Messaggio pubblicitario

Il grado di istruzione dei genitori influenza l’abilità di lettura dei figli?

ID Articolo: 847 - Pubblicato il: 06 luglio 2011
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi


 

Gli psicologi Friend, Olson e DeFries dell’Università di Boulder (Colorado) hanno studiato l’interazione tra variabili genetiche e ambientali nella genesi della dislessia, il più comune tra i disturbi dell’apprendimento, concentrandosi prevalentemente sull’influenza che il grado di istruzione dei genitori (variabile di tipo ambientale) ha sullo sviluppo di tale disturbo.

Gli studiosi hanno eseguito uno studio su 445 coppie di gemelli, omozigoti ed eterozigoti, in cui almeno uno dei due fratelli fosse dislessico e per ciascuna coppia hanno indagato il livello di istruzione dei genitori. I risultati, pubblicati su Psychological Science, evidenziano la presenza di una significativa correlazione tra il livello di istruzione genitoriale e il grado di ereditarietà della dislessia: nelle coppie in cui l’istruzione dei genitori è più elevata la dislessia dei figli è principalmente dovuta a cause di tipo genetico, mentre l’opposto avviene nelle coppie i cui genitori presentano una istruzione di grado inferiore, in questi casi infatti la dislessia sarebbe principalmente dovuta a cause di tipo ambientale e minor peso verrebbe a rivestire la componente genetica.

Gli autori sottolineano che questi risultati potrebbero avere importanti ripercussioni in ottica preventiva e riabilitativa: si potrebbero creare dei percorsi scolastici ad hoc, rivolti soprattutto a bambini provenienti da famiglie con basso livello di istruzione, allo scopo di favorirne ed incrementarne l’esercizio delle abilità di lettura e scrittura per sopperire alle carenze dell’ambiente domestico. La questione, di per sé affascinante, appare in realtà delicata e complessa dal punto di vista organizzativo; una gestione non corretta potrebbe, infatti, favorire nelle famiglie non direttamente coinvolte nel progetto e nel personale scolastico stesso, una sorta di discriminazione delle famiglie meno abbienti verso cui è rivolta l’iniziativa.

Friend, A., DeFries, J. C., Olson, R. K. (2008). Parental education moderates genetic influences on reading disability. Psychological Science, 19, 1124-1130.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 3,50 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE

Messaggio pubblicitario