Centri Clinici

Gabriele Caselli

Leggi tutti gli articoli di Gabriele Caselli
Condividi
Gabriele Caselli

PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE

Coordinator for curriculum and Teaching Instructor, Sigmund Freud University Milano

Doctor of Philosophy (Ph.D), London South Bank University, London, UK

Specializzato in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale

Ricercatore, Istituto di Ricerca Studi Cognitivi, Milano, Italy

Visiting Research Fellow presso London South Bank University

 

Iscritto all'Ordine degli Psicologi dell'Emilia-Romagna nr. 5034

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROFILO SU GOOGLE PLUS

 

PROFILO SU GOOGLE SCHOLAR

 

BIOGRAFIA:

Sono Psicologo, Psicoterapeuta e Ricercatore, laureato con lode e menzione speciale presso l’Università degli Studi di Parma.

Mi sono specializzato in Psicoterapia Cognitiva e Cognitivo-Comportamentale presso la scuola ‘Studi Cognitivi‘ di Sandra Sassaroli.

Nel 2013 ho conseguito il Dottorato di Ricerca in Psicologia Clinica presso la London South Bank University di Londra con una tesi sul modello metacognitivo del desiderio.

Dal 2009 collaboro come ricercatore e docente presso la scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva “Studi Cognitivi” dove mi occupo principalmente di ricerche su comprensione e trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia.

Nel corso degli anni mi sono specializzato in Italia e all’estero in diverse forme di psicoterapia cognitivo-comportamentale di nuova generazione tra cui Terapia Metacognitiva (Prof. Adrian Wells, Manchester University, UK), Terapia Cognitiva basata su Mindfulness (Prof. Zindel Segal, University of Toronto, Canada), Schema Therapy per i Disturbi di Personalità (Prof. Jeoffrey Young, Schema Therapy Institute, New York, USA), Terapia Transdiagnostica per i Disturbi Alimentari (Prof. Cristopher Fairburn, Oxford University, UK), Compassionate Mind Training (Prof. Paul Gilbert), Psicoterapia EMDR (Dr.ssa Isabel Fernandez) per il trattamento dei disturbi post-traumatici.

Sono socio della Società Italiana di Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva SITCC e della Società Italiana Alcologia.

Sono autore di pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali (vedi le mie pubblicazioni, il mio profilo su google scholar)

Attualmente sono professore a contratto presso l’Università di Pavia.

Referente nazionale progetto ProYouth per la prevenzione dei Disturbi Alimentari

Webjournalist per la rivista delle scienze psicologiche State of Mind

Opero come psicoterapeuta privato a Modena.

 



Contatti

Gabriele Caselli è citato in 21 articoli

Articoli di Gabriele Caselli

Le donne con alta autostima sono meno desiderabili!

Le donne con alta autostima sono meno desiderabili!

Mostrare di avere un elevata autostima ha un impatto rilevante sulla desiderabilità di una persona agli occhi dell’altro sesso, e questo impatto è diverso per uomini e donne. Una serie di studi di recente pubblicazione (Zeigler-Hill & Myers, 2011) riporta che gli uomini che mostrano un elevata autostima sono mediamente

Perchè Why è meglio di How nei problemi quotidiani dei pazienti depressi?

Perchè Why è meglio di How nei problemi quotidiani dei pazienti depressi?

Effetti disfunzionali del pensiero ripetitivo e effetti negativi della focalizzazione sul depressive mood (Ingram & Smith, 1984; Carver & Scheier, 1990; Watkins & Teasdale, 2001; Watkins, 2004)

Facebook e psicologia: tra Miti e Ricerca

Facebook e psicologia: tra Miti e Ricerca

La recente crescita esponenziale dei social network come Facebook e la rilevanza che stanno assumendo a livello mondiale ha coinvolto anche il mondo della ricerca in psicologia e psicoterapia. Negli ultimi tre anni sono state pubblicate oltre 130 ricerche su riviste scientifiche e psicologiche riguardo Facebook.

Fusione Pensiero e Azione

Fusione Pensiero e Azione

Una delle pessime abitudini mentali associate al disagio psicologico è la Fusione Pensiero Azione (FPA, Rachman, 1993). Per FPA si intende la tendenza a considerare i normali pensieri automatici negativi non tanto come oggetti della mente ma come dati di realtà. Tutti noi abbiamo quotidianamente centinaia di pensieri che passano

In Terapia: lo Sguardo del Dolore

In Terapia: lo Sguardo del Dolore

Il giovane terapeuta si accorge con il tempo di acquisire sempre maggiore sensibilità a ciò che non è detto verbalmente. Esperienza, fatica, sensibilità, tutte componenti che giocano un ruolo. Io, da giovane psicoterapeuta, mi meta-accorgo di come si evolve la mia sensibilità. Cioè mi accorgo di come avverto diversamente molti

I “Mode” della Schema Therapy e la Terapia Cognitiva.

I “Mode” della Schema Therapy e la Terapia Cognitiva.

