Centri Clinici

Uniche come me. Terapia cognitivo-comportamentale per ragazze nello spettro autistico (2021) di Sara Travaglione, Letizia Cavalli e David Vagni – Recensione

"Uniche come me" è particolarmente utile ai professionisti della salute mentale che operano nell’ambito dell’autismo per attuare percorsi terapeutici.

ID Articolo: 185407 - Pubblicato il: 24 maggio 2021
Uniche come me. Terapia cognitivo-comportamentale per ragazze nello spettro autistico (2021) di Sara Travaglione, Letizia Cavalli e David Vagni – Recensione
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Uniche come me è un libro specifico per il trattamento delle bambine e le ragazze dagli 11 ai 19 anni con la sindrome di asperger tramite l’approccio cognitivo-comportamentale.

 

Messaggio pubblicitario  L’aumento del numero di adolescenti con diagnosi dello Spettro Autistico (ASD) di grado lieve o Sindrome di Asperger, come è facilmente osservabile negli ultimi anni durante la pratica clinica, rende fondamentale un’attenzione mirata e una presa in carico specifica. Tuttavia ciò che potrebbe capitare ai meno esperti nell’ambito dell’autismo è che le diagnosi vengano mal formulate e, come spiegato nel manuale, talvolta confuse con altri disturbi quale, ad esempio, il disturbo borderline di personalità. Gli atti di autolesionismo, la disregolazione emotiva, le difficoltà relazionali, la sintomatologia depressiva, ansiosa e i disturbi alimentari richiedono le competenze adatte al fine di formulare il corretto inquadramento diagnostico.

Nel libro vengono inizialmente descritte le caratteristiche che riguardano le persone asperger (Aspie), dagli “interessi speciali,” alle difficoltà nello stare in gruppo, a quelle connesse con il proprio genere sessuale, al camaleontismo per sentirsi meno diverse, ma anche altre riportate di seguito. Le persone Aspie, come spiegano gli autori, potrebbero provare fastidio relativo a determinate sensazioni tattili ed essere abbracciate, toccate o baciate può essere doloroso. Può anche capitare che la persona in oggetto non abbia imparato a rispettare lo spazio altrui e non sia capace di differenziare le giuste modalità di espressione dell’affetto. Riguardo questo aspetto è più probabile che sia maggiormente incline a manifestare questo sentimento svolgendo compiti più pratici più che entrando in empatia con lo stato emotivo altrui. Il bisogno di vicinanza con il prossimo può essere molto diverso rispetto al resto della popolazione. Alcuni Aspie potrebbero infatti avere la necessità di instaurare rapporti che non abbiano una frequentazione assidua e avere bisogno dei propri spazi per stare soli.

Messaggio pubblicitario  Rispetto all’area dell’attenzione è come se il meccanismo attentivo funzionasse in modo binario, ossia acceso o spento, senza che ci sia la possibilità di cogliere le sfumature tra i due opposti. Ad esempio le persone nello spettro dell’autismo possono stare a lungo focalizzate su uno stimolo e avere difficoltà a spostare l’attenzione altrove. Possono faticare a concentrarsi su qualcosa se sono presenti troppi stimoli distraenti nonché a filtrare le informazioni rilevanti tra quelle non rilevanti. Si evidenziano difficoltà nella pianificazione che possono riguardare le seguenti aree: obiettivi da raggiungere, previsioni realistiche, passi per raggiungere un obiettivo. Possono essere presenti inoltre difficoltà nel multitasking e cioè nel tenere a mente più informazioni. Altre difficoltà tipiche delle persone Aspie che vengono affrontate nel libro riguardano la gestione energetica nella quotidianità. Per ogni difficoltà descritta vengono riportati degli esercizi, o delle attività, che mirano a sviluppare determinate risorse e a migliorare quindi la qualità di vita delle persone Aspie. Il manuale Uniche come me è particolarmente utile ai professionisti della salute mentale che operano nell’ambito dell’autismo per attuare percorsi terapeutici specifici sia individuali, sia di gruppo. Il libro propone infatti, oltre all’accurata descrizione del funzionamento Aspie, anche il protocollo per sviluppare le varie abilità. Tale protocollo prevede 20 incontri di gruppo a cadenza settimanale.

Il libro è nato dall’esperienza dei tre autori specializzati nell’autismo, è corredato da approfondite spiegazioni teoriche, test per misurare i progressi, schede di lavoro e oltre cento attività da svolgere. La suddivisione in 16 sessioni guida le adolescenti attraverso la costruzione del senso di identità, la comunicazione e la scoperta delle proprie caratteristiche autistiche. Il manuale illustra come accompagnare nell’esplorazione e nella gestione delle emozioni le giovani Aspie aiutandole a costruire capacità assertive e relative alla socialità. Gli autori affrontano così le tematiche tipiche della delicata età adolescenziale adattandole alle esigenze specifiche delle ragazze “Aspie”. Una parte del libro viene anche dedicata alla comunicazione su internet. Il manuale mira quindi a portare le ragazze Aspie alla scoperta della loro unicità nella neurodiversità.

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Autismo: utilizzo della DBT per comportamenti anticonservativi e autolesivi

Terapia Dialettico-Comportamentale (DBT) e Autismo: implicazioni future

Uno studio ha esteso l'utilizzo della DBT al trattamento dei comportamenti anticonservativi e autolesivi nei disturbi dello spettro dell'autismo

Bibliografia

  • Travaglione, S., Cavalli, L., Vagni, D. (2021) Uniche come me. Terapia cognitivo-comportamentale per ragazze nello spettro autistico. Edra
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario