L’ amicizia tra uomini e donne… mai?!

L’ amicizia tra uomini e donne non può funzionare. A dirlo non è solo la regista di Harry ti presento Sally, ma i risultati di alcune ricerche.

ID Articolo: 14856 - Pubblicato il: 05 settembre 2012
Messaggio pubblicitario SFU Magistrale
Condividi

 

L'amicizia tra uomini e donne... mai?!.  - Immagine: Harry ti presento sally. 1989

Immagine: una scena del film Harry ti presento Sally (1989)

No, no no no no, non l’ho mai detto! … Sì, hai ragione, non possono essere amici. Cioè, se tutti e due stanno con qualcun altro allora sì, è l’unico emendamento alla regola d’oro: Se due persone stanno con altri la possibilità di un coinvolgimento diminuisce. E non funziona lo stesso, perché allora la persona con cui stai non capisce perché devi essere amico della persona di cui sei solo amico, come se mancasse qualcosa al rapporto e dovessi andare a cercartelo fuori. E quando dici -no, no, no, non è vero, non manca niente al rapporto- la persona con cui stai ti accusa di essere segretamente attratto dalla persona di cui sei solo amico, il che probabilmente è vero. Insomma parliamoci chiaro, vale la regola d’oro, si abolisce l’emendamento: uomini e donne non possono essere amici. Vieni a cena con me?

Così recitava Billy Crystal nel film  del 1989 Harry ti presento Sally a proposito della possibilità che un uomo e una donna possano intrattenere un’autentica  relazione d’amicizia e la trama del film gli dà ragione: Harry e Sally assisteranno alla metamorfosi del loro rapporto d’amicizia in un’intensa storia d’amore.

Pare proprio che Nora Ephron, sceneggiatrice del film deceduta lo scorso mese, avesse già intuito gran parte dei risultati della ricerca condotta da Bleske-Rechek proprio in merito ai rapporti di amicizia tra maschi e femmine. La professoressa dell’Università del Wisconsin e il suo team hanno intervistato 88 coppie di sesso opposto protagonisti di una relazione d’amicizia della durata di almeno due anni.

I risultati ci dicono che gli uomini provano maggiore attrazione verso le amiche che non viceversa, sovrastimano l’attrazione di quest’ultime nei loro confronti e il loro desiderio di frequentare le amiche, così come l’attrazione verso di loro, non è affatto influenzata dal fatto che stiano vivendo nel contempo una relazione amorosa con altre. Le donne invece dichiarano una riduzione del desiderio di uscire con gli amici maschi se già impegnate in una storia d’amore ed una ridotta attrazione nei loro confronti.

Rassegna Stampa - State of Mind - Il Giornale delle Scienze Psicologiche

Articolo Consigliato: Il reddito delle donne non compra la felicità del macho

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: GENDER STUDIES

La psicologia evolutiva spiega tali riscontri nei termini di una maggiore selettività femminile nella scelta dei partner giustificata da un ridotto periodo di fertilità e dai costi della gestazione, mentre gli uomini, implicitamente descritti come eternamente dediti alla diffusione del loro seme, sarebbero molto più disponibili ad incontri amorosi, espandendo il territorio di caccia anche alle relazioni amicali.

Interpretati così i risultati di questo studio non fanno altro che confermare quanto già emerso in altre ricerche, di cui peraltro vi abbiamo già informati. (LEGGI: L’INGUARIBILE OTTIMISMO DEGLI UOMINI IN FATTO DI SESSO)

Risulta a mio parere più interessante un secondo studio che ha voluto investigare come le persone si confrontano con il desiderio sessuale eventualmente nutrito nei confronti degli amici di sesso opposto.

Il campione questa volta è stato suddiviso per età. Il campione giovane, con età media di 19 anni, presenta una percentuale di soggetti impegnati in relazioni amorose del 38%, mentre il campione adulto, con età media di 37 anni è composto da persone sposate per il 90%.

I giovani mostrano complessivamente molta più attrazione verso il partner amicale di quanto non dichiarato dal campione adulto, fatta eccezione per quella piccola percentuale di single incalliti che manifestano livelli di attrazione pari a quelli dei giovani.

Messaggio pubblicitario Curioso notare come l’attrazione nei confronti di un amico nell’intero campione sia percepita molto più spesso come un peso che non come un beneficio . Per le giovani donne e per gli uomini e le donne del campione più maturo l’attrazione verso gli amici comporta una minore soddisfazione nel rapporto di coppia. I giovani ometti ancora una volta sembrano invece non essere minimamente disturbati dal loro impulso predatorio, del resto è l’evoluzione che li vuole così!

LEGGI ANCHE ARTICOLI SU: RAPPORTI INTERPERSONALI

Tirando le somme pare che l’attrazione sessuale tra amici di sesso opposto sia esperienza comune e percepita come un costo piuttosto che come un beneficio. Chissà che non sia proprio tale giudizio a rendere complicato gestire la relazione d’amicizia  piuttosto che il fatto di sentirsi semplicemente attratti dall’altro.

Harry ci aveva comunque avvisati con un paio di decenni d’anticipo : “Insomma parliamoci chiaro, vale la regola d’oro, si abolisce l’emendamento: uomini e donne non possono essere amici”, a meno che non si riesca a contemplare la possibilità che un po’ di attrazione fisica non guasti né al rapporto di amicizia né tantomeno ad eventuali relazioni amorose contemporaneamente coltivate.

E voi, che ne pensate del vostro amico del cuore?!

 

 

BIBLIOGRAFIA:

VOTA L'ARTICOLO
(voti: 4, media: 4,25 su 5)
State of Mind © 2011-2019 Riproduzione riservata.
Condividi
Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario

Scritto da

Sono citati nel testo

Università e centri di ricerca

Messaggio pubblicitario