La depressione e i pensieri negativi e pessimisti circa se stessi e il proprio futuro

La Depressione è un Disturbo dell’Umore caratterizzato da tristezza, mancanza di piacere nelle comuni attività quotidiane e pensieri negativi e pessimisti.

ID Articolo: 106714 - Pubblicato il: 05 marzo 2015
La depressione e i pensieri negativi e pessimisti circa se stessi e il proprio futuro
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Sigmund Freud University - Milano - LOGO INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (06)

 

 

La Depressione è un Disturbo dell’Umore. Generalmente chi ne soffre prova frequenti e intensi stati di insoddisfazione e tristezza e tende a non provare piacere nelle comuni attività quotidiane. Le persone che soffrono di depressione vivono in una condizione di costante malumore e con pensieri negativi e pessimisti circa se stessi e il proprio futuro.

Spesso la depressione nasce dalla difficoltà di accettare una perdita o il non raggiungimento di un proprio scopo (che viene vissuto come un fallimento insuperabile). Si tratta per esempio di tutte le forme depressive che nascono da lutti personali piuttosto che dalla perdita del lavoro o dalla rottura di un’importante relazione affettiva.

 

SINTOMI DELLA DEPRESSIONE

Messaggio pubblicitario La sintomatologia tipicamente è più intensa al mattino e migliora nel corso della giornata, ma vi sono delle eccezioni. La depressione può manifestarsi con diversi livelli di gravità. Si può soffrire di depressione in modo acuto (con fasi depressive molto intense ed improvvise) oppure soffrirne in modo cronico e continuo, anche se in forma leggera, con alcuni improvvisi momenti di peggioramento.

Le componenti psicologiche principali che caratterizzano e mantengono la depressione sono:

  • Ruminazione mentale (autoanalisi): la tendenza ad analizzare continuamente il proprio malessere (mancanza di energia, umore triste) e i propri problemi (perdite o fallimenti) cercando di capire cause e conseguenze (perchè mi è capitato? Perchè sto così male? Cosa ho fatto per meritarlo? Dove ho sbagliato?) con il risultato di prolungare lo stato depressivo.
  • Ritiro: indica la riduzione del contatto sociale, delle attività quotidiane o l’evitamento di compiti ed è motivato dall’idea di non essere capace o di non provare alcun piacere, che ha come risultato passività e ulteriore demotivazione.
  • Autovalutazione negativa (autocritica eccessiva): la tendenza a valutarsi negativamente come incapace, sfortunato, indegno di amore, difettoso, a fronte di errori e mancanze che appartengono alla vita di tutti i giorni.
  • Negativismo: mantenere l’attenzione costantemente puntata su ciò che manca per essere felici o soddisfatti di se stessi e della propria vita.

 

DEPRESSIONE E DISTURBI DELL’UMORE

INTRODUZIONE ALLA PSICOLOGIA

Che cos’è la terapia cognitivo-comportamentale?
Psicoterapia

Che cos’è la terapia cognitivo-comportamentale?

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (11)    La psicoterapia cognitiva e comportamentale spiega il disagio emotivo attraverso una complessa relazione di pensieri, emozioni e comportamenti. Gli eventi influenzano le nostre emozioni ma pensieri e comportamenti determinano la loro intensità e la loro durata. Ognuno di noi ha modalità tipiche di pensare e

Come funziona la Psicoterapia Cognitiva?
Psicoterapia

Come funziona la Psicoterapia Cognitiva?

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (12)     Attraverso tre tappe fondamentali la psicoterapia cognitiva guida la persona verso un cambiamento che permette di raggiungere obiettivi personali, migliorare la qualità delle relazioni con gli altri e ridurre la propria sofferenza emotiva. La psicoterapia cognitivo-comportamentale è un percorso di trattamento dei disturbi psicologici

Che cos’è la psicoterapia?
Psicoterapia

Che cos’è la psicoterapia?

