Cuore sacro – Cinema & Psicoterapia #14

Cuore Sacro (2005) - Un viaggio verso la scoperta di se stessa e verso una spoliazione altruistica estrema che diventa “follia”. Cinema & Psicoterapia

ID Articolo: 37290 - Pubblicato il: 29 novembre 2013
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

 

RUBRICA CINEMA & PSICOTERAPIA  #14

Cuore Sacro (2005)

Proposte di visione e lettura (CorattiLorenziniScarinciSegre, 2012)

Cuore Sacro. - LOCANDINA

Un viaggio verso la scoperta di se stessa e verso una spoliazione altruistica estrema che diventa “follia”. 

Info:

Un film di Ferzan Ozpetek, con Barbora Bobulova, Andrea Di Stefano, Lisa Gastoni, Caterina Vertova, Massimo Poggio. Drammati co. Italia 2005.

Trama: 

Irene Ravelli è una cinica donna d’affari che gestisce le aziende immobiliari ereditate dal padre. Il dissequestro del palazzo di famiglia la porta a scoprire che la stanza dove ha abitato la madre è rimasta intatta. L’incontro con Benny, una ragazzina particolare, le fa conoscere una realtà caratterizzata da estrema povertà. Questi due eventi stravolgono la vita di Irene e provocano un profondo cambiamento, un viaggio verso la scoperta di se stessa e verso una spoliazione altruistica estrema che diventa “follia”. 

Motivi d’interesse:

Il cambiamento di Irene è così radicale che la porta ad uno stato quasi stuporoso, a un umore predelirante che culmina nella scena in cui si spoglia materialmente camminando nella stazione della metropolitana. Nella scena vengono riassunti gli elementi propri della derealizzazione e della depersonalizzazione. L’atteggiamento è distaccato, il corpo è estraneo, si avverte nella scena una sensazione di irrealtà. Irene è come se fosse in un sogno, il senso di realtà è così profondamente alterato che sembra in preda ad allucinazioni.

Indicazioni per l’utilizzo: 

Il film può offrire una traccia per discutere sul cambiamento, sull’incidenza che il giudizio degli accadimenti ha nella vita di ognuno e sul senso del vivere. Fornisce una rappresentazione esemplificativa di sintomi che possono appartenere a quadri clinici diversi: disturbo dissociativo, schizofrenia, disturbo di personalità schizotipico. 

Trailer:

 LEGGI:

PSICOSI DELIRIO

RECENSIONI – CINEMA 

 

Sullo stesso tema: 

  • Psycho. Un film di Alfred Hitchcock, con Anthony Perkins, Janet Leigh, Vela Miles, John Gavin, USA 1960.
  • Doppia personalità (Raising Cain). Un film di Brian De Palma, con John Lithgow, Steven Bauer, Lolita Davidovich. Thriller. USA 1992.
  • Dr. Jekyll e Miss Hyde (Dr. Jekyl and Ms. Hyde). Un film di David Price, con Sean Young, Tim Daly, Lysette Anthony, Timothy Daly, Stephen Tobolowsky. Horror. USA, GB 1995.

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario