Psicologia, Psicologi, Psicoterapeuti e Psichiatri… facciamo chiarezza

Psicologia: Molto spesso la figura dello psicologo non viene capita non è chiaro che tipo di formazione abbia e che cosa faccia!

ID Articolo: 23878 - Pubblicato il: 27 dicembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

Psicopedia - Immagine: © 2011-2012 State of Mind. Riproduzione riservataPsicologo: Molto spesso la figura dello psicologo non viene capita, non è chiaro che tipo di formazione abbia e che cosa faccia!

Iniziamo con il chiarire che per diventare psicologi è necessario frequentare un corso universitario riconosciuto della durata di cinque anni in seguito al quale è necessario praticare un tirocinio post lauream della durata di un anno solare, al termine del quale, secondo le sessioni previste (due all’anno, una a giugno e una a novembre) è possibile sostenere l’esame di stato.

LEGGI GLI ARTICOLI SU PSICOLOGIA & FORMAZIONE

In seguito all’esame di stato, se con esito positivo, è possibile iscriversi all’albo degli psicologi della propria regione e di qualsiasi altra regione a scelta del professionista.

Lo psicologo può specializzarsi in ambiti differenti già durante il percorso universitario.
I macro ambiti di specializzazione sono i seguenti:
– Psicologia clinica;
– Psicologia dello sviluppo – LEGGI GLI ARTICOLI SU BAMBINI & ADOLESCENTI
– Neuro-Psicobiologia;
– Psicologia del lavoro – PER APPROFONDIRE LA PSICOLOGIA DEL LAVORO CLICCA QUI.

La psicologia clinica si occupa dello studio scientifico e applicativo delle problematiche psicologiche e relazionali dell’individuo, della famiglia e del gruppo.
La psicologia dello sviluppo si concentra maggiormente sullo studio delle differenti tappe evolutive del bambino e delle eventuali problematiche che riguardano gli aspetti di crescita.
La psicobiologia, definita come una branca delle neuroscienze, studia il comportamento umano in stretta connessione con gli aspetti biologici.
La psicologia del lavoro o psicologia delle organizzazioni si concentra sullo studio dei comportamenti degli individui all’interno dei contesti lavorativi e pone anche molta attenzione agli aspetti interpersonali all’interno del contesto lavorativo.

Esame di Stato- Professione Psicologo. - Immagine: © olly - Fotolia.com

Articolo Consigliato: Esame di Stato – Professione Psicologo: Timori, Speranza & Riflessioni.

Lo scopo comune dei diversi ambiti di applicazione è quello di favorire e promuovere il benessere degli individui. – LEGGI GLI ARTICOLI SULLA PSICOLOGIA POSITIVA

Lo psicoterapeuta è uno psicologo che si specializza ulteriormente in ambito clinico attraverso una scuola di formazione quadriennale pubblica o privata che permette di acquisire delle competenze specifiche, specialistiche ed approfondite sul funzionamento della psiche umana.

Anche in questo contesto gli orientamenti specialistici sono molteplici.
In linea di massima si parla di orientamento psicodinamico, sistemico, cognitivo-comportamentale.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: PSICOANALISIPSICOTERAPIA SISTEMICO-RELAZIONALEPSICOTERAPIA COGNITIVA

L’orientamento psicodinamico è un orientamento che prende la sua origine dalla psicoanalisi e che prevede un intervento piuttosto ampio finalizzato allo sviluppo personale della persona.
L’orientamento sistemico-relazionale parte dal presupposto che la persona è membro del sistema-famiglia, l’obiettivo quindi diventa quello di migliorare la modalità di comunicazione e le interazioni tra i diversi membri della famiglia.
L’orientamento cognitivo comportamentale si concentra sui processi mentali (pensiero e ragionamento ad esempio) e sulle azioni, ovvero i comportamenti manifesti, condotti da parte dei soggetti.

Lo scopo in generale di qualsiasi psicoterapia, a prescindere dall’orientamento, è quello di aiutare la persona che si trova in un momento di difficoltà, difficoltà che possono essere tra le più disparate.

Messaggio pubblicitario   Un chiarimento a parte per la figura dello psichiatra; questa figura professionale svolge compiti differenti rispetto allo psicologo o psicoterapeuta. Lo psichiatra infatti è un professionista medico con una specializzazione post lauream in psichiatria. Lo psichiatra si occupa della cura dei disturbi mentali tenendo in considerazioni molteplici aspetti che vanno da quello farmacologico a quello giuridico. Da specificare che lo psicologo a differenza dello psichiatra non può prescrivere farmaci.

LEGGI GLI ARTICOLI SU: PSICOLOGIA & PSICHIATRIA PUBBLICHE

Diventa per questo motivo importante la collaborazione tra le due figure professionali, psicologo o psicoterapeuta e psichiatra, le quali assieme riescono a garantire un servizio completo e efficace per la persona in difficoltà.

Un appunto, infine, per la figura professionale del counselor; questo non necessariamente è laureato in psicologia ma può appartenere ad altri ambiti di formazione; si occupa in maniera circoscritta di orientare la persona e di aiutarla a sviluppare strategie specifiche per la risoluzione del problema posto. Per diventare couselor è necessario frequentare un corso di formazione triennale post lauream. Ad oggi, non esiste un albo di appartenenza per soli couselor.

In generale possiamo concludere dicendo che è estremamente importante rivolgersi a professionisti seri e preparati con le necessarie qualifiche professionali! Tra i metodi più utili ed immediati per la verifica del possedimento dei titoli necessari è possibile consultare i rispettivi albi professionali on line.

LEGGI GLI ARTICOLI SU:

PSICOLOGIA & FORMAZIONEBAMBINI & ADOLESCENTIPSICOLOGIA DEL LAVOROPSICOLOGIA POSITIVAPSICOANALISIPSICOTERAPIA SISTEMICO-RELAZIONALEPSICOTERAPIA COGNITIVAPSICOLOGIA & PSICHIATRIA PUBBLICHE  

 

BIBLIOGRAFIA:

 

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 3, media: 5,00 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi

Articoli che trattano questo argomento

Umorismo e Psicoterapia. Quando una risata fa bene (2018) a cura di Antonio Scarinci – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Umorismo e Psicoterapia. Quando una risata fa bene (2018) a cura di Antonio Scarinci – Recensione del libro

Chi pensa che il lavoro di psicoterapeuta sia emotivamente pesante e conduca inevitabilmente al burnout per la continua esposizione alle molteplici sofferenze umane che portate dai pazienti attivano le consorelle presenti nell’animo del terapeuta, la lettura di questo libro aprirà nuovi ameni scenari.   Il lavoro terapeutico consiste prevalentemente nell’accompagnare

Colloqui motivazionali tenuti dai robot: ci sentiamo meno giudicati
Psicologia

Colloqui motivazionali tenuti dai robot: ci sentiamo meno giudicati

Un esperimento tenutosi nella Plymouth University ha visto all’opera dei robot umanoidi nella veste di counselor in colloqui motivazionali per aumentare l’attività fisica.   I colloqui motivazionali sono sessioni dialogiche in cui uno psicologo lavora con il cliente per indagare e promuovere la motivazione verso un cambiamento. NAO robot: gli

Il colloquio motivazionale nel trattamento dei disturbi d’ansia e dell’umore di Henny A. Westra (2015) – Recensione
Psicoterapia

Il colloquio motivazionale nel trattamento dei disturbi d’ansia e dell’umore di Henny A. Westra (2015) – Recensione

Il colloquio motivazionale è un metodo incentrato sul cliente, per attenuare la resistenza al trattamento e aumentare la motivazione, mantenendo un buon livello di coinvolgimento del paziente ed esplorando i vari sentimenti di ambivalenza legati al cambiamento (Miller e Rollnick 1991, 2002; Leoni 2003). In questo testo chiaro e lineare,

