluIDsex

Sebbene la terapia dopaminergica abbia migliorato notevolmente la qualità della vita dei pazienti con Parkinson, non sono rari gli effetti collaterali correlati, tra i quali l’insorgenza di disturbi parafilici. La presenza di pensieri e disturbi parafilici viene spesso sottovalutata o considerata solo come un’osservazione aneddotica.   La malattia di Parkinson

“Quando il sesso fa soffrire”: le variabili psicologiche connesse alla disforia post-coitale
Psicologia

“Quando il sesso fa soffrire”: le variabili psicologiche connesse alla disforia post-coitale

La disforia post-coitale è caratterizzata dalla presenza di una deflessione del tono dell’umore, caratterizzata da lacrimazione, senso di malinconia, ansia o aggressività a seguito di un rapporto sessuale (Burri & Spector, 2011). La letteratura inerente alla disforia post-coitale, però, appare ancora circoscritta.   L’espressione “disfunzioni sessuali femminili” fa riferimento a

Origini della bifobia: riflessioni sullo stigma che accompagna le persone bisessuali
Psicologia

Origini della bifobia: riflessioni sullo stigma che accompagna le persone bisessuali

Brewster e Moradi (2010) hanno identificato due peculiari caratteristiche che differenziano la bifobia dall’omofobia: la “instabilità dell’orientamento sessuale” e la”irresponsabilità sessuale”.   La bisessualità può essere definita come un orientamento sessuale che comporta l’attrazione romantica e/o sessuale verso un partner di ambo i sessi. Tale attrazione non è vissuta necessariamente

La relazione tra interessi parafilici e la soddisfazione sessuale in soggetti non clinici
Psicologia

La relazione tra interessi parafilici e la soddisfazione sessuale in soggetti non clinici

Spesso si commette l’errore di equiparare i disturbi parafilici con gli interessi parafilici.   Un interesse parafilico consiste in un’eccitazione sessuale persistente verso oggetti o situazioni atipiche, mentre nei disturbi parafilici, tale eccitazione elicita un’angoscia clinicamente significativa, che determina un danno a sé o agli altri (American Psychiatric Association, 2013).

Applicazione del protocollo cognitivo-comportamentale, potenziato con l’Acceptance and Commitment Therapy in un caso di disturbo reattivo dell’attaccamento dell’infanzia con presenza di parafilie
Psicoterapia

Applicazione del protocollo cognitivo-comportamentale, potenziato con l’Acceptance and Commitment Therapy in un caso di disturbo reattivo dell’attaccamento dell’infanzia con presenza di parafilie

Il protagonista di questo caso clinico è un soggetto di 9 anni, istituzionalizzato, con ripetute esperienze di abbandono familiare in anamnesi; ciò che l’ha portato all’attenzione clinica è la manifestazione di comportamenti sessualizzati (parafilie).   In termini evolutivi il fenomeno dell’attaccamento si configura come un comportamento generato dall’acquisizione di modelli

Emicrania: come dolore e umore influenzano il benessere sessuale nelle donne
Psicologia

Emicrania: come dolore e umore influenzano il benessere sessuale nelle donne

Emicrania e cefalea di tipo tensivo costituiscono le forme più comuni di cefalee primarie e sono molto frequenti nella popolazione femminile.   La prevalenza dell’emicrania è simile sia nelle ragazze che nei ragazzi in età prepuberale ma, a partire dalla pubertà, le prime tendono a soffrire di emicrania due volte

L’asessualità: sempre più spesso se ne sente parlare, ma sappiamo davvero che cos’è?
Psicologia

L’asessualità: sempre più spesso se ne sente parlare, ma sappiamo davvero che cos’è?

Negli anni è cresciuto il numero di studi riguardanti l’asessualità e sono aumentati i differenti modi di concepire questo tema. Cerchiamo, quindi, di fare chiarezza, capire che cos’è e conoscere meglio l’asessualità.   Il termine “asessualità” fu riportato per la prima volta da Alfred Kinsey e colleghi nel 1948 attraverso

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario