Psicoterapia cognitiva del delirio paranoico – Seminario con R. Lorenzini, Roma 15 dicembre 2016

E' previsto per il 15/12/2016 a Roma l'incontro 'Psicoterapia Cognitiva del Delirio', in cui Lorenzini parlerà della possibile terapia del disturbo 

15 Dicembre 2016
Inizia il15 Dicembre alle 09:00
Finisce il15 Dicembre alle 13:00
Evento
Durata (ore)4 ore
Località Università "La Sapienza" di Roma - Aula 3
Via dei Marsi 78, Roma


Vai alla mappa
Prezzo Evento gratuito


Condividi

Psicoterapia cognitiva del delirio paranoico

con Roberto Lorenzini,

Psichiatra Psicoterapeuta

Didatta SITCC – Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva

Docente Studi Cognitivi, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia

Roma, 15 dicembre 2016

Università “La Sapienza”, Aula 3 – Via dei Marsi 78

 

Il delirio non è esclusivamente un sintomo presente in alcune categorie diagnostiche ma una vera e propria dimensione che attraversa tutta la psicopatologia e ha solide radici anche nel pensiero comune. L’essenza del delirio consiste nell’impossibilità di cambiare. Un filo rosso unisce il normale atteggiamento confermazionista di tutti gli esseri umani, la testardaggine, l’autoinganno, la rigidità nevrotica e il delirio vero e proprio presente nelle psicosi.

Il delirio presente nelle psicosi è psicologicamente comprensibile e connesso alla storia del soggetto e serve a spiegare un vissuto altrimenti incompatibile con gli  schemi centrali riguardanti l’identità del soggetto. È possibile una psicoterapia del delirio che abbia ambizioni maggiori e si affianchi agli interventi psicoterapici empiricamente supportati e all’utilizzo dei farmaci. Infatti, attualmente, gli interventi sul delirio, sia farmacologici che psicoterapici (vedi cognitivismo anglosassone, psico-educazione, ecc.), sono orientati alla sua eliminazione come se si trattasse semplicemente di un sintomo senza significato. Molti dei giovani clinici cresciuti nella cultura del DSM sembrano aver smarrito la tradizione psicopatologica europea e spesso si limitano a identificare il delirio trattarlo esclusivamente con le terapie farmacologiche, senza interrogarsi sul suo significato nella vicenda esistenziale del delirante. Prevale fortemente un’impostazione medica in cui non si ricerca il senso dell’esperienza delirante ma la si tratta come un corpo estraneo da eliminare. In questo modo la psicoterapia finisce per essere un sostegno alla terapia farmacologica per aumentare la compliance, insegnare a gestire i sintomi o ad avvedersi dei prodromi, suggerire come accettare il disturbo e organizzare l’esistenza propria e della famiglia. Invece una vera e propria psicoterapia cognitiva del delirio è possibile.

 

Docente

Studi Cognitivi - Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitivo-Comportamentale - LOGORoberto Lorenzini – Medico psichiatra, psicoterapeuta. Didatta della Società Italiana di Terapia Comportamentale e Cognitiva. Docente delle Scuole di Specializzazione post-universitaria ‘Studi Cognitivi’ di Milano, ‘APC’ di Roma. È stato direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell’Azienda Sanitaria Locale di Viterbo. Autore di numerose pubblicazioni, tra cui Trame di vita intrecciate. Pazienti e operatori della salute mentale (2016), Storie di terapia (2013), La dimensione delirante. Psicoterapia cognitiva della follia (2008) insieme a Brunella Coratti.

 

Costo e modalità di iscrizione

Il seminario è gratuito. Tuttavia, per  motivi organizzativi,  è gradita la comunicazione  della propria partecipazione  all’indirizzo email: enplab@uniroma1.it

 

SCARICA LA LOCANDINA DEL CORSO

 

LEGGI ANCHE: Autoterapia del delirio, di Roberto Lorenzini

Autoterapia del delirio, di Roberto Lorenzini

 


Come raggiungere l'evento
Torna in cima
State of Mind © 2011-2021 Riproduzione riservata.
Condividi

Messaggio pubblicitario