Messaggio pubblicitario

Dormire o fare sesso? I comportamenti della Drosophila, il moscerino della frutta

Secondo una recente ricerca i maschi della drosophila (o moscerino della frutta) deprivati del sonno mostrano meno interesse nell'accoppiamento.

ID Articolo: 148030 - Pubblicato il: 05 settembre 2017
Dormire o fare sesso? I comportamenti della Drosophila, il moscerino della frutta
Messaggio pubblicitario SFU MAGISTRALE 09-2017 2
Condividi

Scegliere tra fare sesso o dormire rappresenta un problema comportamentale e decisionale per molte specie, tra le quali troviamo la mosca della frutta.

Mariagrazia Zaccaria

 

Scegliere tra fare sesso o il dolce dormire rappresenta un problema comportamentale e decisionale per molte specie, tra le quali vi troviamo la mosca della frutta. Un team di ricercatori hanno rilevato che, nella specie Drosophila sia i maschi che le femmine devono affrontare questa problematica.

Secondo Michael Nitabach, professore di fisiologia cellulare e molecolare e professore di genetica alla Yale University, un organismo può svolgere un solo compito alla volta. Quello che si è scoperto in questo studio è l’esistenza di una connessione neuronale che regola l’interazione tra il corteggiamento (e desiderio sessuale) e il sonno.

Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA Il Dottor Nitabach, in collaborazione con gli scienziati della Janelia Research Campus della Howard Hughes Medical Institute, della Sotheast University in Cina e University of San Diego, ha indagato l’ attività neuronale coinvolta in entrambi i comportamenti ed ha scoperto che i maschi della drosophila deprivati del sonno mostrano meno interesse nel corteggiamento, mentre tale deprivazione nelle femmine non ha nessun effetto sul comportamento sessuale.

Gli scienziati affermano che il comportamento degli esemplari maschili è facilmente spiegato come un comportamento adattivo: dormire piuttosto che fare sesso, ovviamente, non è un buon modo per tramandare i propri geni. Quindi, si chiedevano i ricercatori, perché le femmine sono più ricettive rispetto ai maschi anche durante il sonno?

Secondo il Dottor Nitabach, le femmine non possono permettersi di essere stanche perché tutto è nelle loro mani (o grembo) per contribuire a mandare avanti il “corredo genetico”. Oltre ad identificare questo pattern comportamentale tra la sessualità e il sonno, il team di ricerca ha anche rilevato quelli che sono i sottostanti collegamenti funzionali tra i centri neurali che mediano il desiderio sessuale e il sonno nella Drosophila.

Il Dottor Nitabach ha detto che gli esseri umani potrebbero avere un meccanismo molto simile, ma questo è tutto ancora da riscontrare.

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Articolo consigliato dall'autore

Cervello più grande & migliori performance cognitive e maggiore sopravvivenza

Etologia: nelle femmine dei pesci il cervello più grande è associato ad una maggiore sopravvivenza

E' stato dimostrato che le femmine dei pesci con un cervello più grande sono in grado di sfuggire di più dai predatori e, dunque, vivono più a lungo

Bibliografia

State of Mind © 2011-2017 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario SCUOLA DI PSICOTERAPIA
Messaggio pubblicitario centro psicoterapia

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Categorie