I cani provano emozioni nello stesso modo dei bambini

Un'esperimento di Gregory Berns, neuroscienziato presso la Emory University Atlanta ha visto 12 cani analizzato attraverso la risonanza magnetica funzionale

ID Articolo: 35421 - Pubblicato il: 15 ottobre 2013
Condividi

 

La Redazione di State of Mind consiglia la lettura di questo contenuto:

 

Gregory Berns, prestigioso neuro-scienziato dell’ Emory University di Atlanta è riuscito nella sua impresa.

E’ riuscito a fare al suo cane Callie, e altri 11, un esame così importante come la risonanza magnetica. Il fine era di indagare il cervello canino, per vedere se funzionava come il nostro, sopratutto per quel che riguarda la competenza emotiva.

Dopo un paio di anni di training è riuscito a far si che una dozzina di cani riuscisse ad effettuare la  risonanza magnetica e da questa è emerso che, nel momento in cui il cane veniva stimolato con immagini del padrone, del cibo o di una mano si attivavano quelle aree del nucleo caudato come avviene in noi esseri umani.

L’attivazione dell’area analoga viene detta “omologia funzionale” e ci suggerisce che i cani abbiano una competenza emozionale, per quel che riguarda emozioni positive, come i bambini; sono quindi in grado di mostrarci amore ed affetto più che come fossero soltanto dei migliori amici.

 

Le aree cerebrali umane che si «illuminano» quando si pensa a situazioni piacevoli (cibo, amore, denaro) sono esattamente le stesse che si «illuminano» nel cane quando gli si fornisce l’indicazione di dove è il suo cibo preferito.

 

Tristi, contenti o innamorati: I cani “sentono” come i bimbiConsigliato dalla Redazione

BANDO SELEZIONE PSICOLOGI
Coccolarli come figli non è solo un vezzo, lo dice la scienza: le zone emozionali del loro cervello reagiscono come quelle dei cuccioli d’uomo (…)

Tratto da: ilgiornale.it

 

Per continuare la lettura sarete reindirizzati all’articolo originale … Continua  >>

 


Articoli di State of Mind su Mondo Animale

Dialoghi con Sandra – VIDEO dell’ottavo incontro “Perché vogliamo gli animali in casa? Cosa ci danno?”
Psicologia Psicoterapia

Dialoghi con Sandra – VIDEO dell’ottavo incontro “Perché vogliamo gli animali in casa? Cosa ci danno?”

Dalla clinica alle più profonde riflessioni sul contesto in cui oggi viviamo, accompagnati da Sandra Sassaroli e dai clinici del suo gruppo. L’iniziativa Dialoghi con Sandra ha riscosso un grande successo. Pubblichiamo oggi, per i nostri lettori, il video dell’ottavo incontro con il Dott. Gabriele Caselli.   I Dialoghi con

La comunicazione, tra il detto e il non detto. Tra il linguaggio e la comunicazione non verbale.
Psicologia

La comunicazione, tra il detto e il non detto. Tra il linguaggio e la comunicazione non verbale.

Elemento importante che contraddistingue l’essere umano rispetto gli animali è l’uso della parola per riuscire a rapportarsi insieme ai suoi simili, e per riuscire anche in quello che è il ruolo della sopravvivenza dell’essere umano, perché grazie al linguaggio gli esseri umani riescono ad avvertire i propri simili della presenza

Perché le femmine vivono più a lungo dei maschi?
Psicologia

Perché le femmine vivono più a lungo dei maschi?

Un team internazionale di scienziati, studiando la durata media di vita dei mammiferi selvaggi femmine, ha scoperto che anche nel loro caso (come negli esseri umani) la durata di vita delle femmine è significativamente più lunga rispetto a quella dei maschi.   La ricerca ha preso in analisi 101 specie

La Natura e l’arte del vivere con arte – Spunti di riflessione dalla lettura di “Piccola filosofia volatile” di Dubois e Rosseau
Psicologia

La Natura e l’arte del vivere con arte – Spunti di riflessione dalla lettura di “Piccola filosofia volatile” di Dubois e Rosseau

Un po’ come gli uccelli, anche noi, uomini, donne e terapeuti, dovremmo imparare a goderci ogni piccolo momento e a riconoscere e selezionare il nostro talento, per poi valorizzarlo sempre più, affinandolo con amore, studio e passione. Premessa In questi giorni un giovane uomo, che fa parte di un gruppo

La AAT: una ricerca esplorativa sull’efficacia di un programma di terapia assistita da cani negli adulti con disturbo dello spettro autistico.
Psicologia

La AAT: una ricerca esplorativa sull’efficacia di un programma di terapia assistita da cani negli adulti con disturbo dello spettro autistico.

