L’immaginazione mentale – Introduzione alla Psicologia

L'immaginazione mentale  è la capacità della mente di generare immagini mentali e viene utilizzato il canale della percezione - Psicologia

ID Articolo: 117151 - Pubblicato il: 21 gennaio 2016
L’immaginazione mentale – Introduzione alla Psicologia
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

L’immaginazione mentale è la capacità di generare immagini mentali e rappresenta una delle attività più sorprendenti della mente umana. Risulta essere una attività mentale che utilizza come canale principale la percezione.

INTRODUZIONE ALLA PSICOLOGIA RUBRICA DI DIVULGAZIONE SCIENTIFICA IN COLLABORAZIONE CON LA SIGMUND FREUD UNIVERSITY DI MILANO

La mente immaginale, dunque, permette di elaborare informazioni visive attraverso una serie di elaborazioni neurotrasmettitoriali che generano, come prodotto finale, configurazioni neuro-mentali, più o meno complesse, caratterizzate dalla presenza di singole immagini mentali. Si tratta, per lo più, di attività noologiche, perchè coinvolgono le areee neocorticali, che permettono di distinguere i diversi processi grazie ai quali si elaborano informazioni visive, e identiche che generano contenuti mentali non figurali.

Messaggio pubblicitario Per questo l’ immaginazione mentale potrebbe essere paragonata ad un processore utile per formulare immagini di quello che ci sta di fronte e della vita mentale. Questo processo è utile per assolvere a qualche compito cognitivo, problem solving, o per riportare alla mente un’immagine o generarne delle nuove utili per rispondere a esigenze psicologiche o esistenziali come, per esempio, mettere in atto un comportamento o progettare un’azione.
Queste immagini mentali sono principalmente immagini percettive, derivanti dalla visione, immagini retrocettive che si generano attraverso il recupero di immagini percettive passate, di immagini ideative e fantastiche create ex novo dal recupero di informazioni visive immagazzinate nella memoria a lungo termine e di immagini indotte proprio dall’immaginario collettivo.

La mente immaginale, dunque, è costituita da una serie di strutture o processi cognitivi corticali in grado di generare immagini facenti parte del mondo immaginale ovvero elaborato dalla nostra mente.

 

RUBRICA: INTRODUZIONE ALLA PSICOLOGIA

Sigmund Freud University - Milano - LOGO

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)

Consigliato dalla redazione

Immagine: Fotolia_66295244_vite senza immaginazione cosa sono

Vite senza immaginazione: cosa sono?

Si tratta di una incapacità di immaginare intenzionalmente qualcosa a causa di un'alterazione funzionale di una o più aree cerebrali

Bibliografia

  • Adam Zeman, Michaela Dewar, Sergio Della Sala. Lives without imagery – Congenital aphantasia. Cortex, 2015; DOI: 10.1016/j.cortex.2015.05.019.
  • Mariano, B. L. (2009). La mente immaginale. Immaginazione, immagini mentali, pensiero e pragmatica visuali. Milano, Franco Angeli.
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Si parla di

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Università e centri di ricerca

Messaggio pubblicitario