Messaggio pubblicitario

La meditazione Tong Len e il paziente oncologico

Al via all’Ausl di Bologna la prima sperimentazione di una pratica meditativa tibetana, Tong Len, per la cura delle patologie oncologiche.

ID Articolo: 26764 - Pubblicato il: 26 febbraio 2013
Messaggio pubblicitario SFU MAGISTRALE 09-2017 2
Condividi

 

La meditazione Tong Len e il paziente oncologico. - Immagine: © Rido - Fotolia.comAl via all’Ausl di Bologna la prima sperimentazione di una pratica meditativa tibetana, Tong Len, per la cura delle patologie oncologiche.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: MEDITAZIONE

Il comitato etico dell’Ausl ha approvato la sperimentazione e il direttore sanitario Massimo Annichiarico ha firmato la delibera che autorizza il progetto.

La pratica Tong Len “pratica del prendere e del dare” è una pratica meditativa tibetana in cui il meditatore sviluppa una grande compassione prendendo su di sé la sofferenza e le cause della sofferenza altrui, andando a lavorare in modo indiretto sul proprio pensiero egocentrico ed egoista.

La sperimentazione partirà a febbraio e sarà condotta dall’equipe del Dr. Gioacchino Pagliaro, direttore di Psicologia Clinica dell’Ospedale Bellaria di Bologna.

Un ponte tra pratica meditativa orientale e medicina occidentale, la prima volta che il Tong Len viene utilizzato clinicamente e che se ne valutano gli esiti nella cura di patologie oncologiche.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: ACCETTAZIONE DELLA MALATTIA

Pillole di…… Meditazione. - Immagine: © rudall30 - Fotolia.com

Articolo Consigliato: Pillole di…… Meditazione.

Nei prossimi giorni verranno selezionati 80 pazienti del reparto di oncologia dell’Ospedale Bellaria. Tutto il campione continuerà ad essere sottoposto al normale processo di cura, mentre solo 40 di loro saranno i soggetti\oggetto della meditazione Tong Len, così da poter valutare le differenze tra i due sottogruppi. I 15 meditatori esperti che prenderanno parte allo studio non conosceranno i nomi di chi farà parte del gruppo dei pazienti per i quali praticheranno il Tong Len, ma avranno solo una scheda con le iniziali del paziente il tipo di patologia che ha e alcuni valori del sangue.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: MINDFULNESS

Lo studio durerà tre mesi e sono previste valutazioni follow up a tre e a cinque anni. Verranno valutati alcuni indicatori ematochimici per monitorare gli eventuali cambiamenti nello stato di salute dei pazienti insieme agli eventuali miglioramenti dei livelli di ansia e stress e qualità della vita percepita. Misurazioni che verranno fatte prima dell’inizio della sperimentazione in corso e a 3 e 5 anni. Durante lo studio i 15 meditatori terranno un diario per annotarsi eventuali dettagli e particolari della pratica, così come agli 80 pazienti verrà chiesto di tenere un diario in cui annotare l’andamento della giornata.

Ad oggi non esiste letteratura scientifica in questo particolare campo, sarà un viaggio una scoperta tutta da seguire.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: 

MEDITAZIONE – ACCETTAZIONE DELLA MALATTIA – MINDFULNESS

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia
  • Andrea Bassanini

    Articolo molto interessante. Attenderò con interesse i risultati del lavoro. 

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo