Articoli

Condividi

Tutti gli articoli di State of Mind presentati in ordine cronologico.

Fate l’amore, non fate la guerra.
Neuroscienze

Fate l’amore, non fate la guerra.

I figli dei fiori già ne erano a conoscenza, ma una ricerca pubblicata su Nature conferma la loro tesi: fare l’amore è l’antidoto contro l’aggressività. Al grido di ‘peace and love’ un gruppo di ricercatori del California Institute of Technology (Caltech) di Pasadena ha individuato una correlazione tra le aree

Le cure materne fanno crescere, anche il cervello
Neuroscienze

Le cure materne fanno crescere, anche il cervello

  Che l’interazione della mamma con il proprio figlio sia fondamentale per la sopravvivenza e lo sviluppo del bambino è cosa tanto nota da apparire scontata, ma sono in pochi a sapere che questi scambi precoci hanno importanti conseguenze anche sullo sviluppo cerebrale. Peculiarità intrinseca al nostro cervello è quella

Pratica(mente) mindfulness – L’esercizio dell’uva passa

Pratica(mente) mindfulness – L’esercizio dell’uva passa

La pratica dell’uva passa, per un assaggio di consapevolezza, così come è descritta Williams, Teasdale, Segal e Kabat-Zinn nel libro “Ritrovare la serenità”

I pensieri rigidi, le mani pulite e Amleto

I pensieri rigidi, le mani pulite e Amleto

Potrebbe confermare un’ipotesi cognitiva del disturbo ossessivo compulsivo. La tendenza di questi pazienti a nutrire dubbi ossessivi e comportamenti di controllo compulsivi potrebbe dipendere da uno stile di pensiero rigido e poco flessibile.

Mal di testa? Meditate

Mal di testa? Meditate

Niente più pillole, sciroppi o iniezioni, basta un’ora di meditazione e il dolore se ne va. In uno studio pubblicato dal Journal of Neuroscience e condotto da un gruppo di ricercatori del Wake Forest Baptist Medical Center di Winston-Sale (Usa) la meditazione avrebbe un potere analgesico sul dolore. Gli scienziati hanno selezionato

Magro è bello? Dipende dalle latitudini!

Magro è bello? Dipende dalle latitudini!

Romina Brambilla.   Se nel mondo Occidentale contemporaneo le diete e la magrezza sono diventate una vera e propria “ossessione culturale di massa”, in Mauritania, stato dell’Africa Occidentale con la minore densità abitativa del mondo, vale esattamente il contrario. In questo Stato resiste ancora oggi l’antica pratica tribale del LEBLOUH,

Lo sporco rende felici
Neuroscienze

Lo sporco rende felici

Respirare lo sporco fa bene! Non è uno scherzo, ma semplicemente il frutto di una ricerca del Sage Colleges a Troy di New York, dove è stato scoperto un micobatterio capace di influenzare il nostro organismo. Il suo nome è Mycobacterium Vaccae, si trova nei terreni di campagna, nello sterco

Il grado di istruzione dei genitori influenza l’abilità di lettura dei figli?

Il grado di istruzione dei genitori influenza l’abilità di lettura dei figli?

  Gli psicologi Friend, Olson e DeFries dell’Università di Boulder (Colorado) hanno studiato l’interazione tra variabili genetiche e ambientali nella genesi della dislessia, il più comune tra i disturbi dell’apprendimento, concentrandosi prevalentemente sull’influenza che il grado di istruzione dei genitori (variabile di tipo ambientale) ha sullo sviluppo di tale disturbo.

Insonnia e paranoia. Se non dormo penso male
Neuroscienze

Insonnia e paranoia. Se non dormo penso male

L’insonnia è il più diffuso disturbo del sonno. Il suo impatto sulla qualità della vita è ampiamente riconosciuto, tuttavia le persone scelgono spesso di conviverci sostenendone le fastidiose conseguenze. Alcune di queste, come la stanchezza o l’irritabilità, sono universalmente associate all’insonnia. Altre risultano più difficili da riconoscere e spesso non

Carpe diem? Meglio rimandare!

