Messaggio pubblicitario

Depressione

Depressione: che cos'è la depressione, quali sono i trattamenti più efficaci e le modalità di cura. Sintomi e diagnosi per la depressione

Leggi tutti gli articoli che parlano di Depressione
Condividi

DEFINIZIONE DI DEPRESSIONE

La Depressione è un disturbo dell’umore. Generalmente chi presenta i sintomi della depressione mostra e prova frequenti e intensi stati di insoddisfazione e tristezza e tende a non provare piacere nelle comuni attività quotidiane. Le persone che soffrono di depressione vivono in una condizione di costante malumore e con pensieri negativi e pessimisti circa sé stessi e il proprio futuro.

DEPRESSIONE: LEGGI TUTTI GLI ARTICOLI

Spesso la depressione nasce dall’incapacità di accettare una perdita o il non raggiungimento di un proprio scopo (che viene vissuto come un fallimento insuperabile). Si tratta per esempio di tutte le forme depressive che nascono da lutti personali piuttosto che dalla perdita del lavoro o dalla rottura di un’importante relazione affettiva.

La sintomatologia tipicamente è più intensa al mattino e migliora nel corso della giornata, ma vi sono delle eccezioni. La depressione può manifestarsi con diversi livelli di gravità.

Alcune persone presentano sintomi della depressione di bassa intensità, legati ad alcuni momenti di vita, mentre altre si sentono cosi depresse da non riuscire a svolgere le normali attività quotidiane.

Si può soffrire di depressione in modo acuto (con fasi depressive molto intense ed improvvise) oppure soffrirne in modo cronico e continuo, anche se in forma leggera, con alcuni improvvisi momenti di peggioramento.

Spesso i parenti spronano chi ne soffre a reagire. Questo avviene naturalmente in buona fede, ma può generare sentimenti di colpa nella persona con disturbo depressivo. In circa il 15% dei casi la depressione diventa un disturbo cronico con una durata di oltre 3 anni. Si hanno ricadute nel 50% dei casi. Dopo una prima ricaduta la probabilità di ricadere aumenta fino al 75%.

 

QUANTO E’ DIFFUSA LA DEPRESSIONE

Messaggio pubblicitario Molte persone sperimentano emozioni e sensazioni fortemente negative nell’arco della propria vita. Nel mondo si stima che circa 340 milioni di persone soffrano di depressione. La fascia di età più colpita è quella compresa tra 30 e 49 anni. Il disturbo depressivo è circa due volte più frequente tra le donne. Nel corso degli ultimi anni la prevalenza della depressione è aumentata costantemente e allo stesso tempo l’età di insorgenza è diminuita. Attualmente la depressione è considerata  dall’Organizzazione Mondiale della Sanità la seconda causa di disabilità nel panorama delle malattie fisiche e psicologiche, seconda solo all’infarto.

 

QUALI SONO I SINTOMI DELLA DEPRESSIONE?

Sentirsi depressi significa vedere il mondo attraverso degli occhiali con le lenti scure: tutto sembra più opaco e difficile da affrontare, anche alzarsi dal letto al mattino o fare una doccia. Molte persone depresse hanno la sensazione che gli altri non possano comprendere il proprio stato d’animo e che siano inutilmente ottimisti.

I sintomi della depressione più comuni sono la perdita di energie, senso di fatica, difficoltà nella concentrazione e memoria, agitazione motoria e nervosismo, perdita o aumento di peso, disturbi del sonno (insonnia o ipersonnia), mancanza di desiderio sessuale e dolori fisici. Le emozioni tipiche sperimentate da chi è soffre di disturbo depressivo sono la tristezza, l’angoscia, disperazione, insoddisfazione, senso di impotenza, perdita della speranza, senso di vuoto.

I sintomi cognitivi sono la difficoltà nel prendere decisioni e nel risolvere i problemi, la ruminazione mentale (restare a pensare al proprio malessere e alle possibili ragioni), autocriticismo e autosvalutazione, pensiero catastrofico e pensiero pessimista. I comportamenti che contraddistinguono la persona depressa sono l’evitamento delle persone e l’isolamento sociale, i comportamenti passivi, frequenti lamentele, la riduzione dell’attività sessuale e i tentativi di suicidio.

