Workaholism, work engagement e soddisfazione familiare: un’indagine empirica in coppie di lavoratori

Sono state confrontate 2 forme di dipendenza dal lavoro: quella patologica (workaholic) e quella sana (work engagement) e la soddisfazione coniugale

ID Articolo: 113217 - Pubblicato il: 08 settembre 2015
Workaholism, work engagement e soddisfazione familiare: un’indagine empirica in coppie di lavoratori
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Questo articolo ha partecipato al Premio State of Mind 2014 Sezione Junior

WORKAHOLISM, WORK ENGAGEMENT E SODDISFAZIONE FAMILIARE: UN’INDAGINE EMPIRICA IN COPPIE DI LAVORATORI

AUTORE: Elisa Bortolozzo

Abstract

La ricerca condotta ha analizzato due forme di impegno lavorativo che, in letteratura, sembrano rappresentare due facce della stessa medaglia per i loro effetti opposti a livello organizzativo e personale: Workaholism, definito come dipendenza da lavoro e quindi lato negativo, e Work engagement, forma di impegno sano e quindi lato positivo. L’ indagine empirica condotta su 60 coppie di lavoratori, ha analizzato gli effetti di Workaholism e Work engagement sulla soddisfazione familiare propria e del/la proprio/a partner. La ricerca ha evidenziato che un eccessivo impegno nel proprio lavoro, soprattutto quando è legato a “comportamenti malsani” come nel caso del workaholism, può portare a conseguenze negative a livello familiare, attraverso forme di conflitto tra la sfera lavorativa e quella familiare. Un dato molto importante che emerge da questo studio è la differenza di genere sugli effetti che workaholism e work engagement hanno sulla soddisfazione familiare.

Messaggio pubblicitario The research has focused on two forms of work commitment that, in the literature, seem to represent two sides of the same coin for their opposite effects in terms of working and personal life: Workaholism, defined as work addiction, represents the negative side, and Work Engagement, as a form of positive commitment, represents the healthy side. The empirical survey conducted on 60 dual-earner couples, analyzed the effects of Workaholism and Work engagement on own family satisfaction and on the partner’s once. As revealed by the empirical survey conducted, excessive engagement in their work, especially when it is linked to “unhealthy behaviors” such as in the case of workaholism, can lead to negative consequences in the familiar domain, through forms of conflict between the working sphere and the family.
A very important result that emerges from this study is the gender difference on the effects that workaholism and work engagement have on family satisfaction.

Parole chiave: Workaholism, Work engagement, Dark Side, Family Satisfaction, Work-Family Conflict

Introduzione

Il presente studio è volto ad approfondire la relazione tra le due forme di impegno lavorativo, Workaholism e Work engagement, e la soddisfazione familiare e se questa relazione possa essere mediata dal conflitto lavoro- famiglia. Inoltre si intende rilevare in che misura il Work engagement e il Workaholism, e la loro relazione con il conflitto lavoro-famiglia, possano avere un effetto di crossover e quindi ridurre la soddisfazione familiare del partner. A questo scopo è stata svolta un’indagine empirica su 60 coppie di lavoratori (N=120) provenienti da realtà organizzative e lavorative differenti. Elemento distintivo dello studio è quello di aver affiancato alle autovalutazioni, eterovalutazioni da parte del partner.

Messaggio pubblicitario Com’è noto, tale metodologia, permette di ridurre la varianza comune di metodo. Sulla base dei contributi più recenti presenti in letteratura (Bakker et al., 2011; George, 2011; Arabzadegan et al., 2012a, 2012b) e della teoria della conservazione delle risorse, è possibile ritenere che ci sia un lato oscuro del work engagement, ovvero che i lavoratori altamente engaged sacrifichino alcuni aspetti della loro vita, come la famiglia, per dedicarsi di più al lavoro in quanto sono così entusiasti del loro lavoro da addossarsi compiti supplementari e quindi lavoro straordinario (Maslach, 2011; Sonnentag, 2011; Halbesleben et al., 2009).

La motivazione a questo eccesso di lavoro rimane comunque differente da quella che spinge i lavoratori workaholics, ma a livello familiare i loro effetti potrebbero avvicinarsi, in quanto entrambi sarebbero portati ad esperire conflitto lavoro-famiglia, in particolare in due delle sue forme (time- based e strain-based), dovuto ad un maggior numero di risorse utilizzate in ambito lavorativo rispetto al familiare, e questo potrebbe non essere visto positivamente dalla famiglia. Il conflitto lavoro-famiglia, a sua volta, potrebbe avere un effetto deleterio sulla soddisfazione familiare, infatti, come dimostrato in alcuni studi (Ford et al., 2007; Matthews et al., 2012; Fiksenbaum, 2013), il conflitto lavoro-famiglia porta ad una riduzione della soddisfazione familiare.

 

 

ALLEGATO 1

ALLEGATO 2

ARTICOLO CONSIGLIATO:

 Workahlolic: la dipendenza dal lavoro, si nasce o si diventa?

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 1, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Messaggio pubblicitario