Nostalgia: uno stato psicologico che favorisce l’ottimismo

La nostalgia incrementa l'ottimismo. Questa è la conclusione di una serie di studi pubblicati recentemente sul Personality and Social Psychology Bulletin.

ID Articolo: 33148 - Pubblicato il: 22 luglio 2013
Messaggio pubblicitario SFU 2020
Condividi

 

– FLASH NEWS-

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

La nostalgia incrementa l’ottimismo. Questa è la conclusione di una serie di 4 studi pubblicati recentemente on line sul Personality and Social Psychology Bulletin.

Secondo Cheung e colleghi, la nostalgia non sarebbe esclusivamente uno stato emotivo orientato al passato, ma il suo campo d’azione si estenderebbe al futuro, influenzandone la percezione in termini positivi.

I dati ottenuti nel primo studio suggeriscono infatti un profondo legame tra i due costrutti. In particolare, è emersa la presenza di una percentuale maggiore di espressioni legate all’ottimismo all’interno di racconti di eventi autobiografici attivanti nostalgia rispetto a racconti di eventi ordinari, indipendentemente dalle emozioni positive scaturite dal ricordo emotivamente rilevante.

LEGGERE ANCHE ARTICOLI SU: MEMORIA

Essere Ottimisti Conviene! Il Ruolo delle Illusioni. - Immagine: © Time

Articolo Consigliato: Essere ottimisti conviene! Il ruolo benefico delle illusioni.

La seconda ricerca, che ha previsto l’induzione di uno stato di nostalgia attraverso il ricordo di eventi emotivamente rilevanti, ha mostrato come un maggior coinvolgimento nostalgico aumenti i livelli di ottimismo non solo attraverso un incremento dell’affettività positiva, ma anche tramite un rapporto diretto.

Al fine di approfondire i possibili mediatori di tale relazione, un terzo esperimento ha chiesto a 664 partecipanti di ascoltare, in modo randomizzato, una canzone dal contenuto nostalgico o una canzone di controllo. I risultati indicano che: l’effetto positivo della nostalgia sui livelli di ottimismo è generalizzabile per età e genere; la nostalgia accresce l’ottimismo sia direttamente sia tramite un aumento dei livelli di autostima e non attraverso maggiori livelli di emotività positiva.

Nel quarto e ultimo studio, gli autori hanno ipotizzato che autostima e senso di connessione sociale fungessero da mediatori della relazione tra nostalgia e ottimismo. Infatti, il nostro senso di autostima origina prevalentemente da processi sociorelazionali come il senso di connessione sociale. Quest’ultimo, a sua volta, è spesso oggetto di rêverie nostalgiche, come possono essere quelle riguardanti la famiglia o i rapporti sentimentali.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: FAMIGLIA

Messaggio pubblicitario Durante la ricerca, i soggetti dovevano leggere il testo di una canzone precedentemente identificata da loro come nostalgica rispetto ad una condizione di controllo in cui leggevano una canzone scelta da altri. I dati hanno confermato il modello di mediazione proposto. Uno stato nostalgico è in grado di innescare un più profondo senso di connessione sociale che, a sua volta, sfocia in una più elevata autostima. Quest’ultima diventa una sorta di lente positiva capace di infondere maggior ottimismo per il futuro.

Ripensare nostalgicamente a ciò che è passato può quindi farci rivivere una positività sepolta nei nostri ricordi, che ci permette, nel presente, di avere uno sguardo più ottimista nei confronti di ciò che ci aspetta in futuro.

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: PSICOLOGIA POSITIVA

 

LEGGI ANCHE:

MEMORIA – FAMIGLIA – PSICOLOGIA POSITIVA

 

BIBLIOGRAFIA:

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 4,67 su 5)
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

ECDP 2021

Scritto da

Sono citati nel testo

Categorie

Messaggio pubblicitario