 

QUALI SONO LE CAUSE DELLA DEPRESSIONE?

La depressione può colpire chiunque. Le cause della depressione possono essere molteplici e diverse da persona a persona (ereditarietà, ambiente sociale, lutti familiari, problemi di lavoro,…). Le ricerche mostrano tuttavia la presenza di due fattori di rischio principali come cause della depressione:

  • il fattore biologico: alcune persone nascono con una maggiore predisposizione genetica verso la depressione;
  • il fattore psicologico: le esperienze e i comportamenti appresi nel corso della propria storia di vita (es: la ruminazione mentale) possono rendere vulnerabili alla depressione.

 

QUALI SONO LE CONSEGUENZE DELLA DEPRESSIONE?

Le conseguenze della depressione possono rappresentare importanti ripercussioni sulla vita di tutti i giorni. L’attività scolastica o lavorativa della persona può diminuire in quantità e qualità soprattutto a causa dei problemi di concentrazione e di memoria che tipicamente presentano le persone depresse. Questo disturbo, inoltre, porta al ritiro sociale e con il tempo danneggia le relazioni con il/la partner, figli, amici e colleghi. L’umore della persona depressa condiziona anche il rapporto con sé stessi e il proprio corpo. Tipicamente, infatti, chi è depresso ha difficoltà a curare il proprio aspetto, mangiare e dormire in modo regolare.

Depressione - Immagine: 69125527

FA PARTE DEI DISTURBI DELL’UMORE:

Articoli

L’utilizzo di tecniche di neurostimolazione nel trattamento dei disturbi psichiatrici
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

  L’utilizzo di tecniche di neurostimolazione nel trattamento dei disturbi psichiatrici

Il recente interesse per l’utilizzo di tecniche di neurostimolazione ha lo scopo di sviluppare protocolli di trattamento da unire a farmaci e psicoterapia

Combattere la depressione: stimolazione cerebrale o terapia farmacologica?
Neuroscienze Psichiatria

  Combattere la depressione: stimolazione cerebrale o terapia farmacologica?

Un nuovo studio confronta l’effetto di antidepressivi con trattamenti per la depressione basati su stimolazione cerebrale, mettendone in dubbio l’efficacia.

Alzheimer, scoperta rivoluzionaria: origine del morbo legata a depressione e disturbi dell’umore
Neuroscienze

  Alzheimer, scoperta rivoluzionaria: origine del morbo legata a depressione e disturbi dell’umore

La causa della demenza di Alzheimer sarebbe dovuta alla morte dei neuroni dell’area tegmentale ventrale, area che governa anche i disturbi dell’umore

Identificato un gene con un ruolo chiave nella depressione
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

  Identificato un gene con un ruolo chiave nella depressione

Identificata l’azione del gene SIc6a15 sui neuroni implicati nella depressione: livelli alterati di questo gene sembrano aumentarne la vulnerabilità

Depressione e ricerca: Lectio Magistralis con Pim Cuijpers – Report dall’ International Congress of Cognitive Psychotherapy, Romania 2017
Psichiatria Psicologia Psicoterapia

  Depressione e ricerca: Lectio Magistralis con Pim Cuijpers – Report dall’ International Congress of Cognitive Psychotherapy, Romania 2017

L’International Congress of Cognitive Psychotherapy si è aperto con la lezione magistrale di Pim Cuijpers sullo stato della ricerca sul tema Depressione

Emotional Faces Memory Task: il trattamento della depressione attraverso l’uso di un software
Neuroscienze Psicologia

  Emotional Faces Memory Task: il trattamento della depressione attraverso l’uso di un software

L’ Emotional Faces Memory Task migliora l’elaborazione delle informazioni emotive e il controllo dei networks cerebrali in pazienti con depressione

Deprivazione del sonno: un importante aiuto nella terapia dei disturbi dell’umore
Psichiatria Psicologia

  Deprivazione del sonno: un importante aiuto nella terapia dei disturbi dell’umore

La deprivazione del sonno è una terapia cronobiologica è può essere utilizzata come terapia di supporto o sostitutiva per i disturbi dell’umore.

