inTherapy

L’amo o non l’amo. Vincere le ossessioni sulla relazione e sul partner (2021) – Recensione del libro

'L'amo o non l'amo' approfondisce tutte le variabili che scatenano e mantengono il doc da relazione offrendo anche diversi esempi di dubbi e ossessioni

ID Articolo: 188268 - Pubblicato il: 11 ottobre 2021
L’amo o non l’amo. Vincere le ossessioni sulla relazione e sul partner (2021) – Recensione del libro
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

L’amo o non l’amo. Vincere le ossessioni sulla relazione e sul partner, un testo che approfondisce il dubbio ossessivo circa la propria relazione.

 

Messaggio pubblicitario Si parla infatti di DOC da Relazione, noto come R-OCD (Relationship Obsessive-Compulsive Disorder).

L’amo o non l’amo? Recita il titolo del libro, è la persona che fa per me? Mi piace ancora come un tempo? Sono ancora attratta fisicamente? Questi alcuni degli interrogativi su cui si incastra senza fine e senza risposte soddisfacenti chi poi sviluppa tale forma di ossessioni.

Diventa difficile per chi sperimenta tali dubbi, individuare e riconoscere gli stessi come sintomi. Spesso si riscontrano in coppie storiche e solide, ma il soggetto che poi attorno a tale dubbio crea le sue ossessioni, approccia tali dubbi in modo rigido, estremo, catastrofico e con tentativi di soluzioni fallimentari.

Il testo offre informazioni e chiarificazioni in tal senso.

Ricercare di rassicurazioni attraverso il confronto con amici, familiari o lo stesso partner al fine di allentare il peso del senso di colpa per avere tali dubbi, mettersi costantemente alla prova sul grado e livello di interesse, amore, attrazione…, essere assorbiti per tante ore e giorni da questi dilemmi, fino a creare una sorta di profezia che si autorealizza, in quanto la relazione non viene più vissuta in modo naturale e spontaneo ma accompagnata da una forte componente ansiosa, interpretata dalla persona come ulteriore conferma che nella propria relazione c’è qualcosa che non funziona come dovrebbe.

Ed ecco che il testo approfondisce tutte le variabili che scatenano e mantengono tale disturbo offrendo anche diversi esempi circa le credenze di base disfunzionali che più frequentemente si riscontrano in persone che si trovano ad affrontare il DOC da Relazione.

Dopo una panoramica generale del DOC e relativi sottotipi, il testo si dedica in modo esclusivo al DOC da Relazione.

A partire dai contributi dei pionieri Doron e Derby, si approfondirà come il dubbio circa la propria relazione, tende ad aumentare ed esasperarsi specie nei momenti in cui all’interno della relazione si delinea la possibilità di un cambiamento più o meno impegnativo (ad esempio prime vacanze insieme, inizio di una convivenza, far conoscere il partner ai propri familiari ed amici, il progetto o la nascita di un figlio…).

Il dubbio può essere centrato sulla natura dei propri sentimenti o di quelli del partner nei propri confronti, quanto circa le qualità e le caratteristiche del partner.

Messaggio pubblicitario Diverse le credenze disfunzionali che entrano in gioco, come il pensiero polarizzato (tutto/nulla, bianco/nero), estremizzazione, non tolleranza del rischio o dell’incertenza, catastrofismo, fusione pensiero/azione, sopravvalutazione dell’attività del pensiero (ad esempio, se ho guardato un’altra persona allora significa che non sono più attratto/a dal mio partner).

Non è infrequente che il DOC da Relazione si accompagni ad altre forme di ossessioni come ad esempio i così comunemente chiamati pensieri inaccettabili (ossessioni aggressive, paura di poter essere omosessuale, di nutrire fantasie sessuali peccaminose…).

La seconda parte del testo è dedicata all’autovalutazione, corredata di questionari volti ad indagare la presenza dei sintomi caratteristici del DOC da Relazione e di eventuali altre forme di ossessioni e/o compulsioni.

Dalla terza ed ultima parte del testo invece, si entra nel vivo di consigli pratici, indicazioni e strumenti per favorire il cambiamento.

Troveremo il diario dei pensieri, suggerimenti volti ad individuare le strategie utilizzate attualmente ma che peggiorano il problema, come creare una gerarchia di stimoli ansiogeni per lavorare sull’esposizione anziché sull’evitamento, indicazioni utili alla prevenzione delle ricadute…

Un testo dunque utile a chiarire al lettore che non si può controllare il pensiero ma possiamo controllare e lavorare su come rispondiamo allo stesso.

Utile dunque a chi soffre di tali ossessioni, quanto al clinico che lavora su tale ambito come valido strumento da suggerire ai propri pazienti.

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 5, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

L'amo o non l'amo? Vincere le ossessioni sulla relazione e sul partner (2021) di Marta Venturini Drabik e Gabriele Melli - Recensione del libro

Il libro "L'amo o non l'amo" si concentra sui dubbi ossessivi sulle relazioni sentimentali, che caratterizzano la forma più comune di DOC da relazione

Bibliografia

  • Venturini Dabrik, M., Melli, G. (2021). L’amo o non l’amo. Vincere le ossessioni sulla relazione e sul partner. Edizioni Erickson.

State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario