Centri Clinici

Virginia Valentino

Leggi tutti gli articoli di Virginia Valentino
Condividi
Virginia Valentino

Psicologa e Psicoterapeuta cognitivo-comportamentale

Iscritta all’Ordine degli Psicologi della regione Campania nr. 6029

 

 

Mail: virginiavalentino@yahoo.it
Tel: 3491652936
Studio: Via Piave, 180, Avellino

 

Mi occupo di valutazione e riabilitazione cognitiva di pazienti con deficit focali o malattie neurodegenerative; per la psicologia clinica mi occupo di disturbi d’ansia e dell’umore e riservo sempre particolare attenzione ai disturbi di personalità. Mi rivolgo, infatti, ad un supervisore esperto ed ideatore della terapia metacognitiva interpersonale per approfondire tale procedura. Ho conseguito la laurea magistrale in psicologia cognitiva con una tesi in neuropsicologia e sono specializzata in psicoterapia cognitivo-comportamentale presso l’Istituto Beck di Caserta con una tesi sui disturbi di personalità narcisistico ed evitante. Tale percorso di studi mi ha fornito le basi per un approccio al paziente basato sulla relazione e sulla collaborazione terapeutica.

Sono terapeuta EMDR (I livello) ed utilizzo tale metodologia nei casi di trauma e di PTSD.

Mi appassiona il mondo della ricerca e dell’aggiornamento scientifico: per questo motivo collaboro con alcuni gruppi di ricerca.



Contatti

Articoli di Virginia Valentino

Neurobiologia delle emozioni: le strutture neurali implicate nella regolazione emotiva
Neuroscienze

Neurobiologia delle emozioni: le strutture neurali implicate nella regolazione emotiva

Le emozioni sono risposte ad eventi di rilievo personali, caratterizzati da particolari vissuti soggettivi e da specifiche modificazioni biologiche.

La relazione terapeuta-paziente e l’effetto placebo
Psicologia Psicoterapia

La relazione terapeuta-paziente e l’effetto placebo

L’ effetto placebo in psicoterapia sembrerebbe influenzato dalla qualità del dialogo tra terapeuta e paziente e da competenze relazionali oltre che tecniche

La detached mindfulness è davvero mindfulness?
Psicoterapia

La detached mindfulness è davvero mindfulness?

La detached mindfulness di Wells, a differenza della mindfulness di Kabat-Zinn, consente di osservare i propri pensieri e di prenderne le distanze.

La detached mindfulness: strategia anti-ruminazione
Psicoterapia

La detached mindfulness: strategia anti-ruminazione

La Detached Mindfulness viene descritta come uno stato di coscienza dei propri eventi interni senza l’obbligo di valutarli, controllarli o reprimerli

Messaggio pubblicitario