La (meta)cognizione sociale nel disturbo depressivo maggiore: una review sulle basi neurali – Riccione, 2017
Psicologia Psicoterapia

  La (meta)cognizione sociale nel disturbo depressivo maggiore: una review sulle basi neurali – Riccione, 2017

Deficit di comprensione emotiva sarebbero alla base della compromissione della cognizione sociale in pazienti con Disturbo Depressivo Maggiore

Depressione: l’efficacia dei farmaci antidepressivi dipende anche dall’ambiente
Psichiatria Psicologia

  Depressione: l’efficacia dei farmaci antidepressivi dipende anche dall’ambiente

I farmaci antidepressivi, che in parte aumentano la plasticità neurale, garantirebbero, in un ambiente favorevole, la riduzione dei sintomi depressivi.

Restringimento della pupilla e rischio di depressione a seguito di una catastrofe naturale
Neuroscienze

  Restringimento della pupilla e rischio di depressione a seguito di una catastrofe naturale

E’ stato dimostrato che il restringimento pupillare di fronte ad espressioni facciali emotigene predice un incremento significativo dei sintomi depressivi.

Le donne dei Baustelle: riflessioni psicologiche sui testi delle canzoni
Cultura Psicologia

  Le donne dei Baustelle: riflessioni psicologiche sui testi delle canzoni

Le donne descritte nelle canzoni dei Baustelle recitano spesso il ruolo di personaggi dai tratti borderline e socialmente ai margini della società.

La depressione che spegne la passione: uso di antidepressivi e disfunzioni sessuali
Psichiatria Psicologia

  La depressione che spegne la passione: uso di antidepressivi e disfunzioni sessuali

Depressione e sessualità si influenzano a vicenda: spesso anche l’uso di antidepressivi può portare alla manifestazione di disfunzioni sessuali.

La depressione nel ciclo vitale femminile
Psicologia

  La depressione nel ciclo vitale femminile

Il ciclo riproduttivo fa da sfondo a tutti i fattori di rischio di depressione nelle donne, soprattutto in alcune fasi di vita come adolescenza o postpartum

Gli antidepressivi hanno lo stesso effetto su tutti?
Psichiatria

  Gli antidepressivi hanno lo stesso effetto su tutti?

Per poter scegliere l’antidepressivo giusto per ciascun paziente è opportuno considerare variabili come il genere, il peso e il profilo sintomatologico.

Ansia e depressione si curano con la psicoterapia: l’esempio del Centro di Psicoterapia e Scienza Cognitiva di Genova
Psicoterapia

  Ansia e depressione si curano con la psicoterapia: l’esempio del Centro di Psicoterapia e Scienza Cognitiva di Genova

La terapia cognitivo-comportamentale è tra le più efficaci in caso di ansia o depressione: l’esempio del centro Psicoterapia e Scienza Cognitiva di Genova

L’uso delle tecniche di neuroimmagine nella scelta del trattamento della depressione
Neuroscienze Psichiatria Psicologia

  L’uso delle tecniche di neuroimmagine nella scelta del trattamento della depressione

Diversi tipi di depressione richiedono cure differenziate: le tecniche di neuroimmagine potrebbero essere utilizzate per operare questa differenziazione

Il fenomeno overgeneral memory correlato al disturbo depressivo e al disturbo da stress post traumatico
Psicologia

  Il fenomeno overgeneral memory correlato al disturbo depressivo e al disturbo da stress post traumatico

L’ overgeneral memory è quel fenomeno che rende difficile il recupero di ricordi autobiografici specifici, esso sembrerebbe correlato a depressione e trauma

L’uso del gioco nella lotta contro la depressione 
Psicologia

  L’uso del gioco nella lotta contro la depressione 

E’ stato dimostrato come alcuni videogiochi, se utilizzati in modo corretto e per un tempo definito, possano essere utili nel trattamento della depressione

Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia
Cerchi un terapeuta?

Messaggio pubblicitario