EFT-NOVEMBRE-2022

Il ruolo di internet e dei social media nell’esplorazione della sessualità tra gli adolescenti

L’aumento del possesso di oggetti tecnologici personali tra gli adolescenti ha modificato la costruzione delle relazioni e l’esplorazione della sessualità

ID Articolo: 190573 - Pubblicato il: 02 febbraio 2022
Il ruolo di internet e dei social media nell’esplorazione della sessualità tra gli adolescenti
Messaggio pubblicitario SFU 2022

Alcuni studi hanno indagato il potenziale ruolo dell’esplorazione sessuale online tra gli adolescenti come momento di costruzione ed espressione dell’identità.

 

I compiti evolutivi degli adolescenti

Messaggio pubblicitario MASTER DSA Durante l’adolescenza, lo sviluppo e la formazione di una propria identità, è fortemente legato allo sviluppo della sessualità e all’interesse per i legami sentimentali. Secondo un rapporto del 2015 del Pew Research Center, quasi il 24% degli adolescenti naviga su internet quasi costantemente e il 92% degli adolescenti accede a internet quotidianamente; di conseguenza, gran parte dell’esplorazione in campo sentimentale per gli adolescenti si è spostata online, dove i giovani si rivolgono al Web per la costruzione di relazioni romantiche e l’esperienza sessuale. Diversi studi suggeriscono che gli adolescenti usano l’ambiente online per esplorare questioni importanti in tale ambito (Subrahmanyam et al., 2009). Tra i compiti evolutivi che devono affrontare i giovani, vi è quello di costruire una sessualità sana: il tasso di attività sessuale, infatti, aumenta con l’età; tra i ragazzi dai 15 ai 17 anni negli Stati Uniti, il 36% dei maschi e il 39% delle femmine hanno avuto un rapporto sessuale (Mosher et al., 2005). Un altro importante compito evolutivo per gli adolescenti è quello di sviluppare un’identità, che include un’identità di genere, sessuale, morale, politica e religiosa (Kroger, 1995). Un’identità stabile consiste nella definizione di sé, così come dei ruoli e delle relazioni che si assumono, i valori personali o le credenze morali (Huffaker & Calvert, 2005). Inoltre l’adolescenza è un periodo di maggiore assunzione di rischi (Sales & Irwin, 2009). Le stime affermano che circa il 54% dei profili degli adolescenti su alcuni social network, mostrano un coinvolgimento in comportamenti rischiosi tra cui il sesso non protetto o l’alcol (Moreno et al., 2009); molti adolescenti ritengono l’assunzione di rischi un aspetto importante per la propria identità.

L’uso della tecnologia tra gli adolescenti

L’aumento spropositato del possesso di oggetti tecnologici personali tra i giovani, unito alla fase di sviluppo dell’esplorazione sessuale e dell’identità hanno, con il tempo, modificato i modi in cui i più giovani costruiscono le relazioni e si sottopongono all’esplorazione sessuale. Le app di incontri e i siti costituiscono degli spazi in cui iniziare relazioni sessuali, scoprire la pornografia, sperimentare il gioco sessuale e conoscere persone per un appuntamento (Dolcini et al., 2015). Alcuni studi hanno indagato il potenziale ruolo dell’esplorazione sessuale online tra gli adolescenti come momento di costruzione ed espressione dell’identità; è noto, infatti, che le piattaforme dei social media costituiscono per i giovani un’opportunità per connettersi e costruire una propria identità online (Subrahmanyam, 2009; Valkenburg & Peter, 2011). Tuttavia esistono ancora pochi studi sui nuovi metodi online usati dai giovani per l’esplorazione sessuale e sull’uso di siti d’incontro tra i ragazzi di età inferiore ai 18 anni (Allison et al., 2012).

Il dating online tra gli adolescenti

Messaggio pubblicitario Sembra opportuno, quindi, approfondire il livello di fiducia e di coinvolgimento che i giovani ripongono nel dating e nel flirt online, in particolare nel contesto della salute pubblica, al fine di individuare delle opportunità per alcuni interventi preventivi. Nel 2019 Lykens e colleghi hanno condotto uno studio al fine di esplorare i comportamenti e le opinioni degli adolescenti durante l’esplorazione sessuale online, la costruzione di relazioni e gli appuntamenti online, per poter fornire ulteriori informazioni sul comportamento dei giovani e mettere in atto delle possibili modalità di intervento. I ricercatori hanno condotto uno studio esplorativo chiamato TECHsex nel quale sono stati analizzati, tramite un approccio misto di metodi, diversi dati raccolti da gennaio a dicembre 2016 per capire le esperienze e i desideri dei giovani mentre navigano, le loro relazioni sessuali attraverso i social media, le chat e gli appuntamenti online. Tali dati sono stati raccolti mediante un sondaggio di tipo quantitativo su 1500 giovani (di età compresa dai 13 ai 24 anni), e dodici focus group qualitativi ai quali hanno preso parte 66 giovani.

I risultati mostrano che gli spazi online spesso sono considerati delle vie primarie per iniziare relazioni romantiche e promuovere le identità sessuali attraverso il flirt e gli appuntamenti online. Sebbene i siti d’incontro siano frequentati da ragazzi maggiorenni e alcuni siano vietati ai minori, molti giovani di età inferiore ai 18 anni li utilizzano per fare amicizia e intraprendere relazioni: il 70% degli adolescenti iscritti ad un sito per dating ha incontrato qualcuno di persona dopo un primo approccio online. Dai focus group è emerso inoltre che i ragazzi imparano ad avere rapporti sessuali attraverso la pornografia, i siti di incontri o tramite i flirt sui social media. Questi ultimi sono considerati un canale privilegiato per esplorare un potenziale partner o intraprendere una relazione romantica. La paura della violenza o del catfishing, che talvolta incombe sui giovani, spinge alcuni di loro a utilizzare i social media più conosciuti come opzione più sicura per gli incontri, probabilmente a causa della maggiore familiarità e visibilità di tali piattaforme. Per molti adolescenti, invece, gli incontri online sono un’opportunità per connettersi con i coetanei, in particolare per i ragazzi LGBT e per coloro che vivono fuori città.

Conclusioni

In conclusione i risultati ottenuti dimostrano la complicata relazione che i giovani hanno con l’esplorazione sessuale online e lo sviluppo delle relazioni. Le pratiche online possono fornire molti benefici ma anche alcuni rischi che bisogna tenere in considerazione per utilizzare più strategicamente le piattaforme e creare programmi incentrati sui giovani per migliorare gli esiti della salute sessuale dei giovani (Lykens et al., 2019).

 

Consigliato dalla redazione

Sessualità: impatto del lockdown ed educazione sessuale - Report

Sessualità e relazioni. Seconda edizione del Festival della Sessuologia - Parte I - FluIDsex

Il Festival della Sessuologia ha affrontato vari temi attuali come l’impatto del lockdown sulla sessualità e le problematiche legate all’educazione sessuale

Bibliografia

  • Allison, S., Bauermeister, J. A., Bull, S., Lightfoot, M., Mustanski, B., Shegog, R., & Levine, D. (2012). The intersection of youth, technology, and new media with sexual health: moving the research agenda forward. Journal of Adolescent Health, 51(3), 207-212.
  • Dolcini, M. M., Warren, J., Towner, S. L., Catania, J. A., & Harper, G. W. (2015). Information age: Do urban African-American youth find sexual health information online?. Sexuality Research and Social Policy, 12(2), 110-114.
  • Huffaker, D. A., & Calvert, S. L. (2005). Gender, identity, and language use in teenage blogs. Journal of Computer-Mediated Communication, 10, article 1.
  • Kroger, J. (1995). The differentiation of “firm” and “developmental” foreclosure identity statuses: A longitudinal study. Journal of Adolescent Research, 10, 317–337
  • Lykens, J., Pilloton, M., Silva, C., Schlamm, E., Wilburn, K., & Pence, E. (2019). Google for sexual relationships: Mixed-methods study on digital flirting and online dating among adolescent youth and young adults. JMIR public health and surveillance, 5(2), e10695.
  • Moreno, M. A., Parks, M. R., Zimmerman, F. J., Brito, T. E., & Christakis, D. A. (2009). Display of health risk behaviors on MySpace by adolescents: prevalence and associations. Archives of pediatrics & adolescent medicine, 163(1), 27-34.
  • Mosher, W. D., Chandra, A., & Jones, J. (2005). Sexual behavior and selected health measures: men and women 15-44 years of age, United States, 2002 (No. 362). US Department of Health and Human Services, Centers for Disease Control and Prevention, National Center for Health Statistics.
  • Sales, J. M., & Irwin Jr, C. E. (2009). Theories of adolescent risk taking: The biopsychosocial model. Adolescent health: Understanding and preventing risk behaviors and adverse health outcomes, 31-50.
  • Subrahmanyam, K., Garcia, E. C., Harsono, L. S., Li, J. S., & Lipana, L. (2009). In their words: Connecting on‐line weblogs to developmental processes. British Journal of developmental psychology, 27(1), 219-245.
  • Subrahmanyam, K. (2009). Developmental implications of children’s virtual worlds. Wash. & Lee L. Rev., 66, 1065.
  • Valkenburg, P. M., & Peter, J. (2011). Adolescents’ online communication: An integrative model of its attraction, opportunities, and risks. Journal of Adolescent Health, 48, 121-127.
State of Mind © 2011-2022 Riproduzione riservata.

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Messaggio pubblicitario