La Terapia Assistita da Animali in pazienti adulti con Disturbi dello Spettro Autistico è un intervento che include un animale addestrato ed obiettivi terapeutici prestabiliti guidati da un terapeuta.   Il Disturbo dello Spettro Autistico (Autism Spectrum Disorder, ASD) è una condizione permanente nel corso della vita, caratterizzata da compromissione

Sesso e cooperatività inter-individuale: un modello animale
Psicologia

Sesso e cooperatività inter-individuale: un modello animale

Le scimmie bonobo rappresentano un modello promettente per indagare la funzione della sessualità prosociale, in quanto le femmine di questa specie intrattengono tra di loro rapporti sessuali molto frequenti, accompagnati dall’instaurarsi di collaborazioni tra femmine della stessa comunità al fine di procacciare, difendere o condividere beni di consumo o per

Il dolore negato. Affrontare il lutto per la morte di un animale domestico (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Il dolore negato. Affrontare il lutto per la morte di un animale domestico (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro

Il dolore negato è un piccolo contributo – come lo definisce l’autore – per affrontare un tema tanto diffuso quanto poco trattato. Il tema in questione è il lutto, quel lacerante percorso che tutti conosciamo, stavolta però relativo ad un ambito davvero poco trattato e forse ancora poco compreso: la

Pet therapy e ADHD: quando la vicinanza di un animale domestico può avere effetti benefici
Psicologia Psicoterapia

Pet therapy e ADHD: quando la vicinanza di un animale domestico può avere effetti benefici

Una nuova ricerca rileva che la pet therapy (ovvero la terapia che sfrutta benefici dell’interazione tra individuo e animale) aiuta a ridurre i sintomi del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) nei bambini.   La vicinanza ad un animale può avere effetti benefici su bambini con ADHD. A

Il dolore negato (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Il dolore negato (2018) di Pier Luigi Gallucci – Recensione del libro

Il dolore negato è il dolore per la perdita di un animale domestico che molti di noi negano o si negano di provare.   Il dolore negato nasce dall’esperienza professionale di uno psicologo psicoterapeuta che più volte ha raccolto e ascoltato il dolore per la perdita di un animale. Spesso

La genitorialità: una visione neuroscientifica
Neuroscienze Psicologia

La genitorialità: una visione neuroscientifica

Per la prima volta, gli scienziati hanno analizzato i circuiti cerebrali implicati nella gestione del comportamento genitoriale nei topi.   Il team, guidato da Catherine Dulac dell’Howard Hughes Medical Institute, ha scoperto che oltre 20 diverse parti del cervello sono integrate in questo circuito: distinti gruppi di cellule all’interno di

L’auto-addomesticamento come ipotesi dell’evoluzione umana
Psicologia

L’auto-addomesticamento come ipotesi dell’evoluzione umana

L’ auto-addomesticamento umano è un’ipotesi che afferma che tra le forze motrici dell’evoluzione umana, gli esseri umani abbiano selezionato i loro compagni a seconda di chi avesse un comportamento più pro-sociale. I ricercatori di un gruppo dell’Università di Barcellona guidato da Cedric Boeckx, professore presso il Dipartimento di Filologia Catalana

Una precoce impalcatura neuronale favorisce la risposta agli stimoli sensoriali
Neuroscienze

Una precoce impalcatura neuronale favorisce la risposta agli stimoli sensoriali

Un nuovo studio, condotto da neuroscienziati dell’Università del Maryland (Kanold et al., 2017), ha identificato per la prima volta un meccanismo che è in grado di spiegare un precoce collegamento tra l’input del suono e le funzioni cognitive.   L’organizzazione neuronale precoce dei mammiferi in risposta ai suoni E’ noto che

Passeggiare con il proprio cane rende felici?
Psicologia

Passeggiare con il proprio cane rende felici?

Secondo una nuova ricerca dell’University of Liverpool, chi possiede un cane è anche motivato a passare del tempo con l’animale passeggiando all’aria aperta perché lo fa star bene.   Chi possiede un cane in salute trascorre più tempo all’aria aperta Nello studio, i ricercatori hanno scoperto che chi possiede un

Dormire o fare sesso? I comportamenti della Drosophila, il moscerino della frutta
Neuroscienze

Dormire o fare sesso? I comportamenti della Drosophila, il moscerino della frutta

Scegliere tra fare sesso o dormire rappresenta un problema comportamentale e decisionale per molte specie, tra le quali troviamo la mosca della frutta.   Scegliere tra fare sesso o il dolce dormire rappresenta un problema comportamentale e decisionale per molte specie, tra le quali vi troviamo la mosca della frutta.

Una tecnica optogenetica in grado di modificare il comportamento animale
Neuroscienze

Una tecnica optogenetica in grado di modificare il comportamento animale

La ricerca mostra la possibilità di utilizzare una tecnica optogenetica per la selezione di cellule target nel cervello adulto in un modello animale.   I ricercatori di UW Medicine hanno sviluppato una tecnica per l’inserimento di un gene in specifiche cellule target utilizzato per alterare la funzione dei circuiti cerebrali

Una migliore qualità di vita a portata di zampa: la funzione psicoterapeutica del cane
Psicologia

Una migliore qualità di vita a portata di zampa: la funzione psicoterapeutica del cane

Nella schizofrenia la terapia assistita con animali, nella fattispecie con i cani, coadiuvata da altre terapie opportune, riduce i sintomi psicotici e migliora la qualità della vita dei pazienti schizofrenici.   La relazione che si crea fra individui e animali da compagnia ha dei riverberi positivi sulla salute umana, determinando

Effetti di alcuni antibiotici sulle lesioni cerebrali: evidenze sperimentali su animali
Neuroscienze

Effetti di alcuni antibiotici sulle lesioni cerebrali: evidenze sperimentali su animali

Gli effetti di antibiotici sulle lesioni cerebrali: dato che non esistono farmaci per il trattamento queste lesioni, i ricercatori hanno dimostrato che alcuni antibiotici– che inibiscono la risposta infiammatoria del cervello- sono in grado di dare benefici agli animali che hanno subito un trauma alla testa. Tuttavia secondo un nuovo

Pet therapy: che cos’è e gli studi sull’efficacia
Psicologia Psicoterapia

Pet therapy: che cos’è e gli studi sull’efficacia

La pet therapy si sta espandendo molto anche in Italia, con metodi ed applicazioni a tipologie di pazienti molto diverse tra loro. Crescono anche gli studi scientifici internazionali sull’efficacia di questi interventi. Chiara Daldosso, OPEN SCHOOL STUDI COGNITIVI MILANO   Pet therapy: che cos’è Cani, cavalli, delfini e gatti possono

Il rapporto con gli animali tra ambivalenze e paradossi
Attualità Psicologia

Il rapporto con gli animali tra ambivalenze e paradossi

Fin dagli studi di Levinson degli anni ’70 si è dimostrato che l’interazione con gli animali favorisce in noi umani la capacità relazionale di comprendere gli altri e migliora l’umore. Prendersi cura di un animale può calmare l’ansia, può trasmettere calore affettivo, e aiutare a superare lo stress e la

La natura dell’amore, l’esperimento di H. Harlow – I grandi esperimenti di psicologia
Psicologia

La natura dell’amore, l’esperimento di H. Harlow – I grandi esperimenti di psicologia

#7: La natura dell’amore di H. Harlow (1958). Vi presentiamo una serie di articoli relativi ai più grandi esperimenti in ambito sociologico e psicologico. Per fare ciò abbiamo cercato di risalire alle fonti originarie, ai primi articoli divulgati dagli autori. In questo modo sarà più facile vivere le loro scoperte a

VOTA L'ARTICOLO
(Nessun voto)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario