Centri Clinici

ACT per il Disturbo Ossessivo Compulsivo. Manuale breve per il trattamento (2004) di M.P. Twohig – Recensione

ACT per il Disturbo Ossessivo Compulsivo è una guida al lavoro in terapia dalle prime fasi di conoscenza del paziente a quelle terapeutiche ed esperienziali

ID Articolo: 182107 - Pubblicato il: 16 febbraio 2021
ACT per il Disturbo Ossessivo Compulsivo. Manuale breve per il trattamento (2004) di M.P. Twohig – Recensione
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

ACT per il Disturbo Ossessivo Compulsivo è il manuale breve e gratuito del protocollo validato per il trattamento del Disturbo Ossessivo Compulsivo con l’Acceptance and Commitment Therapy

 

Autore

Messaggio pubblicitario Michael P. Twohig, Ph.D. è uno psicologo, ricercatore e professore universitario. Nel  2015-2016 è stato presidente dell’Association of Contextual Behavioral Science, l’organizzazione delle Scienze Contestuali. La sua ricerca si concentra sull’uso dell’ACT in una varietà di presentazioni cliniche con un’enfasi sui disturbi ossessivo compulsivi e correlati. Ha pubblicato oltre 100 articoli peer-reviewed e due libri.

Manuale

Scritto dall’autore nel 2004 e reso gratuitamente disponibile, è stato anche tradotto in italiano da Salvatore Torregrossa. Si tratta di un manuale in forma breve che illustra 8 sessioni del protocollo ACT (Acceptance and Commitment Therapy) per il trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo e che risulta efficace nella riduzione dei sintomi ossessivo-compulsivi, depressione e ansia, anche a 6 mesi dalla conclusione del trattamento.

Il testo consiste in una guida passo passo al lavoro in terapia, dalle prime fasi di conoscenza del paziente (con un riferimento essenziale agli aspetti amministrativi e legali che il terapeuta deve assolvere) alle fasi prettamente terapeutiche ed esperienziali.

La forma espositiva è chiara, scorrevole e diretta, grazie anche al riferimento costante ai processi in atto e agli strumenti più efficaci per guidare il paziente, cioè metafore, esercizi, meditazioni ed esempi di dialoghi fra terapeuta e paziente.

Destinatari

Terapeuti ACT che trattano il disturbo ossessivo Compulsivo.

L’autore ritiene importante fare notare che l’approccio terapeutico ACT non è un insieme di tecniche e strategie applicabili per risolvere i sintomi, ma è piuttosto un approccio completo alla persona, che si basa sul presupposto che non ci sia nulla di sbagliato nel paziente e che non sta incontrando il terapeuta per essere aggiustato. Non è sufficiente quindi applicare esercizi e raccontare le metafore come scritti nel protocollo, ma il terapeuta dovrebbe almeno avere una formazione ACT, aver letto qualche manuale, partecipato a qualche workshop o corso e avere familiarità con la particolare filosofia alla base dell’ACT – e cioè il contestualismo funzionale.

Contenuti

Il manuale propone 8 sessioni di lavoro con il paziente. Per ognuna vengono indicati gli argomenti da trattare, quale processo dell’ACT facilitare, le metafore utili alla comprensione da parte del paziente e gli esercizi pratici che consentono l’allenamento e il cambiamento ed esempi di dialoghi per introdurre gli argomenti e affrontare i possibili problemi.

Messaggio pubblicitario Nello specifico, nella prima sessione si introducono anche gli aspetti legali e di riservatezza e il contratto terapeutico, a cui si dà molta importanza nell’ACT. Si introduce anche la Disperazione Creativa, che motiva ed è alla base del processo di cambiamento.

Nella seconda sessione si valuta il funzionamento del paziente e si approfondisce la Disperazione Creativa con ulteriori metafore ed esercizi.

Nelle sezioni terza e quarta si affronta il problema del controllo delle emozioni di ansia e colpa tipiche del disturbo in oggetto e si propongono come alternative la disponibilità, l’accettazione e l’azione impegnata.

Nelle sessioni 5 e 6 si lavora sul Sé come contesto e sulla defusione dai pensieri ossessivi.

Si conclude il protocollo con le ultime 2 sessioni che agiscono principalmente sull’individuazione dei valori del paziente e come tradurli in azioni impegnate.

Conclusioni

Un manuale molto pratico e funzionale per i terapeuti ACT che vogliono trattare il disturbo ossessivo compulsivo in maniera semplice ed efficace.

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

ACT in breve. Una guida illustrata verso una “Mente liberata” - Video intervista a Steven Hayes

Steven Hayes, all'interno dei suoi libri, mette a disposizione tutte le sue esperienze di uomo, professionista e terapista ACT. Guarda l'intervista.

Bibliografia

  • Hayes, S.C., Batten, S., Gifford, E., Wilson, K.G., Afairi, N., & McCurry, S. (1999). Acceptance and Commitment Therapy An Individual Psychotherapy Manual for the Treatment of Experiential Avoidance, Second Edition. Reno, NV: Context Press.
  • Hayes, S.C., Strosahl, K. D., & Wilson, K. G. (1999). Acceptance and Commitment Therapy: An experiential approach to behavior change. New York: Guilford Press.
  • Vakili, Y., & Gharraee, B. (2014). The effectiveness of acceptance and commitment therapy in treating a case of obsessive compulsive disorder. Iranian journal of psychiatry, 9(2), 115–117.
  • Twohig M.P. (2004) ACT for OCD: Abbreviated Treatment Manual. Trovato su https://contextualscience.org/ocd
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario