Centri Clinici

Finché ti va dei Tiromancino: l’innamoramento e la funzione salvifica dell’altro – Rubrica Psico Canzoni

Finché ti va dei Tiromancino parla del rischio di amare, della decisione di varcare la soglia dell'incertezza lasciando entrare l'altro nella nostra vita

ID Articolo: 179861 - Pubblicato il: 23 dicembre 2020
Finché ti va dei Tiromancino: l’innamoramento e la funzione salvifica dell’altro – Rubrica Psico Canzoni
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Il presente articolo si propone di interpretare il brano Finché ti va dei Tiromancino, avvalendosi tanto del testo quanto del video. Viene descritto il momento in cui si sceglie di far entrare la persona di cui ci si innamora nella propria vita.

Psico-canzoni – (Nr.3) Finché ti va

 

Messaggio pubblicitario Le parole di Federico Zampaglione in alcuni brani possono essere definite come la trasformazione in poesia di fotogrammi delle dinamiche di coppia. Finchè ti va è il singolo del gruppo Tiromancino che esce in Italia l’11 Settembre 2020.

Il video della canzone presenta un gruppo presumibilmente terapeutico che fa da sfondo all’incontro tra due ragazzi. Come avviene per ogni incontro, ognuno degli individui che vi partecipano ha un proprio vissuto interiore rispetto ad esso. In questo caso sembra che i Tiromancino scelgano di far passare colui che guarda, o anche solo ascolta, attraverso il percorso emozionale compiuto dal ragazzo. È questi infatti l’unico nel gruppo a cui sembra che la ragazza stia danzando nella stanza e che decide di seguirla, mentre gli altri proseguono a parlare. Per un attimo sembra che con gli occhi si dicano: “sei tu, proprio tu”. Così è il primo contatto che avviene tra due anime: tutti danzano a modo loro, ma ad ognuno colpisce un particolare modo di ballare, a cui poi sceglie se aggregarsi o meno.

Tanto il testo, quanto il video si soffermano sul momento in cui ci si accorge che qualcuno balla con una modalità simile alla propria e si sceglie di continuare insieme la danza. La conseguenza di questo intimo contatto è permettere all’altro di entrare nella nostra vita e a noi di entrare in quella dell’altro.

La danza è una metafora dell’incontro che avviene quando si sperimenta la possibiltà di essere compresi dall’altro, avendo un vissuto simile pur se non identico, che può essere finalmente contenuto e privato dal paralizzante giudizio.

Messaggio pubblicitario Mi hai trovato prigioniero di una vita sempre uguale è l’intravedere nella persona amata la possibilità che possa tirarci fuori dalla cella in cui sentiamo di trovarci. Tienimi la mano, mentre la città scompare è il momento in cui la mano dell’altro diviene la chiave che aprirà le sbarre per condurci a danzare, dimenticandoci di quello che ci circonda. L’altro assume una funzione così tanto salvifica che i nostri guai si fanno piccoli e più piccoli che ora riusciamo a ridere di noi.

Mentre giri tra i miei dischi prendi pure tutto ciò che vuoi, puoi rimanere qui finchè ti va, riempire tutto dei vestiti tuoi anche se questo non lo dico mai è la scelta di non lasciarsi più  trascinare, ma di amalgamarsi con l’altro, permettendogli di entrare nel nostro cuore. Amare diventa così condividere dischi ed armadi, metafore delle parti più profonde e vulnerabili di sé. Chi si prende il rischio di amare facendo entrare l’altro nella propria vita, varca la soglia dell’incertezza dove il rischio di soffrire è più alto e può finalmente essere accettato.

Nella persona scelta si cela la speranza di trovare luce in mezzo al disordine e di non doverla lasciar perdere perché non portatrice di confusione e tanta polvere.

La relazione di coppia purtroppo, come emerge per chi sceglie di proseguire il viaggio a due, non salva, ma può aiutare a maturare insieme laddove ogni membro della coppia permette all’altro di far luce sui propri aspetti interni e di confrontarsi rispetto ad essi. La coppia diviene così il luogo metaforico dove ognuno ha l’opportunità di divenire capitano della propria anima e padrone del proprio destino, citando la famosa poesia Invictus di William Ernest Henley. Hai presente quando vuoi cambiare strada e decidi che ritorni tu alla guida?

 

FINCHÉ TI VA – Guarda il video del brano:

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 4,67 su 5)

Bibliografia

  • Finchè ti va, Tiromancino, Virgin Records; Universal Music Group, 2020.
  • Invictus, William Ernest Henley, A Book of Verses, Macsphere, 2012.

 

State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario