Messaggio pubblicitario ISC Congresso 2019

Neuroscienze e Scienze Cognitive: 18 Borse di Studio per Dottorati a Trento

Brain & Cognitive Sciences: 18 borse di studio per programmi di Dottorato presso l'università di Trento. DEADLINE per applications: 4 Giugno 2015

ID Articolo: 109591 - Pubblicato il: 27 aprile 2015
Neuroscienze e Scienze Cognitive: 18 Borse di Studio per Dottorati a Trento
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi

CIMEC TRENTO HEAD

 

 

Gli ultimi articoli su: Neuroscienze

Depressione e neuroscienze – Introduzione alla Psicologia
Neuroscienze Psicologia

Depressione e neuroscienze – Introduzione alla Psicologia

Nel trattamento della depressione è importante indurre anche piccoli cambiamenti nella vita delle persone perché è così possibile facilitare alcune modificazioni sull’attività neurotrasmettitoriale e cambiamenti positivi a livello neurale che si traducono in un miglioramento della qualità della vita. Realizzato in collaborazione con la Sigmund Freud University, Università di Psicologia

Respira prima di rispondere!
Neuroscienze Psicologia

Respira prima di rispondere!

Un recente studio del gruppo di lavoro di Noam Sobel del dipartimento di neurobiologia del Weizmann Institute of Science, pubblicato su Nature Human Behaviour, mostra come le persone, poco prima di cominciare compiti cognitivi matematici, lessicali e visuo-spaziali, spontaneamente abbiano la tendenza ad inspirare.   Questo studio inoltre ha messo

Allucinazioni: cosa accade a livello neurale quando percepiamo qualcosa che non esiste
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

Allucinazioni: cosa accade a livello neurale quando percepiamo qualcosa che non esiste

Diversi studiosi trattano il complesso fenomeno del percepire, non tanto come un insieme di sensazioni, fruite passivamente, che vengono poi influenzate dall’elaborazione cognitiva, ma piuttosto come la capacità di cogliere attivamente informazioni rilevanti dal flusso continuo di dati in cui siamo immersi. Lorenzo Mattioni   Non si parla di sensi

Sensibilità al dolore: il ruolo chiave degli ormoni sessuali – Quali conseguenze nel trattamento farmacologico?
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

Sensibilità al dolore: il ruolo chiave degli ormoni sessuali – Quali conseguenze nel trattamento farmacologico?

Nonostante il dolore non sia una sensazione piacevole, tuttavia risulta necessario: esso infatti ci segnala la presenza di un pericolo o di un danno al nostro organismo e ci permette in questo modo di allertarci e porvi rimedio per evitare conseguenze negative ancor più gravi o irreparabili a tessuti o

Cos’è la diattenuation imaging e quali sono i vantaggi di questa nuova tecnica di neuroimaging?
Neuroscienze

Cos’è la diattenuation imaging e quali sono i vantaggi di questa nuova tecnica di neuroimaging?

La diattenuation imaging è una tecnica di imaging che consente di raggiungere una risoluzione micrometrica (0,0001 cm) nello studio della struttura cerebrale e delle fibre nervose. Lorenzo Mattioni   Una conoscenza dettagliata dell’architettura delle fibre nervose è essenziale per comprendere la struttura e le funzioni del cervello. Sono passati più

Somatic Experiencing: il contributo di Peter Levine
Neuroscienze Psicologia Psicoterapia

Somatic Experiencing: il contributo di Peter Levine

Quando parliamo di trauma, dobbiamo immaginare un forte evento che irrompe nella vita dell’individuo facendogli sperimentare un senso di impotenza e minaccia devastanti   Premessa: il trauma di cui si parla in questo articolo, andrebbe inteso in senso più naturale, e “animale”, possibile. Quando parliamo di trauma, dobbiamo immaginare un

Quando si dice “stare in un bell’ambiente”: la nuova promessa delle Neuroscienze
Neuroscienze

Quando si dice “stare in un bell’ambiente”: la nuova promessa delle Neuroscienze

Le neuroscienze ambientali aspirano a costruire più recenti e comprensivi modelli teorici in grado di descrivere le relazioni tra fattori ambientali e aspetti psicologici cognitivi (memoria, attenzione, funzioni esecutive), con dati provenienti da neuroimaging, dall’epigenetica, dalle neuroscienze molecolari-cellulari e dai sistemi genetici.   Gli ambienti fisici e i contesti sociali

La terapia basata sull’espozione in soggetti che soffrono di PTSD. Arrivano in aiuto le Neuroscienze
Neuroscienze

La terapia basata sull’espozione in soggetti che soffrono di PTSD. Arrivano in aiuto le Neuroscienze

Alcuni ricercatori della Dell Medical School presso l’University of Texas at Austin  hanno sviluppato un nuovo trattamento per il Disturbo da Stress Post Traumatico (PTSD), il cui focus è quello di cambiare il modo con cui il cervello risponde alle situazioni spaventose.   Lo studio condotto dai ricerctori della Dell

Genetica e relazioni sentimentali durature: c’è un legame?
Neuroscienze Psicologia

Genetica e relazioni sentimentali durature: c’è un legame?

L’ innamoramento tra due persone si può verificare grazie alla presenza di diversi fattori, come una serie di interessi comuni, l’attrazione fisica o la condivisione di valori, etc.   Le relazioni di lunga durata, dunque, secondo un recente studio, potrebbero essere facilitate anche dalla presenza di fattori biologici oltre a

“Scusi ma non riconosco la sua voce”: alla scoperta della fonoagnosia
Neuroscienze Psicologia

“Scusi ma non riconosco la sua voce”: alla scoperta della fonoagnosia

La fonoagnosia viene definita come un deficit nel riconoscere voci di persone familiari e/o di discriminare differenti voci (e.g. indicare se due parole sono pronunciate dalla stessa persona). Alla stregua della prosopagnosia, la fonoagnosia, essendo specifica per le voci, non è associata a deficit nel riconoscimento di altri suoni (e.g.