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (10)     La psicoterapia è un percorso di trattamento dei disturbi psicologici che si realizza in una serie di incontri con un professionista psicoterapeuta. Lo scopo della psicoterapia è promuovere un cambiamento tale da alleviare in modo stabile alcune forme di sofferenza emotiva. La psicoterapia aiuta

Il Disturbo Narcisistico di Personalità
Psicologia

Il Disturbo Narcisistico di Personalità

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (09)     Il Disturbo Narcisistico di Personalità è molto vario e spesso è stato descritto ponendo eccessiva attenzione ad un atteggiamento di autoesaltazione; anche se questo aspetto può essere presente, il nucleo del disturbo narcisista risiede in una vulnerabilità a certi temi dolorosi. In psicologia, il

Il disturbo Borderline di Personalità: disregolazione emotiva, discontrollo degli impulsi e instabilità
Psicoterapia

Il disturbo Borderline di Personalità: disregolazione emotiva, discontrollo degli impulsi e instabilità

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (08)     In psicologia il Disturbo Borderline rientra nei disturbi di personalità che sono caratterizzati da modalità di pensiero e comportamento disadattivi che si manifestano in modo pervasivo, rigido e apparentemente permanente. Coinvolgono diverse sfere di vita e sono caratterizzati da una scarsa consapevolezza, cioè le

Alcol, gioco d’azzardo e dipendenza
Psicoterapia

Alcol, gioco d’azzardo e dipendenza

  INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (07)     In psicologia, le dipendenze includono disturbi associati a difficoltà nel controllo dei desideri e del comportamento. Gli aspetti psicologici comuni di questi disturbi sono: (1) disagio psicologico nella gestione delle esperienze di desiderio intenso (craving), (2) difficoltà a evitare comportamenti dannosi. L’oggetto del

La depressione e i pensieri negativi e pessimisti circa se stessi e il proprio futuro
Psicoterapia

La depressione e i pensieri negativi e pessimisti circa se stessi e il proprio futuro

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (06)     La Depressione è un Disturbo dell’Umore. Generalmente chi ne soffre prova frequenti e intensi stati di insoddisfazione e tristezza e tende a non provare piacere nelle comuni attività quotidiane. Le persone che soffrono di depressione vivono in una condizione di costante malumore e con

L’ipocondria, l’ansia per la propria salute
Psicoterapia

L’ipocondria, l’ansia per la propria salute

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (05)     In psicologia clinica, l’ipocondria è caratterizzata dall’ interpretazione erronea di segni e sintomi fisici come segnale di una grave patologia, senza che un’accurata valutazione medica abbia identificato motivi sufficienti per giustificare questi timori. Chi soffre di ipocondria non ha convinzioni così esagerate da sfociare

Attacco di panico: che cos’è e come funziona?
Psicoterapia

Attacco di panico: che cos’è e come funziona?

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (04)     L’Attacco di Panico è un periodo di paura o disagio intensi in assenza di vero pericolo e accompagnati da almeno sintomi cognitivi o somatici. L’attacco di panico raggiunge rapidamente l’apice e si manifeste con breve durata, solitamente non superiore ai 10 minuti. Gli attacchi

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo – Introduzione alla Psicoterapia
Psicoterapia

Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo – Introduzione alla Psicoterapia

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (03)     Il Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC) è un disturbo d’ansia caratterizzato generalmente dalla presenza di ossessioni e compulsioni, anche se in alcuni casi possono essere presenti ossessioni senza compulsioni. Le ossessioni sono pensieri, impulsi o immagini mentali che vengono percepite come sgradevoli o intrusive dalla persona.

La Fobia sociale – Introduzione alla Psicoterapia
Psicoterapia

La Fobia sociale – Introduzione alla Psicoterapia

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (02)     Il Disturbo d’Ansia Sociale o Fobia Sociale è un disturbo d’ansia caratterizzato dalla paura intensa di trovarsi in una situazione sociale, soprattutto non conosciuta, o paura di eseguire prestazioni non all’altezza delle aspettative e da cui possa derivare un giudizio altrui negativo. Le persone

Ansia generalizzata & Rimuginio – Introduzione alla Psicoterapia
Psicoterapia

Ansia generalizzata & Rimuginio – Introduzione alla Psicoterapia

INTRODUZIONE ALLA PSICOTERAPIA (01)     Le persone con Disturbo d’Ansia Generalizzata faticano a controllare il proprio rimuginio. Quando iniziano a pensarci non riescono più a smettere, a concentrarsi su altri compiti o su aspetti piacevoli della vita quotidiana. Il disturbo d’ansia generalizzato è un disturbo d’ansia caratterizzato da una

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 4,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario