Messaggio pubblicitario ISC Congresso 2019

Bullismo & Effetti in Età Adulta

Non solo essere vittime di bullismo ma anche l’essere bulli aumenta la probabilità dell’insorgenza di depressione e ansia una volta maturati

ID Articolo: 26954 - Pubblicato il: 04 marzo 2013
Messaggio pubblicitario SFU Presentazioni Settembre 2019
Condividi

FLASH NEWS

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Non solo essere vittime di bullismo ma anche l’essere bulli aumenta la probabilità dell’insorgenza di depressione e ansia una volta maturati

LEGGI GLI ARTICOLI SU: BULLISMO

Essere vittime di episodi di bullismo da bambini è spiacevole nell’immediato, ma costituisce un fattore che aumenta il rischio di sviluppare un disturbo d’ansia oltre che nell’infanzia e nell’adolescenza anche nell’età adulta.

Questo è quanto suggerisce una ricerca pubblicata in questi giorni sull’autorevole JAMA Psychiatry. La cosa interessante è che secondo lo studio non solo essere vittime di bullismo ma anche l’essere bulli, ovvero essere i perpetratori di angherie nei confronti dei propri pari, aumenterebbe la probabilità dell’insorgenza di depressione e ansia una volta cresciuti.

1420 soggetti di età compresa tra i 9 e i 16 anni sono stati valutati da 4 a 6 volte nell’arco degli anni  e sono stati categorizzati in 4 gruppi: bulli, vittime, sia bulli che vittime nello stesso tempo, nessuna delle precedenti. Gli stessi soggetti sono stati poi sottoposti in età adulta (19, 21 e 24.26 anni) a colloqui diagnostici semi-strutturati con l’obiettivo di valutare alcune variabili di outcomes psicopatologico come depressione, ansia, disturbo di personalità antisociale, dipendenza da sostanze, etc.

I Comportamenti aggressivi dei bambini - Immagine: © Pixlmaker - Fotolia.com

Serie consigliata: “I comportamenti aggressivi dei bambini”

LEGGI GLI ARTICOLI SUL DISTURBO ANTISOCIALE DI PERSONALITA’

I risultati indicano che il gruppo delle “vittime” e dei “bulli e vittime” presentano elevati rates disturbi psichiatrici da giovani adulti.

In particolare la categoria delle “vittime” nel passaggio dall’adolescenza alla giovane età adulta continuano a presentare in misura rilevante (più elevata prevalenza) disturbi quali agorafobia, disturbo d’ansia generalizzato, e disturbo da attacchi di panico; d’altro canto il gruppo “sia vittime che bulli”(una vittima che è diventata a sua volta bullo o che presenta nello stesso tempo comportamenti di bullismo) sarebbero invece a maggior rischio di disturbi depressivi, disturbi da attacchi di panico, agorafobia (solo nel caso delle femmine), con un aumento di rischio suicidario soltanto in relazione al genere maschile.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: BAMBINI & ADOLESCENTI

Messaggio pubblicitario Contro ogni sorpresa, le analisi danno ragione al nostro volgare buon senso clinico, poichè per i bulli “duri e puri” vi sarebbe un maggior rischio di sviluppare un disturbo antisociale della personalità. L’accuratezza dello studio che ha seguito i soggetti per un periodo molto esteso di tempo dall’infanzia alla giovane età adulta, pone al centro il tema del bullismo in voga di questi tempi apportando consocenze specifiche in merito alle specificità del bullismo in quanto fattore di rischio a lungo termine per i disturbi psicopatologici.

LEGGI GLI ARTICOLI SU:

BULLISMO – DISTURBO ANTISOCIALE DI PERSONALITA’ – BAMBINI & ADOLESCENTI 

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario DEFAULT SU NETWORK FORMAZIONE
Messaggio pubblicitario Performat - Evento Pisa

Messaggio pubblicitario

Categorie