Messaggio pubblicitario

Gabriele Caselli

Leggi tutti gli articoli di Gabriele Caselli
Condividi
Gabriele Caselli

PSICOLOGO PSICOTERAPEUTA COGNITIVO COMPORTAMENTALE

Coordinator for curriculum and Teaching Instructor, Sigmund Freud University Milano

Doctor of Philosophy (Ph.D), London South Bank University, London, UK

Specializzato in Psicoterapia Cognitiva e Comportamentale

Ricercatore, Istituto di Ricerca Studi Cognitivi, Milano, Italy

Visiting Research Fellow presso London South Bank University

 

Iscritto all'Ordine degli Psicologi dell'Emilia-Romagna nr. 5034

 

 


 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PROFILO SU GOOGLE PLUS

 

PROFILO SU GOOGLE SCHOLAR

 

BIOGRAFIA:

Sono Psicologo, Psicoterapeuta e Ricercatore, laureato con lode e menzione speciale presso l’Università degli Studi di Parma.

Mi sono specializzato in Psicoterapia Cognitiva e Cognitivo-Comportamentale presso la scuola ‘Studi Cognitivi‘ di Sandra Sassaroli.

Nel 2013 ho conseguito il Dottorato di Ricerca in Psicologia Clinica presso la London South Bank University di Londra con una tesi sul modello metacognitivo del desiderio.

Dal 2009 collaboro come ricercatore e docente presso la scuola di specializzazione in psicoterapia cognitiva “Studi Cognitivi” dove mi occupo principalmente di ricerche su comprensione e trattamento della depressione e dei disturbi d’ansia.

Nel corso degli anni mi sono specializzato in Italia e all’estero in diverse forme di psicoterapia cognitivo-comportamentale di nuova generazione tra cui Terapia Metacognitiva (Prof. Adrian Wells, Manchester University, UK), Terapia Cognitiva basata su Mindfulness (Prof. Zindel Segal, University of Toronto, Canada), Schema Therapy per i Disturbi di Personalità (Prof. Jeoffrey Young, Schema Therapy Institute, New York, USA), Terapia Transdiagnostica per i Disturbi Alimentari (Prof. Cristopher Fairburn, Oxford University, UK), Compassionate Mind Training (Prof. Paul Gilbert), Psicoterapia EMDR (Dr.ssa Isabel Fernandez) per il trattamento dei disturbi post-traumatici.

Sono socio della Società Italiana di Psicoterapia Comportamentale e Cognitiva SITCC e della Società Italiana Alcologia.

Sono autore di pubblicazioni scientifiche nazionali e internazionali (vedi le mie pubblicazioni, il mio profilo su google scholar)

Attualmente sono professore a contratto presso l’Università di Pavia.

Referente nazionale progetto ProYouth per la prevenzione dei Disturbi Alimentari

Webjournalist per la rivista delle scienze psicologiche State of Mind

Opero come psicoterapeuta privato a Modena.

 



Contatti

Gabriele Caselli è citato in 19 articoli

Articoli di Gabriele Caselli

Il paradigma teorico metacognitivo e i suoi sviluppi clinici – Congresso SITCC 2018
Psicoterapia

Il paradigma teorico metacognitivo e i suoi sviluppi clinici – Congresso SITCC 2018

Obiettivi della Terapia Metacognitiva sono aumentare la consapevolezza metacognitiva, cambiare la relazione con gli eventi interni, ridurre i processi di regolazione cognitiva disfunzionali e modificare le credenze metacognitive.

La ruminazione rabbiosa è perseverante solo se la ritengo incontrollabile: il ruolo della metacredenza in uno studio prospettico – Congresso SITCC 2018
Psicoterapia

La ruminazione rabbiosa è perseverante solo se la ritengo incontrollabile: il ruolo della metacredenza in uno studio prospettico – Congresso SITCC 2018

La ruminazione rabbiosa tende a perseverare a causa di specifiche metacredenze. Secondo un recente studio la metacredenza relativa all’incontrollabilità dei pensieri è l’unico predittore stabile di ruminazione rabbiosa, al contrario del numero di episodi di rabbia e ruminazione stessa.

Attività del progetto Psicologica del centro privato Studi Cognitivi Modena – Congresso SITCC 2018
Psicoterapia

Attività del progetto Psicologica del centro privato Studi Cognitivi Modena – Congresso SITCC 2018

Il Centro Clinico di Studi Cognitivi Modena si pone da anni l’obiettivo attraverso il Gruppo di Valutazione Psicodiagnostica, di offrire non solo prestazioni relative a strumenti testistici ma anche della creazione di database per la raccolta dati e dell’analisi delle valutazioni di follow up.

Il crollo del ponte Morandi, l’impatto psicologico e le sue conseguenze
Attualità Psicologia

Il crollo del ponte Morandi, l’impatto psicologico e le sue conseguenze

Lutto è la parola chiave per capire quello che sta accadendo e potrà accadere nei prossimi mesi alle persone che sono state coinvolte dal crollo del ponte Morandi. Il lutto è una condizione psicofisiologica che accompagna il sentimento di perdita di qualcuno, o qualcosa, che aveva un ruolo rilevante nella

Formazione in psicoterapia: l’aggiornamento del corpo didattico di Studi Cognitivi
Psicoterapia

Formazione in psicoterapia: l’aggiornamento del corpo didattico di Studi Cognitivi

Il corpo didattico di Studi Cognitivi ha partecipato a due giornate di aggiornamento, con lo scopo di poter fornire ai propri allievi l’apprendimento delle tecniche di base fondamentali della terapia cognitiva comportamentale, nonché delle tecniche processuali e metacognitive più avanzate.

