Vivere nei pressi di uno spazio verde migliora la qualità della vita

Uno studio ha dimostrato che vivere vicino a parchi e spazi verdi migliora la salute, aumenta il benessere e riduce lo stress.

ID Articolo: 149495 - Pubblicato il: 31 ottobre 2017
Vivere nei pressi di uno spazio verde migliora la qualità della vita
Messaggio pubblicitario SFU BANNE MAGISTRALE 2018-03
Condividi

Vivere vicino a parchi e aree verdi aiuta a vivere meglio. In un nuovo studio, condotto in Germania, si collega il luogo di residenza allo stato di benessere della persona.

Lucia Marangia

 

Gli effetti benefici del vivere in prossimità di ambienti naturali

Messaggio pubblicitario Rumori, inquinamento, ritmi frenetici e mancanza di coesione sociale sembrano essere tra i fattori che mettono a rischio la salute mentale di chi vive in città. Non mancano, infatti, gli studi che dimostrano che vivere in città aumenti i livelli di stress e il rischio di soffrire di disturbi mentali.

Uno studio condotto dai ricercatori del Max Planck Institute for Human Development di Berlino ha rivelato le caratteristiche di questo fenomeno. Secondo un team di ricerca capeggiato dallo psicologo Simone Kuhn, il vivere in prossimità di ambienti naturali sarebbe legato ad una migliore funzionalità dell’amigdala, struttura del cervello che lavora nei momenti di stress.

Allo studio hanno partecipato 341 residenti berlinesi tra i 61 e gli 82 anni. Ai partecipanti è stato chiesto di effettuare un test di memoria e ragionamento e successivamente di sottoporsi a esami di risonanza magnetica per valutare la salute e la struttura delle aree che processano lo stress. I dati delle scansioni sono poi stati incrociati con i luoghi di residenza dei soggetti e il numero di volte che si recavano in aree verdi.

I ricercatori hanno così scoperto una relazione tra l’ambiente di residenza e la salute mentale; gli abitanti della città con maggior accesso a grandi parchi avevano più probabilità di mostrare una struttura cerebrale più sana, quindi, erano più in grado di affrontare lo stress. I risultati sono stati confermati anche dopo aver tenuto conto di altri fattori come l’educazione e il reddito che non hanno influito con rilevanza statistica sull’esito della prova.

Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA Una precedente ricerca condotta dalla statunitense Harvard T.H. Chan School of Public Health su donne che vivono fuori città aveva già ampiamente dimostrato che vivere a contatto con la natura ha effetti benefici sulla loro salute mentale e sul loro benessere. Inoltre, hanno un tasso di mortalità fino al 12% inferiore rispetto alle donne che vivono più lontano dalla natura. In uno studio britannico del 2016 è risultato che semplicemente avere delle piante in ufficio aiuta a migliorare il benessere e la produttività dei dipendenti di quasi il 15%.

Con le stime che prevedono oltre il 70% della popolazione mondiale risiedente in ambienti urbani entro il 2050, bisognerà indagare gli effetti non solo fisici ma anche psicologici del distacco dell’uomo dall’ambiente naturale.

Come si è visto, sempre più studi stanno portando alla luce l’importanza del legame tra uomo e natura. Questi risultati potrebbero quindi essere molto importanti ai fini della pianificazione strutturale delle città, nonostante la necessità di ulteriori conferme necessarie a supporto della tesi dimostrata nel presente studio di ricerca.

Sono comunque necessari più studi longitudinali per accumulare prove a supporto di questa tesi.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 4,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Ambiente e benessere. L'educazione ambientale come educazione alla salute

Ambiente e benessere. L'educazione ambientale come educazione alla salute

Oggi si assiste ad un’attenzione maggiore per l’ambiente in quanto la salute e il benessere dell'uomo derivano dalla salubrità dell’habitat in cui si vive.

Bibliografia

State of Mind © 2011-2018 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario NETWORK CLINICA 2 - footer right

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie