Neuroscienze

Condividi

Articoli

Ho sposato un alieno: la Sindrome di Capgras
Neuroscienze

Ho sposato un alieno: la Sindrome di Capgras

Sindrome di Capgras: chi ne è affetto riconosce le fattezze e il volto dei propri cari manca dell’attivazione emotiva nei loro confronti.

No alle lacrime, provocano effetti collaterali gravissimi!
Neuroscienze

No alle lacrime, provocano effetti collaterali gravissimi!

Le lacrime contengono un feromone, che è un segnale “socio-sessuale”, che permettere alle donne di allontanare le attenzioni “indesiderate”.

Contesti Sociali Competitivi sul quoziente intellettivo.
Neuroscienze

Contesti Sociali Competitivi sul quoziente intellettivo.

Un interessante ricerca condotta da un gruppo di scienziati del Virginia Tech Carilion Research Institute ha messo in luce come l’esercizio di alcune funzioni cognitive possa venire compromesso in alcune situazioni sociali. In particolare sembra che l’espressione del QI possa, in alcuni individui, subire un temporaneo declino in contesti sociali

I valori sacri: il prezzo della moralità alla luce della risonanza magnetica.
Neuroscienze

I valori sacri: il prezzo della moralità alla luce della risonanza magnetica.

Secondo la teoria deontologica i valori sacri sono elaborati sulla base di ciò che è giusto o sbagliato a prescindere dei risultati, mentre la teoria utilitaristica suggerisce che essi sono processati sulla base di costi e di benefici derivanti da una valutazione dei risultati ottenuti.

La chimica dell’innamoramento: Ebbrezza d’amore VS Sobrietà di coppia
Neuroscienze

La chimica dell’innamoramento: Ebbrezza d’amore VS Sobrietà di coppia

Pare proprio che quest’euforia da innamoramento sia legata alla mediazione di “sostanze stimolanti” quali dopamina, norandrenalina ed in particolar modo dalla feniletilamina (PEA) che, a differenza delle precedenti, è un ormone appartenente alla classe delle anfetamine.

Medicina, Psicologia e Fisica Quantistica: intervista al Prof. Pagliaro – AIREMP
Neuroscienze

Medicina, Psicologia e Fisica Quantistica: intervista al Prof. Pagliaro – AIREMP

La PNEI di cui si occupa l’AIREMP si riferisce ad un nuovo ambito di ricerca e di applicazione clinica che sta evidenziando il profondo collegamento esistente tra processi quantistici e processi bio-chimici del nostro organismo, che denominiamo PNEI Quantistica.

La nicotina migliora la memoria ed aiuta a combattere i Deterioramenti Cognitivi.
Neuroscienze

La nicotina migliora la memoria ed aiuta a combattere i Deterioramenti Cognitivi.

Per sei mesi è stato somministrato a metà dei partecipanti, un cerotto alla nicotina (15 mg al giorno), mentre all’altra metà un placebo. Dai primi risultati ottenuti è emerso che coloro ai quali era stato somministrato il cerotto alla nicotina mostravano un miglioramento dell’attenzione, dell’elaborazione mentale e della memoria.

ANCHE IL CALCIO PRATICATO NON FA BENE AL CERVELLO
Neuroscienze

ANCHE IL CALCIO PRATICATO NON FA BENE AL CERVELLO

I pericoli del calcio: in particolare uno studio dell’Albert Einstein College of Medicine ha dimostrato che colpire ripetutamente di testa la palla aumenta il rischio di lesioni cerebrali e deficit cognitivi.

Le basi biologiche della depressione maggiore
Neuroscienze

Le basi biologiche della depressione maggiore

la ricerca ha sviluppato anche altri sistemi per descrivere le basi biologiche della depressione, come l’osservazione delle alterazioni strutturali e funzionali del cervello, misurate con la risonanza magnetica, l’individuazione di schemi di espressione genica nelle cellule bianche del sangue e l’analisi post-mortem del tessuto cerebrale in di persone depresse.

Perché non possiamo fare a meno di sbadigliare?!
Neuroscienze

Perché non possiamo fare a meno di sbadigliare?!

Di fronte allo sbadigliare, le spiegazioni ingenue che ci diamo possono essere tante: dal sonno alla fame, dalla cattiva digestione alla noia, dal tentativo di “risvegliarsi” ed essere più vigili al messaggio, più o meno implicito, al nostro interlocutore che non si ha più voglia di ascoltare.

