Il progetto ReSource e gli effetti di diverse tipologie di training psicologico

Dalla Germania arriva il progetto ReSource per indagare gli effetti di diversi training psicologici sul cervello, sullo stress e sul comportamento sociale

ID Articolo: 149194 - Pubblicato il: 18 ottobre 2017
Il progetto ReSource e gli effetti di diverse tipologie di training psicologico
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Recentemente i ricercatori del Dipartimento di Neuroscienze Sociali dell’Istituto Max Planck di Scienze Cognitive e del Cervello Umano a Leipzig (Germania) hanno condotto il progetto ReSource su larga scala che mira a indagare gli effetti di diversi training psicologici sulle strutture cerebrali, sullo stress e sul comportamento sociale.

 

Progetto ReSource: tre diversi training psicologici a confronto

Il progetto ReSource consiste nella verifica degli effetti di tre differenti moduli di formazione (della durata 3 mesi), e ciascuno incentrato su un gruppo di competenze diverse. Il primo dei tre traning psicologici e’ incentrato sulla pratica della mindfulness o attenzione consapevole. I partecipanti apprendono tecniche classiche di meditazione simili a quelle insegnate nel programma di riduzione dello stress basato su Mindfulness (MBSR), che richiede di spostare e mantenere l’attenzione consapevole sul respiro, sulle sensazioni in diverse parti del corpo o su segnali visivi e/o uditivi nell’ambiente.

Messaggio pubblicitario Il secondo modulo del progetto ReSource è incentrato sulle competenze socio-affettive, come la compassione, la gratitudine e l’accettazione delle emozioni difficili. Oltre agli esercizi di meditazione classica, i partecipanti hanno appreso una nuova tecnica che richiede loro di praticare la meditazione ogni giorno in coppia per una durata di 10 minuti. Questi esercizi di coppia sono stati caratterizzati da uno scambio intensivo di esperienze affettive di vita quotidiana che mirano alla promozione di gratitudine, gestione delle emozioni difficili e ascolto empatico.

Nel terzo modulo i partecipanti hanno appreso abilità socio-cognitive, come la metacognizione e la comprensione e riconoscimento di stati mentali propri e altrui.

Tutti gli esercizi dei training psicologici sono stati eseguiti sei giorni alla settimana per un totale di 30 minuti al giorno. I ricercatori hanno valutato una serie di variabili, tra cui aspetti psicologico- comportamentali, il cambiamento morfologico delle strutture cerebrali mediante la risonanza magnetica (MRI) e alcuni indicatori fisiologici dello stress, quali il livelli del cortisolo a seguito di ciascuno dei tre moduli di formazione.

Gli effetti dei training psicologici

A seconda di quale tecnica di formazione mentale è stata praticata per il periodo di tre mesi, le strutture cerebrali specifiche e i marcatori fisiologico-comportamentali correlati sono cambiati in modo significativo nei partecipanti. Ad esempio, a seguito del modulo incentrato sulla mindfulness abbiamo osservato cambiamenti nella corteccia in aree legate all’attenzione e al funzionamento esecutivo. Nei due moduli sociali, incentrati sulle competenze socio-affettive e socio-cognitive, abbiamo potuto mostrare miglioramenti selettivi di comportamento in relazione alla compassione e alla capacità di comprensione degli stati mentali altrui. Questi cambiamenti nel comportamento corrispondevano al grado di plasticità strutturale del cervello in specifiche regioni della corteccia che sostengono queste capacità – afferma Sofie Valk, primo autore dello studio sul progetto ReSource, appena pubblicato dalla rivista Science Advances.

Oltre a influenzare la plasticità cerebrale, i diversi training psicologici hanno influenzato anche differenzialmente la risposta fisiologica dello stress.

Abbiamo scoperto che nei soggetti sottoposti ad un test di stress psicosociale, la secrezione di cortisolo è diminuita fino al 51%. – afferma Veronika Engert , primo autore di un’altra pubblicazione del progetto ReSourceSolo i due moduli che si concentrano sulle competenze sociali hanno significativamente selettivamente ridotto il rilascio di cortisolo dopo uno stress sociale. Pensiamo che la risposta allo stress del cortisolo sia stata influenzata in particolare dagli esercizi praticati nei moduli sociali.

È interessante notare che, nonostante queste differenze sul livello della fisiologia dello stress, ognuno dei moduli di formazione ha ridotto la percezione soggettiva dello stress.

I risultati attuali all’interno del progetto ReSource evidenziano non solo che le competenze sociali possono essere migliorate negli adulti, ma che tale formazione mentale porta a cambiamenti cerebrali strutturali e alla riduzione dello stress sociale specifiche in funzione del programma di training proposto.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Interventi mente-corpo i cambiamenti molecolari dovuti a meditazione e yoga

Qual è la traccia molecolare della meditazione e dello yoga? Cambiamenti dell’espressione genica attraverso interventi mente-corpo

Secondo una recente ricerca, in chi pratica interventi mente-corpo quali meditazione e yoga ci sarebbe un’inversione delle reazioni molecolari nel DNA

Bibliografia

State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Riviste scientifiche

Categorie

Messaggio pubblicitario