Messaggio pubblicitario

EMDR di gruppo: protocolli e possibilità applicative. Report dal seminario con Giada Maslovaric

Il 24 settembre si è tenuto con Giada Maslovaric un seminario sui protocolli e le possibilità applicative dell' EMDR di gruppo.

ID Articolo: 148738 - Pubblicato il: 27 settembre 2017
EMDR di gruppo: protocolli e possibilità applicative. Report dal seminario con Giada Maslovaric
Messaggio pubblicitario SFU MAGISTRALE 09-2017 2
Condividi

Il 24 settembre si è tenuto a Milano presso l’hotel Michelangelo il seminario di Giada Maslovaric “ EMDR di gruppo: protocolli e possibilità applicative” organizzato dall’Associazione EMDR Italia. Giada Maslovaric, supervisore e facilitator EMDR, ha condotto un workshop ricco di stimoli con una calda professionalità caratterizzata da attenzione alle procedure tecniche e da una creatività che germoglia dalla sintonizzazione con il contesto.

 

Come nasce l’ EMDR di gruppo?

Messaggio pubblicitario Me.Dia.Re. NOVEMBRE 2017 L’EMDR (Eye Movement Desensitization and Reprocessing) (Shapiro, 2001) è un noto trattamento evidence based raccomandato da numerose linee guida, ad esempio dall’American Psychiatric Association (2004), per la cura del PTSD.

Numerosi studi hanno inoltre riportato l’efficacia del trattamento EMDR per il PTSD esordito nello specifico in seguito a disastri naturali come l’Uragano Andrew, l’Uragano Iniki e il terremoto nella regione di Marmara in Turchia.

Nel 1997 l’uragano Pauline in Messico provoca 230-500 morti e 300.000 sfollati.
Questi sono i numeri che due terapeuti EMDR, Ignacio Jarero e Lucina Artigas, si ritrovano ad affrontare.

I membri della Mexican Association for Mental Health Support in Crisis sviluppano un protocollo per riuscire a far fronte a tale catastrofe. Nasce così EMDR-IGTP (Eye Movement Desensitization and Reprocessiong- Intergrative Group Treatment Protocol).
EMDR di gruppo è un intervento che “combina un protocollo di gruppo con una stimolazione bilaterale autosomministrata (abbraccio a farfalla) e usa le 8 fasi dell’EMDR” (Maxfield, 2008).

Secondo Maxfield (2008) in letteratura sono presenti studi che mostrano prove preliminari di efficacia e utilità di questo intervento come lo studio di Fernandez et al. (2004). L’autore inoltre riporta che EMDR-IGTP è risultato efficace in diverse occasioni e utilizzato per migliaia di sopravvissuti in tutto il mondo e allo stesso tempo che sono auspicabili in futuro studi randomizzati e prospettici.

EMDR-IGTP è stato poi anche adattato successivamente da Maslovaric e Fernandez (2015). Infatti in Italia, in seguito a disastri sia naturali sia provocati dall’uomo, l’EMDR di gruppo è stato implementato. Questo intervento è stato applicato a diversi livelli di esposizione all’evento traumatico e a differenti fasce d’età.

Quali sono le caratteristiche dell’ EMDR di gruppo (EDMR-IGTP)?

L’EMDR-IGTP ha diverse peculiarità.
Innanzitutto ci sono delle caratteristiche preliminari necessarie quali: l’analisi del contesto, l’analisi del bisogno emotivo e concettualizzazione e assessment ben strutturati.

Messaggio pubblicitario Il trattamento con EMDR-IGTP mira a facilitare la gestione e l’elaborazione del materiale traumatico presente dopo l’evento, offrendo inoltre supporto e trattando il maggior numero di persone all’interno di un medesimo contesto.
Il trattamento è rivolto a gruppi di persone omogenee (Es. per età, per evento traumatico vissuto) o gruppi pre-esistenti all’evento (es. una classe).

E’ presente l’uso di una testistica ad hoc per la tipologia di gruppo e il protocollo è applicabile sia per l’età evolutiva che per l’età adulta.
All’interno di un gruppo sarà inoltre possibile, dove necessario, individuare chi potrebbe avere bisogno di un intervento individuale.
Infine tale protocollo è applicabile sia in fase acuta (0-3 mesi dall’evento) che in fase cronica (dopo i 3 mesi).

Durante il seminario vengono poi presentate le diverse declinazioni e specifiche del protocollo illustrate con esempi di esperienza sul campo. Vengono così mostrati i disegni delle elaborazioni e un filmato.

Alcuni esempi riportati riguardano l’ambito della psicologia dell’emergenza: l’intervento di maxi emergenza nelle zone del Centro Italia terremotate (es. Amatrice, Norcia, Amandola), l’intervento umanitario a favore di orfani siriani a Gaziantep, i gruppi nelle scuole per eventi traumatici (es. suicidio di un compagno di classe). Possono essere presenti inoltre gruppi per il trauma vicario.

Altri esempi ancora raccontano dell’applicazione di EMDR-IGTP al di fuori dell’ambito emergenziale portando l’esperienza di gruppi omogenei di persone come i caregivers di pazienti con diagnosi specifiche.

Viene mostrato lo studio preliminare di Passani et al. (2016) sui caregivers di pazienti con demenza.
Successivamente vengono presentati ulteriori progetti che riguardano genitori con difficoltà diverse: bambini con disabilità (Incerti A., Rossi F.), bambini sottoposti a intervento chirurgico per craniostenosi (Di Carlo S., Finocchiaro C.Y, Lemmo A.), bambini con lo spettro autistico (Gullo R., Maslovaric G., Renna A.).
Tali progetti e studi mostrano risultati preliminari incoraggianti che dovranno poi essere implementati in futuro.