L’abbuffata natalizia e i cannabinoidi endogeni.
Neuroscienze

L’abbuffata natalizia e i cannabinoidi endogeni.

la lingua dopo aver recepito e valutato il cibo, invia un segnale che tocca il cervello ed arriva all’intestino. Quando poi tocca lo stomaco l’impulso causa l’emissione di cannabinoidi endogeni, che aumentano il piacere del mangiare, spingendo alle abbuffate ed ostacolando la moderazione

Uomini alle prese con le emozioni di altri uomini: quali differenze tra il vedere un uomo o una donna esprimere emozioni?
Neuroscienze

Uomini alle prese con le emozioni di altri uomini: quali differenze tra il vedere un uomo o una donna esprimere emozioni?

Uno studio pubblicato sul numero di dicembre di Emotion analizza le attivazioni cerebrali di uomini e donne in risposta a fotografie di persone di genere maschile e femminile che esprimono emozioni: sembrerebbe che gli uomini utilizzino maggiormente l’emisfero cerebrale destro per riconoscere le emozioni espresse da volti maschili rispetto a

Che cosa è cambiato dall’uomo di Neanderthal a oggi: evoluzione dei lobi temporali e dei bulbi olfattivi
Neuroscienze

Che cosa è cambiato dall’uomo di Neanderthal a oggi: evoluzione dei lobi temporali e dei bulbi olfattivi

– Rassegna Stampa – L’aumento del quoziente di encefalizzazione è una premessa essenziale per l’evoluzione culturale della specie Homo. In uno studio pubblicato questa settimana su Nature Communications è stata utilizzata una sofisticata tecnica di medical imaging per analizzare le strutture interne di crani fossili di umani. Questa procedura implica

La signorina Annie Almond che abita nel Sistema Limbico – sulla (dis)regolazione emotiva
Neuroscienze

La signorina Annie Almond che abita nel Sistema Limbico – sulla (dis)regolazione emotiva

Sistema Limbico, disturbo di personalità borderline e approcci neurobiologici radicali. Il nucleo della teoria della Linehan è che alla base delle caratteristiche psicopatologiche dei pazienti borderline vi sia proprio un deficit del sistema di regolazione delle emozioni. A causare tale deficit, entrano in gioco variabili di temperamento (che portano i

Ossitocina: l’ormone che facilita la vita sociale.
Neuroscienze

Ossitocina: l’ormone che facilita la vita sociale.

Un aiuto per affrontare con più spensieratezza e fiducia i momenti di socializzazione viene da una ricerca della Concordia University e pubblicata su Psychofarmacology che ha identificato nell’ossitocina, l’ormone naturalmente rilasciato durante e dopo il parto, un facilitatore della vita sociale: sembra che sotto l’effetto dell’ossitocina ci si senta più

La consapevolezza cosciente: Necessaria o Accessoria?
Neuroscienze

La consapevolezza cosciente: Necessaria o Accessoria?

Esiste una funzione della nostra consapevolezza cosciente (conscious awareness) nel processamento dell’informazione oppure è soltanto un sottoprodotto epifenomenico, certamente significativo, ma senza alcun ruolo funzionale?

La lettura dei ricordi
Neuroscienze

La lettura dei ricordi

– Rassegna Stampa – Le testimonianze oculari sono da sempre trattate con scetticismo all’interno dei tribunali perché, a dispetto dell’assoluta certezza del ricordo da parte del testimone, spesso vengono smentite dalle prove scientifiche. Un gruppo di ricercatori provenienti da diverse università americane si sono chiesti se esiste un modo per

Il giudizio morale: una Questione di Stomaco.
Neuroscienze

Il giudizio morale: una Questione di Stomaco.

Due ricerche esplorano il meccanismo di funzionamento del giudizio morale, spostando l’attenzione dal razionale all’irrazionale e dalla corteccia prefrontale all’amigdala. La moralità e l’etica sono tematiche sempre state appannaggio della filosofia e delle scienze cosiddette “speculative”, che cioè teorizzano funzionamenti e situazioni, senza la velleità di trovarvi spiegazioni o proporre

Messaggio pubblicitario

Messaggio pubblicitario