inTherapy

6 esercizi facili per allenare la mente di Paolo Legrenzi (2015) – Recensione

Questo libro dimostra come a volte non consideriamo tutte le possibili soluzioni di un problema ma ci soffermiamo sugli aspetti più intuitivi - Psicologia

ID Articolo: 114001 - Pubblicato il: 30 settembre 2015
6 esercizi facili per allenare la mente di Paolo Legrenzi (2015) – Recensione
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Questo libro di piacevole lettura ed accessibile a tutti, ci insegna che molti errori nella nostra vita quotidiana dipendono dal fatto che non prendiamo in considerazione tutte le possibili soluzioni di un problema o che ci soffermiamo unicamente sugli aspetti più intuitivi ed evidenti.

Una mazza da baseball e una palla costano un dollaro e dieci. La mazza costa un dollaro più della palla. Quanto costa la palla?
(p. 12).

Il calcolo non è troppo difficile e, intuitivamente, nella nostra mente si figura subito il numero 10: dieci centesimi. Peccato che la risposta corretta sia cinque centesimi. Aggrottiamo le sopracciglia. Qualcuno potrebbe commentare che la matematica non sia mai stata il suo punto di forza. Tuttavia, sarà davvero colpa della matematica? Secondo Paolo Legrenzi, noto accademico italiano, che ha insegnato a migliaia di studenti le basi della psicologia e del pensiero cognitivo, non si tratta di carenze conoscitive ma di “pigrizia mentale”.
L’intuizione è un tipo di conoscenza immediata che porta l’individuo a trovare soluzioni per agire in tempi rapidi, senza avvalersi del ragionamento.

Messaggio pubblicitario Tuttavia, secondo l’Autore, è bene non fidarsi troppo delle proprie intuizioni e sforzarsi di pensare in modo critico, facendo ogni volta i dovuti controlli. Per esempio, iniziando a scomporre i problemi in sequenze logiche le difficoltà tendono a diminuire. Nel caso iniziale, l’addizione diventa: [(palla + mazza) + palla] perché la mazza costa “un dollaro più della palla” e non “più la palla”.

Questo libro di piacevole lettura ed accessibile a tutti, ci insegna che molti errori nella nostra vita quotidiana dipendono dal fatto che non prendiamo in considerazione tutte le possibili soluzioni di un problema o che ci soffermiamo unicamente sugli aspetti più intuitivi ed evidenti. L’Autore, facendo riferimento alla sua lunga esperienza di ricercatore e consulente, propone sei tipologie di esercizi, intuitivamente semplici ma insidiosi nelle risposte, per allenare la mente al pensiero critico. Anche se non vengono presentati un metodo e degli obiettivi da raggiungere, come di norma avviene nei classici testi di matrice anglosassone, questo piccolo volume offre comunque l’opportunità di stimolare quei “muscoli” del cervello che spesso, per pigrizia o per disattenzione, dimentichiamo di usare. È una palestra per delle funzioni di pensiero che possono essere applicate in molti campi, come i problemi aziendali o la gestione dei risparmi.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Bias impliciti: quali interventi? – Psicoeducazione

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 2, media: 4,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie

Messaggio pubblicitario