expand_lessAPRI WIDGET

Le funzioni del rimpianto nel sesso occasionale

Il rimpianto per le esperienze di sesso occasionale passate può ridurre le future scelte disadattive e motivare il miglioramento delle decisioni future.

Di Carlotta D`Acquarone

Pubblicato il 08 Set. 2022

All’interno di ciascun genere, l’orientamento socio-sessuale – definito come le differenze nei prerequisiti impliciti degli individui per intraprendere attività sessuale al di fuori di una relazione impegnata – sembra influenzare l’entità del rimpianto a seguito del sesso occasionale.

 

Il rimpianto

Il rimpianto è un processo cognitivo-emotivo controfattuale, che si esprime tramite un’emozione avversiva pensando a quanto sarebbe stato meglio se le scelte comportamentali prese in passato fossero state diverse (Saffrey et al., 2008).

Alcune delle sue funzioni sono quella di influenzare il comportamento futuro rendendolo più adattivo e dare un senso agli eventi passati. La teoria della regolazione del rimpianto afferma infatti che il rimpianto esiste per regolare il comportamento (Pieters e Zeelenberg, 2007).

Sebbene la maggior parte degli studi presenti in letteratura non mostri differenze significative rispetto al genere riguardo al rimpianto, invece l’ambito sessuale è molto differente per donne e uomini. Questi ultimi sono soliti rammaricarsi frequentemente per le occasioni sessuali perse. Galperin e colleghi (2013) in uno studio hanno suggerito una funzione adattiva del rimpianto a breve termine: il rimpianto per le esperienze sessuali passate può ridurre le future scelte disadattive e motiva il miglioramento delle decisioni future.

La teoria delle strategie sessuali

La teoria delle strategie sessuali (Sexual strategies theory [SST]; Buss e Schmitt, 2017) è un approccio teorico che fornisce spiegazioni sulle differenze di genere basate sulla teoria dell’investimento parentale (Trivers, 2017). Secondo tale teoria i generi mostrano differenze comportamentali, soprattutto in ambito sessuale, a causa di un investimento asimmetrico nella riproduzione. Questo implica che il genere che investe più energie e si sacrifica maggiormente, sia poi più selettivo nelle scelte o preferenze (e.g., la disponibilità del partner a investire nella relazione) in quanto i costi legati alla produzione di prole sono stati maggiori. Negli esseri umani, le donne sono il genere che investe di più nella riproduzione poiché a loro spettano gestazione, parto, allattamento e molto altro.

Relativamente al rimpianto, quando è presente l’opportunità di avere un rapporto sessuale, la teoria delle strategie sessuali predice differenze di genere sia nel rimpianto per l’azione, sia in quello per l’inazione (Galperin et al., 2013).

Un rapporto sessuale breve e senza impegno, definito anche sesso occasionale, può comportare un aumento del successo riproduttivo sia per gli uomini sia per le donne. A causa dei costi asimmetrici accade tuttavia che, dal sesso occasionale, gli uomini hanno più vantaggi a livello di successo riproduttivo rispetto alle donne. Nel corso dell’evoluzione, però, l’inattività sessuale ha ridotto tale successo riproduttivo; questo ha provocato per gli uomini un aumento del rimpianto per non essersi impegnati in incontri sessuali non impegnati (rimpianto da inazione). Le donne, invece, siccome sostengono costi maggiori qualora si dovesse verificare una gravidanza indesiderata, la quale può derivare dal sesso senza investimento da parte del partner, è più probabile che si pentano maggiormente di averlo fatto (rimpianto da azione).

Queste ipotesi sono state confermate da diversi studi che hanno riscontrato che le donne più degli uomini hanno riportato il rimpianto per l’azione, mentre gli uomini più delle donne hanno riportato il rimpianto per l’inazione (Galperin et al., 2013).

Differenze di genere nel rimpianto sessuale

All’interno di ciascun genere, l’orientamento socio-sessuale –definito come le differenze nei prerequisiti impliciti degli individui per intraprendere attività sessuale al di fuori di una relazione impegnata (Gangestad e Simpson, 1990)– sembra influenzare l’entità del rimpianto: una socio-sessualità senza restrizioni nelle donne può aumentare le opportunità di sperimentare il rimpianto rispetto ad azioni sessuali a breve termine, attraverso un maggior numero di storie di una notte. Gli uomini con restrizioni, al contrario, rinunciano più frequentemente a opportunità sessuali a breve termine aumentando le probabilità di sperimentare rimpianto per l’inazione.

Si è detto che una delle funzioni del rimpianto è quella di predire scelte sessuali future più adattive; per le donne il rimpianto sembra essere guidato dalla qualità del partner e dall’eccitazione sessuale (Kennair et al., 2018), la scelta adattiva non è quindi necessariamente quella di ridurre il numero di avventure di una notte; anche un comportamento simile con partner migliori può ridurre i rimpianti. Il cambiamento comportamentale adattivo per gli uomini dopo aver sperimentato il rimpianto per l’inazione è invece più ovvio: cogliere più spesso le loro opportunità per aumentare il numero di avventure di una notte.

La prospettiva adattiva del rimpianto sessuale, dunque, suggerisce che quest’ultimo e la sua elaborazione possono predire i cambiamenti del comportamento sessuale in futuro (Galperin et al., 2013). A ciò si oppone la prospettiva della personalità, secondo la quale la socio-sessualità è responsabile di un comportamento stabile, nonostante il rimpianto sessuale tipico: gli uomini più “rigidi” continueranno ad avere meno rapporti sessuali a breve termine e continueranno a riportare il rimpianto tipico dell’inazione. Inoltre, le meta-cognizioni prediranno i livelli di elaborazione del rimpianto, senza alcuna associazione con i cambiamenti adattivi nel comportamento sessuale. Il sostegno a tali previsioni indebolisce l’ipotesi del rimpianto sessuale adattivo.

I cambiamenti indotti dal rimpianto

Uno studio di Kennair e colleghi del 2021 si è occupato di valutare se il rimpianto si traduca effettivamente in cambiamenti adattivi del comportamento. Nello specifico, gli autori volevano valutare se gli uomini che si pentono di aver rinunciato al sesso si impegneranno in un maggior numero di rapporti sessuali a breve termine dopo il rimpianto e se le donne che si pentono degli incontri a breve termine sceglieranno partner di migliore qualità, ridurranno il numero di avventure di una notte o si impegneranno in relazioni a lungo termine.

In due differenti periodi alcuni studenti (T1: 199 soggetti, 65% donne; T2: 222, 66% donne) hanno risposto ad alcune domande sul rimpianto per l’azione e il rimpianto per l’inazione nel sesso occasionale, insieme a possibili esiti, tratti intrapersonali e predittori contestuali.

I risultati non mostrano però prove evidenti dei cambiamenti funzionali proposti nel comportamento sessuale: il rimpianto per il sesso occasionale è risultato associato al genere dell’intervistato e ad alcune differenze individuali, come gli atteggiamenti socio-sessuali, l’elaborazione del rimpianto e le meta-cognizioni, ma l’effetto di questi predittori non era coerente nelle due ondate. Tra i predittori contestuali testati, il disgusto sessuale è quello che si è mantenuto maggiormente costante tra le due ondate.

In conclusione, il rimpianto è considerato un indicatore del valore e della qualità dell’incontro sessuale a breve termine, ma non ci sono prove di un effetto funzionale previsto sul comportamento sessuale. Sembra piuttosto che siano le misure intrapersonali a prevedere il rimpianto relativo all’ultimo incontro sessuale a breve termine.

 

Si parla di:
Categorie
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Buss, D. M., & Schmitt, D. P. (2017). Sexual strategies theory. In T. K. Shackelford & V. A. Weekes-Shackelford (Eds.), Encyclopedia of evolutionary psychological science (pp. 1–5). Springer.
  • Galperin, A., Haselton, M. G., Frederick, D. A., Poore, J., von Hippel, W., Buss, D. M., & Gonzaga, G. C. (2013). Sexual regret: Evi- dence for evolved sex differences. Archives of Sexual Behavior, 42, 1145–1161.
  • Gangestad, S. W., & Simpson, J. A. (1990). Toward an evolutionary history of female sociosexual variation. Journal of Personality, 58, 69–96.
  • Kennair, L. E. O., Wyckoff, J. P., Asao, K., Buss, D. M., & Bendixen, M. (2018). Why do women regret casual sex more than men do? Personality and Individual Differences, 127, 61–67.
  • Kennair, L. E. O., Grøntvedt, T. V., & Bendixen, M. (2021). The Function of Casual Sex Action and Inaction Regret: A Longitudinal Investigation. Evolutionary Psychology, 19(1), 1474704921998333.
  • Pieters, R., & Zeelenberg, M. (2007). A theory of regret regulation 1.1. Journal of Consumer Psychology, 17(1), 29-35.
  • Saffrey, C., Summerville, A., & Roese, N. J. (2008). Praise for regret: People value regret above other negative emotions. Motivation and Emotion, 32, 46–54.
  • Trivers, R. L. (2017). Parental investment and sexual selection. In Sexual selection and the descent of man (pp. 136-179). Routledge.
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Dating app: l'utilizzo in persone con ansia sociale e depressione
Dating app, ansia sociale e depressione

Sembrerebbe esserci un'associazione tra l'uso delle app di dating e i sintomi di ansia sociale e depressione, con alcune differenze di genere

ARTICOLI CORRELATI
Vulvodinia: una sindrome vulvare complessa ad ampio spettro

La vulvodinia è un disturbo complesso caratterizzato da dolore vulvare cronico, con un impatto dannoso sulla qualità di vita della paziente

Educazione sessuale in età scolastica: un argomento controverso

Cosa si intende per educazione sessuale? Da che età è opportuno integrarla all’interno dei programmi scolastici? Esploriamo questa tematica

cancel