Giada Maslovaric conclude il seminario sottolineando che per poter inserire in modo adeguato ed utile l’EMDR di gruppo risultano fondamentali: un ottimo assessment, l’analisi del contesto e obiettivi chiari e definiti.
Si chiude la giornata citando, a proposito dell’importanza e della forza del gruppo, la frase di John Miur “Non c’è un solo frammento isolato in tutta la natura, ogni frammento fa parte di un’unità armoniosa e completa”.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 13, media: 4,38 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

L’utilizzo dell’EMDR nel trattamento di sintomi depressivi e da PTSD in un campione di profughi siriani

L’utilizzo dell’EMDR nel trattamento di sintomi depressivi e da PTSD in un campione di profughi siriani

Una recente ricerca conferma l’efficacia dell'EMDR nel trattamento dei sintomi depressivi e dei sintomi da PTSD in un campione di profughi siriani adulti.

Bibliografia

  • American Psychiatric Association. (2004). Practice guideline for the treatment of patients with acute stress disorder and posttraumatic stress disorder. Arlington, VA: American Psychiatric Association Practice Guidelines.​
  • Artigas, L., Jarero, I., Mauer, M., López Cano, T., & Alcalá, N. (2000). EMDR and traumatic stress after natural disasters: Integrative treatment protocol and the butterfly hug. In Poster presented at the EMDRIA Conference, Toronto, Ontario, Canada.
  • Fernandez, I. (2007). EMDR as treatment of post-traumatic reactions: a field study on child victims of an earthquake. Educational and Child Psychology, 24(1), 65.
  • Fernandez, I., (2017). Terremoto e ferite dell’anima: come affrontare le macerie emotive. Psicologia Contemporanea, 261(3), 16-21.
  • Fernandez, I., Gallinari, E., & Lorenzetti, A. (2004). A school-based intervention for children who witnessed the Pirelli building airplane crash in Milan, Italy. Journal of Brief Therapy, 2, 129–136.
  • Jarero I., Artigas L., Hartung J. (2006), EMDR Integrative Group Treatment Protocol: a post disaster trauma intervention for children and adults. Traumatology, 12, 121- 129.
  • Jarero, I., & Artigas, L. (2010). The EMDR integrative group treatment protocol: Application with adults during ongoing geopolitical crisis. Journal of EMDR Practice and Research, 4(4), 148–155.
  • Jarero, I., Artigas, L., Mauer, M., López Cano, T., Alcalá, N., (1999). Children’s post- traumatic stress after natural disasters: integrative treatment protocol, Poster presented at the annual meeting of the International Society for Traumatic Stress Studies, November, Miami, FL.
  • Jarero, I., Artigas, L., Montero, M., & Lena, L. (2008). The EMDR integrative group treatment protocol: Application with child victims of a mass disaster. Journal of EMDR Practice and Research, 2(2), 97-105.
  • Korkmazlar-Oral, U., & Pamuk, S. (2002). Group EMDR with child survivors of the earthquake in Turkey. Journal of the American Academy of Child and Adolescent Psychiatry, 37, 47–50.
  • Luber, M. (Ed.). (2013). Implementing EMDR early mental health interventions for man-made and natural disasters: Models, scripted protocols and summary sheets. Springer Publishing Company.
  • Maslovaric and Fernandez (2015) “Utilizzo dell’EMDR di gruppo”. Acts of the workshop held in collaboration with the Italian EMDR Association.
  • Maxfield, L. (2008). EMDR treatment of recent events and community disasters. Journal of EMDR Practice & Research, 2(2), 74–78.
  • Passoni S., Curinga T., Torlado A., Berlingeri M., Fernandez I., Bottini G. Preliminary results of a randomized controlled trial about the effectiveness of eye movement desensitization and reprocessing integrative group treatment protocol (EMDR-IGTP) for the reduction of psychological distress in caregiver of patients with dementia. Second International Meeting of the Milan Centre for Neuroscience (NEUROMI)prediction and prevention of Dementia:New Hope Milan, July 6-8, 2016.
  • Pynoos, R. S., Goenjian, A., Tashjian, M., Karakashian, M., Manjikian, R., Manoukian, G., … & Fairbanks, L. A. (1993). Post-traumatic stress reactions in children after the 1988 Armenian earthquake. The BritishJournal of Psychiatry, 163(2), 239-247.
  • Rossi F.,Fernandez I., Fiore F., Maslovaric G., Incerti A. Caregiving parent group: intervento di gruppo con i genitori di bambini con disabilità basato sull’integrazione tra emdr e cbt FORUM di PSICOTERAPIA e RICERCA scuola di specializzazione Studi Cognitivi, 5-6 Maggio, 2017.
  • Shapiro, F. (1995). Eye Movement Desensitization and Reprocessing (EMDR): Basic Principles, Protocols and Procedures (1st ed.). New York: Guilford Press.
  • Shapiro, F. (2001). Eye movement desensitization and reprocessing: Basic principles, Protocols, and Procedures (2nd ed.). New York: Guilford Press.
  • Wilson, S., Tinker, R., Hofmann, A., Becker, L., & Marshall, S. (2000). A field study of EMDR with Kosovar-Albanian refugee children using a group treatment protocol. Paper presented at the annual meeting of the International Society for the Study of Traumatic Stress, San Antonio, TX.
  • Zaghrout-Hodali, M., Alissa, F., & Dodgson, P. (2008). Building resilience and dismantling fear: EMDR group protocol with children in an area of ongoing trauma. Journal of EMDR Practice and Research, 2, 106.
State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Messaggio pubblicitario

Argomenti