Video-lezioni di inglese per bambini – L’iniziativa di Open Minds

Open Minds offre video-lezioni di inglese, create sulla base dei programmi delle scuole primarie e coerenti con gli obiettivi e le competenze.

ID Articolo: 172925 - Pubblicato il: 19 marzo 2020
Video-lezioni di inglese per bambini – L’iniziativa di Open Minds
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

In questa situazione di grande difficoltà nasce un’iniziativa utile sia dal punto di vista didattico, sia da quello psicologico. Open Minds aiuta i bambini a continuare il loro processo di apprendimento della lingua inglese da casa.

 

Messaggio pubblicitario In questo momento di grave disagio sociale, volevo segnalare la iniziativa di Open Minds, una scuola di inglese a Milano da anni attiva nelle scuole primarie.

Poiché i bambini sono assenti da scuola per forza maggiore, Open Minds ha deciso di realizzare decine di video-lezioni di inglese, create sulla base dei programmi delle scuole primarie e coerenti con gli obiettivi e le competenze indicate, nonché con le unità di lessico e funzioni comunicative previste dai più comuni testi scolastici.

Il risultato di questa fatica è in questa pagina, in cui abbiamo raccolto tutte le vide-lezioni e le attività senza schede che proponiamo ai bambini.

Lo scopo di questo sforzo è rimanere vicini al nostro lavoro, anche se la chiusura delle scuole ci impedisce di essere fisicamente presenti. Siamo convinti della bontà dell’intento: sia dal punto di vista didattico (perché la continuità nell’esposizione è fondamentale per l’acquisizione e l’apprendimento delle lingue), sia dal punto di vista psicologico, perché ricevere lezioni coerenti con i contenuti e le aspettative dell’età e grado scolastico previsto è importante per avere dei punti di riferimento, una “normalità” nella situazione.

E’ inutile proporre attività eccessivamente complesse o linguisticamente eccessivamente avanzate: il bambino impara meglio ciò che è alla propria portata, ciò che è comprensibile e non arbitrario. Per questo ci siamo appoggiati ai più diffusi testi scolastici e utilizziamo volutamente solo le parole e le funzioni comunicative note e previste nei normali programmi scolastici.

Messaggio pubblicitario Tutto questo lavoro è disponibile in modo del tutto libero: i docenti che vogliono usarlo per la didattica a distanza possono linkare nei registri elettronici/piattaforme o scaricare i materiali per inserirli nei padlet. I genitori possono usare queste video lezioni per intrattenere i bambini in modo istruttivo.

Nella pagina abbiamo individuato decine di attività senza schede, che possono essere fatte senza spendere soldi e stampare. Anche questa è inclusione, in un contesto in cui si allarga drammaticamente la forbice tra le famiglie “attrezzate” e quelle che non lo sono.

Ci auguriamo che questa iniziativa possa essere utile, per noi sicuramente non “essere interrotti” è terapeutico ed utile, perché amiamo il nostro lavoro e speriamo di arrivare a piuì bambini, scuole e famiglie possibili.

Per le attività di Open Minds: clicca qui

 

VOTA L'ARTICOLO
(Nessun voto)

Consigliato dalla redazione

Inglese: come aiutare i bambini con dislessia nell'apprendimento

Aiuti concreti ed inclusivi per facilitare l’apprendimento della lettoscrittura (inglese come L2) per studenti italofoni

Per un più facile apprendimento della lingua inglese, soprattutto per bambini con dilessia, è necessario l’insegnamento della fonetica.

Bibliografia

State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario