Genitori Omosessuali & Adozioni: Differenze con gli Etero?

Genitori Omosessuali & Adozioni. Ricerca sulle differenze nello sviluppo cognitivo di bambini con genitori omosessuali o eterosessuali.

ID Articolo: 19370 - Pubblicato il: 30 ottobre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

FLASH NEWS

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Genitori Omosessuali & Adozioni. Ricerca sulle differenze nello sviluppo cognitivo di bambini con genitori omosessuali o eterosessuali.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: LGBT – LESBIAN, GAY, BISEX & TRANSGENDER

Un team di psicologi ha esaminato 82 bambini, dei quali 60 affidati a genitori eterosessuali e 22 a genitori omosessuali gay o lesbiche (15 con genitori maschi e 7 con i genitori femmine). Tutti i bambini avevano diversi fattori di rischio al momento dell’adozione, tra cui la nascita prematura, l’esposizione prenatale a sostanze, abuso o negligenza, e precedenti affidi. L’età dei bambini variava da 4 mesi a 8 anni, con un’età media di 4 anni, mentre i genitori adottivi avevano un’età compresa tra 30-56, con un’età media di 41. il 68% dei genitori erano sposati o conviventi.

Gli psicologi hanno studiato i bambini due mesi, un anno e due anni dopo che erano stati collocati presso una famiglia. I bambini sono stati sottoposti ad una valutazione cognitiva da uno psicologo clinico tre volte durante il corso dello studio, i genitori hanno completato questionari standard per il comportamento dei bambini in ciascuno dei tre periodi di valutazione.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: GRAVIDANZA & GENITORIALITA’

Omofobia - Immagine: © jjayo - Fotolia.com -

Articolo consigliato: Omofobia: paura del diverso o paura di se stessi?

I risultati evidenziano pochissime differenze tra i bambini in tutte le valutazioni effettuate a due anni dal collocamento nella famiglia di genitori omosessuali o eterosessuali. In media, tutti i bambini hanno registrato miglioramenti significativi nel loro sviluppo cognitivo, mentre il livello di problemi comportamentali è rimasto stabile. Il punteggio QI è aumentato in media di 10 punti, da circa 85 a 95, cioè con un forte incremento da funzionamento medio-basso verso il funzionamento medio.

Un dato interessante riguarda il fatto che i bambini adottati da genitori  omosessuali avevano più fattori di rischio al momento della loro collocazione, rispetto ai bambini adottati da genitori eterosessuali, ma nonostante questo a due anni dall’adozione i loro progressi cognitivi sono paragonabili a quelli degli altri bambini del campione.

LEGGI GLI ARTICOLI SU INTELLIGENZA & QI

Messaggio pubblicitario  Dal momento che decine di migliaia di bambini adottivi non hanno case stabili e le preoccupazioni circa l’idoneità dei genitori adottivi gay e lesbiche limitano il pool di potenziali genitori, lo studio indica che i genitori omosessuali sono in grado di offrire un nucleo accogliente che si prenda cura di questi bambini in modo analogo a quella dei genitori eterosessuali. “Non vi è alcuna base scientifica per discriminare contro i genitori gay e lesbiche”, ha detto Peplau, professore di ricerca in psicologia presso la UCLA e co-autore dello studio.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: FAMIGLIA

Alla domanda se i bambini hanno bisogno di una madre e di un padre, Jill Waterman ha dichiarato: “I bambini hanno bisogno di persone che li amano, a prescindere dal sesso dei loro genitori”.

 

ARTICOLI CONSIGLIATI:

 

LEGGI GLI ARTICOLI SU: LGBT – LESBIAN, GAY, BISEX & TRANSGENDER – GRAVIDANZA & GENITORIALITA’ – INTELLIGENZA & QI – FAMIGLIA

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2020 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Università e centri di ricerca

Categorie

Messaggio pubblicitario