Tre concetti trasversali in psicoterapia
Psicoterapia

Tre concetti trasversali in psicoterapia

Sono tre i concetti che dovrebbero guidare un percorso di psicoterapia efficace: la sequenza, cioè l’ordine e il numero di interventi proposti al paziente; la condivisione, che garantisce un consenso informato e un accordo sui temi affrontati; il razionale o la logica, che guida tutte le nostre proposte al paziente.

Breve storia teorica della terapia cognitivo comportamentale tra funzionalismo e strutturalismo
Psicologia Psicoterapia

Breve storia teorica della terapia cognitivo comportamentale tra funzionalismo e strutturalismo

Il cognitivismo clinico è il risultato dell’evoluzione da una posizione iniziale “funzionalista”, che fu quella del comportamentismo e del cognitivismo teorico/sperimentale, verso una posizione “strutturalista”, raggiunta attraverso un’importante svolta clinica, cognitiva di Beck e costruttivista di Mahoney e Guidano.

Ricordo di Gianni Liotti
Attualità

Ricordo di Gianni Liotti

Dopo la collaborazione iniziale con Vittorio Guidano che fruttò l’importante libro del 1983, Gianni Liotti sviluppò il suo modello di psicoterapia cognitiva evoluzionista, dapprima delineandone le basi teoriche e poi elaborando gli aspetti clinici con i suoi collaboratori.

La formulazione condivisa del caso come alleanza terapeutica in terapia cognitiva
Psicoterapia

La formulazione condivisa del caso come alleanza terapeutica in terapia cognitiva

Perché ostinarsi su un termine pragmatico e operativo come “formulazione condivisa del caso”? La formulazione condivisa del caso non è solo un termine tradizionale da usare distrattamente per abitudine ma fornisce informazioni pratiche sulla concezione cognitiva e comportamentale dell’alleanza terapeutica.

Limiti e utilità della classificazione bottom up e top down
Attualità Psicoterapia

Limiti e utilità della classificazione bottom up e top down

La dicotomia top down e bottom up è sicuramente limitata e limitante e finisce per separare processi largamente sovrapposti. A volte, tuttavia, davanti ad alcuni rischi e possibili derive, può essere utile distinguerli e attribuire a essi e alla loro interazione un peso scientifico specifico.

Rimuginio: teoria e terapia del pensiero ripetitivo – Presentazione del libro a Genova
Attualità

Rimuginio: teoria e terapia del pensiero ripetitivo – Presentazione del libro a Genova

Presenta il dott. Gabriele Caselli, psicologo e psicoterapeuta, direttore della scuola di specializzazione Psicoterapia e Scienze Cognitive di Genova

Libero arbitrio: quali elementi riducono il processo di libera scelta? – Coscienza e comportamento
Psicologia

Libero arbitrio: quali elementi riducono il processo di libera scelta? – Coscienza e comportamento

Gli elementi che possono ridurre la libera scelta sono diversi, tra questi ci sarebbero anche le teorie degli esseri umani sulla propria forza di volontà

Ego Depletion: autocontrollo e il dispendio di risorse mentali. Rimuginio, ruminazione e soppressione del pensiero
Psicologia

Ego Depletion: autocontrollo e il dispendio di risorse mentali. Rimuginio, ruminazione e soppressione del pensiero

Ego depletion – Alcuni processi cognitivi di autocontrollo producono fatica mentale e stress emotivo: rimuginio, ruminazione e soppressione del pensiero…

Autocontrollo: la sottile linea rossa tra libero arbitrio e automatismi comportamentali
Neuroscienze Psicologia

Autocontrollo: la sottile linea rossa tra libero arbitrio e automatismi comportamentali

L’ autocontrollo si può allenare ma può perdere forza. Quando il nostro sistema cognitivo è affaticato il comportamento è nelle mani di abitudini e contesto

Come le convinzioni sul controllo influenzano il comportamento – Coscienza e comportamento
Psicologia

Come le convinzioni sul controllo influenzano il comportamento – Coscienza e comportamento

Il controllo cosciente del proprio comportamento è influenzato anche dalle convinzioni che ciascuno possiede sulle possibilità di controllo della realtà.

I comportamenti impulsivi e disregolati derivano da una scelta volontaria? – Coscienza e comportamento
Psicologia

I comportamenti impulsivi e disregolati derivano da una scelta volontaria? – Coscienza e comportamento

Comportamenti disregolati come l’assunzione di sostanze e le abbuffate possono essere considerati una scelta consapevole per fuggire da momenti dolorosi.

Emozioni, attenzione e controllo cosciente delle azioni – Il comportamento umano tra neurochimica e processi cognitivi consci e inconsci
Psicologia

Emozioni, attenzione e controllo cosciente delle azioni – Il comportamento umano tra neurochimica e processi cognitivi consci e inconsci

E’ possibile esercitare un controllo conscio sul comportamento, grazie a due aspetti: consapevolezza di uno stato emotivo e assenza di fissazione attentiva

Libero dalla coscienza o libero arbitrio? Il comportamento umano tra neurochimica e processi cognitivi consci e inconsci – Introduzione
Psicologia

Libero dalla coscienza o libero arbitrio? Il comportamento umano tra neurochimica e processi cognitivi consci e inconsci – Introduzione

La coscienza si può definire un anello vitale o un effetto collaterale della catena causale tra impulsi inconsci ed esito comportamentale?

Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Diventare Psicoterapeuta

Messaggio pubblicitario