Emozioni e diffidenza: come gli stati emotivi influenzano la nostra fiducia negli altri
Neuroscienze Psicologia

Emozioni e diffidenza: come gli stati emotivi influenzano la nostra fiducia negli altri

Una ricerca dell’università di Zurigo e dell’Università di Amsterdam evidenzia che le emozioni spiacevoli possono ridurre l’abilità di fiducia verso gli altri, anche se queste emozioni sono state innescate da eventi estranei alla decisione di fidarsi. Erica Benedetto Non è un segreto che i sentimenti provati verso una specifica persona

Effetti dell’istituzionalizzazione sulla sua struttura e sul funzionamento dell’amigdala
Neuroscienze Psicologia

Effetti dell’istituzionalizzazione sulla sua struttura e sul funzionamento dell’amigdala

L’ amigdala è una struttura implicata nella elaborazione e nella risposta di informazioni di tipo emotivo (Davis & Whalen, 2001) ed è sensibile a precoci eventi stressanti o negativi sia negli animali che negli umani (Suomi, 1997; Teicher, Andersen, Polcari, Anderson, Navalta & Kim, 2003). Giorgia Petrova   Mehta e

Generation Like: quando un “mi piace” ha effetti… anche a livello neurale
Neuroscienze Psicologia

Generation Like: quando un “mi piace” ha effetti… anche a livello neurale

È ormai noto come l’utilizzo dei social media abbia un effetto sul benessere psicologico dell’individuo, ma cosa succede a livello neurale? Può un numero elevato di like alle fotografie postate influenzare il nostro comportamento e il nostro cervello quando navighiamo sui social? Martina Giglioli e Olga Durante   I social

Gli occhi della mente: cosa guardiamo quando non guardiamo nulla?
Neuroscienze

Gli occhi della mente: cosa guardiamo quando non guardiamo nulla?

Possono i nostri occhi muoversi anche quando non c’è nulla da vedere? Un nuovo studio, recentemente pubblicato su Nature Human Behaviour, ha mostrato come piccoli movimenti oculari possano rivelare lo spazio in cui la persona alloca l’attenzione, uno spazio memorizzato e non visivo.   La scoperta condotta dall’Oxford Centre for

Meno male che sento dolore! – Il ruolo adattivo della sofferenza
Neuroscienze Psicologia

Meno male che sento dolore! – Il ruolo adattivo della sofferenza

Paradossalmente esperire dolore è un bene, ci consente di sopravvivere. Il non sperimentarlo affatto costituisce una patologia che può portare anche alla morte.   Paradossalmente esperire dolore è un bene, ci consente di sopravvivere. La I.A.S.P. (Associazione Internazionale per lo studio del dolore) definisce il dolore come “una sgradevole esperienza

Il Disturbo da Stress Post-Traumatico: un problema nelle predizioni
Neuroscienze Psicologia

Il Disturbo da Stress Post-Traumatico: un problema nelle predizioni

Esiste una base biologica o evolutiva per la quale alcuni soggetti sono più esposti allo sviluppo di un Disturbo da Stress Post Traumatico (PTSD) rispetto ad altri? O è l’essere stati esposti ad un trauma a generare delle “tracce” che potrebbero fungere da marker diagnostici per la psicopatologia?   Un

Riscrivere le memorie funziona: un aiuto – vero – dalle neuroscienze
Neuroscienze Psicoterapia

Riscrivere le memorie funziona: un aiuto – vero – dalle neuroscienze

Affinché sia possibile l’elaborazione di un trauma, è importante che la traccia originale delle memorie traumatiche, localizzata nel nucleo dentato dell’ippocampo, venga riattivata perché si possa verificare la riduzione della paura remota ad essa connessa. In terapia questo trova applicazione nell’uso di tecniche immaginative con il paziente. Delia Lenzi  

La difficoltà di percepire la realtà della morte cerebrale e l’opposizione alla donazione di organi
Neuroscienze Psicologia

La difficoltà di percepire la realtà della morte cerebrale e l’opposizione alla donazione di organi

Banalmente e volgarmente si potrebbe sintetizzare la definizione di morte come “l’unica cosa certa della vita”. Come tale e come simbolo di ignoto per eccellenza, da sempre l’uomo si interroga su questo fenomeno, provandone angoscia, paura, talora sollievo laddove la vita terrena non offra altro che sofferenza. Alessandra Gottardello, Marco

È possibile che fumare troppo danneggi la vista? – Gli effetti del fumo sulla discriminazione dei colori
Neuroscienze

È possibile che fumare troppo danneggi la vista? – Gli effetti del fumo sulla discriminazione dei colori

Stando a una recentissima ricerca della Rutgers University (Fernandes, Silverstein, Almeida & Santos, 2019) del New Jersey, è possibile che un consumo smodato di tabacco conduca gli individui a problemi visivi.   Il problema del fumo interessa milioni di persone in ogni parte del mondo. Si stima che nei soli

L’uso terapeutico della caffeina sui bambini prematuri
Neuroscienze

L’uso terapeutico della caffeina sui bambini prematuri

Nei bambini prematuri il cervello alla nascita non risulta ancora completamente sviluppato, per questo motivo alcune sue funzioni che normalmente vengono svolte in automatico risultano deficitarie. Grazie alla caffeina sembra possibile intervenire su tali disfunzioni, incrementando ad esempio il funzionamento polmonare.   Una tazza di caffè durante la giornata per molti

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Diventare Psicoterapeuta

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca