inTherapy

Sillabando: un’app per potenziare la via fonologica della lettura

Si tratta di un' app che allena le capacità di riconoscimento della struttura sillabica delle parole e migliora la velocità e la correttezza della lettura

ID Articolo: 111281 - Pubblicato il: 29 giugno 2015
Sillabando: un’app per potenziare la via fonologica della lettura
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

Sillabando è una nuova app che permette di allenare la capacità di riconoscimento della struttura sillabica delle parole, migliorando così sia la velocità sia la correttezza della lettura.

Si tratta di un tipo di training molto utile soprattutto per i bambini delle prime classi elementari, che stanno imparando a leggere. Inoltre, gli esercizi proposti da questa app possono essere di aiuto anche per i bambini più grandi, per migliorare nella lettura e nell’ortografia. Infine, ma non meno importante, questi esercizi, basati sulla presentazione tachistoscopica degli stimoli, sono adatti anche per pazienti con disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

La ‘lettura tachistoscopica’ si basa sulla presentazione temporizzata degli elementi, sillabe o parole, per intervalli di tempo definiti e decrescenti, con lo scopo di sviluppare le abilità connesse con la decodifica e ricodifica del testo scritto.

Alla base del funzionamento di questa app, c’è l’idea che tempi elevati di permanenza degli stimoli scritti sullo schermo favoriscano, nella lettura, la ‘via fonologica’, sub-lessicale, in cui l’utente legge lettera per lettera, convertendo i singoli grafemi nei fonemi corrispondenti. La via fonologica si attiva, in genere, nella lettura di non-parole o di parole nuove. Al di sotto di certe soglie di tempo, invece, è possibile utilizzare solamente la ‘via lessicale’ di lettura, in cui l’utente legge gli stimoli a livello globale, attraverso l’attivazione dei lessici e delle conoscenze semantiche. E’ proprio la stimolazione della modalità globale e visiva di lettura l’obiettivo principale degli esercizi proposti da Sillabando. Questa modalità di decodifica degli stimoli scritti tende a strutturarsi autonomamente a partire dalla terza elementare, per poi integrarsi e armonizzarsi con l’altra modalità, quella fonologica. Tuttavia, la modalità visiva rischia di rimanere deficitaria negli anni scolastici successivi.

Messaggio pubblicitario Tutti gli esercizi considerano la sillaba, e non la singola lettera, come elemento di base su cui i bambini costruiscono ed esercitano le proprie abilità di lettura. In questo modo, si facilitano alcuni processi cognitivi tipici dell’attività di lettura, come la memorizzazione e associazione dei suoni delle sillabe.

Sillabando fornisce un’ampia gamma di esercizi, oltre ottanta, che si distinguono per livello di difficoltà dello stimolo (ad esempio parole bisillabe o trisillabe) e per tempo di esposizione dello stimolo (in genere decrescente, all’interno dello stesso esercizio). Gli esercizi sono strutturati a partire dall’esposizione dello stimolo (sillaba o parola) che rimane esposto per un tempo limitato e pre-impostato. Successivamente, l’utente dovrà riscrivere lo stimolo appena letto. In questo modo l’applicazione riesce a valutare la correttezza dell’esecuzione e costringe il bambino ad esercitarsi anche nell’analisi fonemica, oltre che nella memorizzazione.

Tutti i risultati degli esercizi svolti sono registrati e sempre consultabili, anche rispetto a training precedenti.
L’applicazione permette anche di settare alcune preferenze, utili per adattare maggiormente gli esercizi alle proprie esigenze. Ad esempio è possibile scegliere la funzione del ‘mascheramento percettivo’, per ridurre l’effetto di persistenza retinica dello stimolo visivo. Oppure è possibile aiutare l’utente a focalizzare l’attenzione sullo stimolo con la funzione ‘puntatore’.

Messaggio pubblicitario Dopo ogni risposta, compare un’animazione giocosa, come feedback per l’utente. E’ proprio la parte ‘giocosa’ a poter essere migliorata e resa più chiara e, di conseguenza, più efficace.

A livello tecnico, invece, sarebbe interessante la possibilità di creare un profilo ‘tutor’, distinto da quello del bambino, per impostare le giocate e consultare i risultati, soprattutto in un’ottica riabilitativa.

Sillabando rappresenta un’ottima soluzione che, a partire da fondamenti scientifici, sfrutta le potenzialità delle nuove tecnologie per presentare esercizi il più possibile adattabili al tipo di utente e al contesto d’uso.

 

ARTICOLO CONSIGLIATO:

Perché accelerando la scomparsa delle parole migliorano le abilità di lettura nei bambini con dislessia? Il ruolo dell’attenzione spaziale

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 14, media: 3,00 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Argomenti

Scritto da

Categorie

Messaggio pubblicitario