Carpe diem? Meglio rimandare!

    Rimandare a domani: lo facciamo tutti e non solo per pigrizia. Questo comportamento comune può addirittura essere sintomo di un disturbo psicologico se adottato come strategia preferenziale per affrontare i compiti quotidiani. La dottoressa Monica Ramirez Basco ha dedicato un libro a questo tema dal titolo The Procrastinator’s

Sam, un amico virtuale per i bambini autistici
Neuroscienze

Sam, un amico virtuale per i bambini autistici

Gli ultimi dati raccolti dagli esperti confermano che circa la metà dei soggetti affetti da autismo possiedono buone capacità intellettive, ma mantengono serie difficoltà di adattamento negli ambienti sociali e lavorativi a causa della grave compromissione delle loro abilità di interagire e comunicare con gli altri. I trattamenti comportamentali si

Prevenire le ricadute con la mindfulness

Prevenire le ricadute con la mindfulness

La mindfulness è da molti anni uno strumento terapeutico la cui efficacia è oggetto di verifica rigorosa. È ormai dimostrato che la pratica costante della mindfulness riduce di circa il 50% il rischio delle ricadute depressive. Inoltre, chi nella vita ha avuto più di un episodio depressivo, con la mindfulness potrebbe arrivare

La verità, vi prego, sull’amore

La verità, vi prego, sull’amore

  Guardando una coppia di innamorati che passeggia mano nella mano si può pensare “Che teneri!” “Che carini! Come sono affiatati”. Oppure si può guardare la stessa coppia con l’occhio critico e indagatore e chiedersi: ”Ma com’è l’amore che stanno provando? Quante forme d’amore esistono? E quale stanno provando ora?”.

I doni del cioccolato
Neuroscienze

I doni del cioccolato

Addio carote. Una gustosa tavoletta di cioccolato può migliorare la nostra vista. Ricercatori dell’Università di Reading hanno dimostrato, in un campione di giovani-adulti, un miglioramento delle capacità visive due ore dopo avere consumato 35 grammi di un particolare tipo di cioccolato fondente, rispetto al gruppo che aveva assunto cioccolato bianco.

Anatomia dell’amore
Neuroscienze

Anatomia dell’amore

Alcuni antropologi e psicologi definiscono l’amore come un universale culturale, ovvero uno di quei concetti presenti in tutte le culture fin dall’origine dell’uomo. Nonostante ciò bisogna attendere fino al 1958 e lo studio di Fritz Heider sulle relazioni interpersonali, per trovare il primo lavoro empirico sull’amore e sui suoi meccanismi.

Ma che cos’è questa mindfulness?

Ma che cos’è questa mindfulness?

Sempre più conosciuta e praticata sia in psicoterapia cognitiva sia in contesti molto differenti, dalla formazione dei manager allo sport, la mindfulness è una forma di meditazione applicabile all’attività clinica. La mindfullness è una pratica di attenzione consapevole, intenzionale, non-giudicante nel momento presente”. Jon Kabat-Zinn, primo al mondo a portare

Da mesi sogni di vedere quel film? Allora ti siedi a destra
Neuroscienze

Da mesi sogni di vedere quel film? Allora ti siedi a destra

Leggiamo su Cafè Psicologico una notizia interessante e divertente. Secondo uno studio del giapponese Matia Okubo soggetti destrimani, se invitati e calorosamente motivati  a vedere un film, mostrano una spiccata preferenza per i posti a sedere localizzati nel lato destro della sala. Questo fenomeno non si osserva nei soggetti mancini

Il Primo Congresso di Terapia Metacognitiva

Il Primo Congresso di Terapia Metacognitiva

Dal 11 al 13 maggio a Manchester si è svolta la prima Conferenza Internazionale di Terapia Metacognitiva. Si tratta di una recente evoluzione della terapia cognitivo-comportamentale. In essa l’intervento terapeutico si concentra principalmente sul modo in cui le persone pensano e sulle regole implicite che governano il modo di pensare.

Messaggio pubblicitario

ECDP 2021