Il concetto di ‘mode’, un termine difficilmente traducibile nella lingua italiana, rappresenta un costrutto sempre più importante nel trattamento cognitivo dei disturbi di personalità. Il mode è un insieme di schemi e prospettive mentali attive in un individuo in un determinato momento (Young, Klosko & Weishaar, 2003). Si può considerare

Craving – Pensiero Desiderante
Psicopedia

Craving – Pensiero Desiderante

Il craving è descritto come un’esperienza soggettiva che motiva gli individui a cercare e raggiungere un oggetto o praticare un’attività (target) allo scopo di ottenere certi effetti (Marlatt, 1987). Per molti autori è considerato il cuore delle dipendenze patologiche e il processo nucleare che guida verso la perdita di controllo

Psicologia di Guerre Stellari: Una diagnosi per Darth Vader

Psicologia di Guerre Stellari: Una diagnosi per Darth Vader

Il cinema e la letteratura rappresentano da sempre un’importante risorsa per noi psicoterapeuti. Anche per i professionisti del campo non è sempre facile collegare il mondo della scienza a quello dell’esperienza personale, in modo chiaro e convincente. I personaggi di film e libri ci vengono in soccorso per capire e

Ruminazione e Rimuginio
Psicopedia

Ruminazione e Rimuginio

Definizione di due stili di pensiero: la Ruminazione rivolta al passato e il Rimuginio, rivolto al futuro. Collegati a Depressione e Ansia

Parte il FORUM di Assisi 2011 – La Scienza Psicologica dei Giovani

Parte il FORUM di Assisi 2011 – La Scienza Psicologica dei Giovani

Ricordo quando chiesi a Sandra Sassaroli “perché non organizzi un piccolo congresso scientifico di psicoterapia per i giovani clinici e ricercatori?”. Lei rispose “Lo stiamo già facendo, io e Francesco Mancini”. Era la fine del 2008 e da lì a pochi mesi si sarebbe tenuto il III Forum sulla Formazione

ECED 2011: La lotta contro i PRO-ANA o la lotta PRO-SELF? Dove dirigere le risorse?

ECED 2011: La lotta contro i PRO-ANA o la lotta PRO-SELF? Dove dirigere le risorse?

Nel suggestivo scenario di Villa La Pietra di Firenze ha inizio il congresso ECED 2011 (European Council of Eating Disorders). La prima sessione plenaria viene introdotta con la formula del debate, un confronto tra due posizioni contrapposte rispetto un tema con due contendenti a sfidarsi a colpi di dialettica e argomentazioni

Interventi impliciti ed espliciti in psicoterapia cognitiva

Interventi impliciti ed espliciti in psicoterapia cognitiva

La psicoterapia cognitiva è colma di diatribe: pensieri ed emozioni, contenuti cognitivi e processi cognitivi, contenuti cognitivi e metacognitivi, accettazione e ristrutturazione delle credenze, processi automatici e processi controllati e molti altri ancora. Tra questi dibattiti, uno in particolare sta emergendo come significativo per l’impatto che potrebbe avere nella definizione

Rumination as a Predictor of Problem Drinking
English

Rumination as a Predictor of Problem Drinking

Rumination is a coping strategy for controlling negative affect that is characterised by heightened self-focused attention involving persistent, recyclic, and depressive thinking (Lyubomirsky and Nolen-Hoeksema 1993) Rumination is an important factor in the vulnerability processes leading to the occurrence of, and relapse into, dysphoriaand major depressive disorder (Nolen-Hoeksema and Morrow

EABCT 2011: Sulla ruminazione e oltre

EABCT 2011: Sulla ruminazione e oltre

Al congresso EABCT non potevo certo mancare a un simposio sulla ruminazione depressiva. Tra quelli a disposizione scelgo le presentazioni curate da Nick Moberly e colleghi, affiliati all’Università di Exeter e vicini ai lavori teorici e clinici di Ed Watkins e della Rumination-Focused Cognitive Behavioral Therapy. Nutrivo la convinzione di poter

EABCT 2011: Beliefs over control interact with intolerance of uncertainty and metacognition on worry
English

EABCT 2011: Beliefs over control interact with intolerance of uncertainty and metacognition on worry

EABCT 2011: Melanie Fennell sulla mindfulness (un confronto tra le onde cognitive davanti all’oceano nordico)

EABCT 2011: Melanie Fennell sulla mindfulness (un confronto tra le onde cognitive davanti all’oceano nordico)

  Secondo giorno di congresso e tra le letture magistrali è ancora la mindfulness a vincere il primo premio per numero di partecipanti. Ciò nonostante devo ammettere che negli occhi dei colleghi comincia a mostrarsi una leggera stanchezza e qualche sbuffo all’ennesimo invito all’esercizio meditativo. Anche Melanie Fennell non ha

EABCT 2011: Perceived Parental Criticism, Self-Criticism and Depression: An Exploratory Research
English

EABCT 2011: Perceived Parental Criticism, Self-Criticism and Depression: An Exploratory Research

EABCT 2011: Shopaholics! Fenomenologia dello Shopping Compulsivo
Neuroscienze

EABCT 2011: Shopaholics! Fenomenologia dello Shopping Compulsivo

Nel primo giorno ufficiale del congresso di Reykjavik si è svolto un simposio centrato su uno dei disturbi di recente attenzione clinica: lo shopping compulsivo (compulsive buying). Il disturbo è caratterizzato da un’eccessiva e incontrollata tendenza all’acquisto e alla spesa di denaro che può produrre notevole disagio emotivo e dannose conseguenze

Messaggio pubblicitario