La comunicazione terapeutica: gli strumenti e le strategie per renderla efficace
Psicologia

La comunicazione terapeutica: gli strumenti e le strategie per renderla efficace

La comunicazione connota le relazioni fra gli esseri umani. Il bisogno di comunicare è frutto, secondo Habermas, dell’agire sociale. In esso, un posto di rilievo lo occupa l’interazione fra curante e curato, che si concretizza nella comunicazione terapeutica. Esistono strumenti – strategie che la implementano e la rendono più efficace.

Coinvolgere adolescenti riluttanti: l’efficacia di un primo incontro familiare

Coinvolgere adolescenti riluttanti: l’efficacia di un primo incontro familiare

Di Matteo Selvini. Brani estratti dall’articolo omonimo inviato a Terapia Familiare, gennaio 2014.    Coinvolgere adolescenti riluttanti: l’efficacia di un primo incontro familiare     La stragrande maggioranza degli esperti dà per scontato che la strategia ottimale o obbligata sia quella di incontrare per la prima volta l’adolescente non richiedente e non collaborante

Terapia Metacognitiva: Adrian Wells al Congresso Nazionale di Rimini

Terapia Metacognitiva: Adrian Wells al Congresso Nazionale di Rimini

DETTAGLI EVENTO: Metacognizione e Intervento Clinico – Congresso Nazionale – Rimini 2013 Il primo congresso nazionale sulla Metacognizione, dedicato al confronto tra i diversi modelli teorici che trattano l’argomento, si è concluso con la lettura magistrale di Adrian Wells, noto autore della Terapia Metacognitiva (MCT). L’intervento ha anticipato i contenuti

Il counseling in adolescenza

Il counseling in adolescenza

  L’adolescenza si configura come una fase della vita complessa, sfaccettata, eterogenea, caratterizzata da importanti cambiamenti e acquisizioni cognitive, affettive e socio-relazionali. LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: ADOLESCENTI La letteratura in proposito (Palmonari, 1997; 2001; Pietropolli Charmet, 2000) propone come concetto cardine attorno a cui strutturare l’analisi dello sviluppo in adolescenza,

Dialogo con il prof. Sanavio sul colloquio in psicoterapia cognitiva

Dialogo con il prof. Sanavio sul colloquio in psicoterapia cognitiva

LEGGI LA RECENSIONE DEL LIBRO: IL COLLOQUIO IN PSICOTERAPIA COGNITIVA In una buona recensione la parte migliore sono le critiche, e le critiche del prof. Enzo Sanavio al nostro volume “Il Colloquio in Psicoterapia Cognitiva” sono centrate. È vero, per cominciare, che il titolo può essere fuorviante. Il nostro libro

Il Colloquio in psicoterapia cognitiva di G. M. Ruggiero e S. Sassaroli – Recensione

Il Colloquio in psicoterapia cognitiva di G. M. Ruggiero e S. Sassaroli – Recensione

di Ettore Sanavio Recensione del libro: IL COLLOQUIO IN PSICOTERAPIA COGNITIVA di G. M. Ruggiero e S. Sassaroli   LEGGI TUTTE LE RECENSIONI DI STATE OF MIND Il colloquio in psicoterapia cognitiva, volume di Giovanni Maria Ruggiero e Sandra Sassaroli, è un libro importante e chi qui in Italia scriverà

In Treatment Americano: una visione d’Insieme

In Treatment Americano: una visione d’Insieme

LEGGI TUTTE LE RECENSIONI DI: IN TREATMENT – PSICOTERAPIA IN TV   Dopo aver pubblicato una visione d’insieme sulla versione italiana di “In Treatment”, torno alla versione americana con un articolo conclusivo. È arrivato il momento di dire una parola conclusiva anche sulla versione americana e sull’intera serie in generale.

Messaggio pubblicitario