inTherapy

Martina Bandera

Leggi tutti gli articoli di Martina Bandera
Condividi
Martina Bandera

Psicologia Clinica
Esperta in disturbi dell’apprendimento e difficoltà scolastiche
Esperta in mutismo selettivo

Iscritta all’ordine degli psicologi della Lombardia: n° 21369

 

CONTATTI:

 

  • Mail: martina.bandera@live.it

 

BIOGRAFIA:

Ho conseguito la Laurea Triennale in Scienze e Tecniche Psicologiche all’Università Milano Bicocca e successivamente la Laurea Magistrale in Psicologia Clinica all’Università degli Studi di Padova con votazione 110 e lode con una tesi sperimentale dal titolo “Mutismo Selettivo in età adulta: un contributo di ricerca” relatore Prof. Ezio Sanavio. 
Ho svolto il tirocinio professionalizzante presso Studi Cognitivi Milano per cui scrivo come blogger sulla rivista on-line State of Mind.
Ho conseguito un Master di II lIvello in Disturbi dell’apprendimento e difficoltà scolastiche presso l’Università degli Studi di Pavia, implementando un training cognitivo specifico per le funzioni esecutive in bambini con ADHD in collaborazione con il prof. Gian Marco Marzocchi. 
Collaboro da anni con l’Associazione Italiana Mutismo Selettivo (AIMUSE) di cui sono socio e membro della rete di specialisti.



Contatti

Articoli di Martina Bandera

Cellule senescenti: scoperto il loro ruolo nello sviluppo delle malattie neurodegenerative
Neuroscienze

Cellule senescenti: scoperto il loro ruolo nello sviluppo delle malattie neurodegenerative

Un recente studio pubblicato su Nature accende i riflettori sulle cellule senescenti, ponendo nuovamente l’attenzione sulle possibili cause che concorrono allo sviluppo delle malattie neurodegenerative. L’accumulo in certe zone del cervello di queste cellule impatterebbe, infatti, sulla comunicazione neuronale.

Prime linee guida per la valutazione e il trattamento della depressione associata alla perimenopausa
Psicologia

Prime linee guida per la valutazione e il trattamento della depressione associata alla perimenopausa

Vampate di calore e disturbi del sonno sono sintomi caratteristici del periodo della perimenopausa e della menopausa ma possono coesistere e sovrapporsi anche ai sintomi più tipici della depressione. È pertanto importante un’analisi dettagliata dei sintomi per identificare la miglior cura possibile.

Epilessia: le nuove frontiere del trattamento
Neuroscienze

Epilessia: le nuove frontiere del trattamento

Un particolare dispositivo elettronico impiantato direttamente nel cervello portebbe rilevare, arrestare e prevenire gli attacchi epilettici. Attraverso il rilascio di una sostanza chimica che invia un segnale di stop ai neuroni, tale dispositivo inibesce l’attività cerebrale anomala che si verifica durante l’epilessia

Olfatto e memoria: una connessione che potrebbe spiegare alcuni sintomi dell’Alzheimer
Neuroscienze Psicologia

Olfatto e memoria: una connessione che potrebbe spiegare alcuni sintomi dell’Alzheimer

Numerose ricerche riportano tra i sintomi precoci della malattia di Alzheimer una perdita della memoria relativa agli odori. Tale deficit precede il declino cognitivo tipico del morbo e sembra correlato al grado di severità della malattia.

Psicologia e ambiente: affrontare il problema del cambiamento climatico
Attualità Psicologia

Psicologia e ambiente: affrontare il problema del cambiamento climatico

Psicologia e ambiente: alcuni ricercatori si sono chiesti se e come le scienze psicologiche possono contribuire alla tutela dell’ambiente e del futuro climatico del pianeta. Ad esempio, coinvolgere i bambini nelle campagne di sensibilizzazione ai cambiamenti climatici potrebbe aumentare i comportamenti virtuosi.

Invecchiamento cerebrale: sentirsi giovani rende il cervello più sano, più a lungo
Neuroscienze Psicologia

Invecchiamento cerebrale: sentirsi giovani rende il cervello più sano, più a lungo

Uno studio recente sull’ invecchiamento cerebrale dà ragione al senso comune per cui “sentirsi giovani” e condurre la propria vita di conseguenza agirebbe anche sull’età biologica del cervello, mantenendolo più giovane

Oltre. Scoprirsi fragili: confessioni sul (mio) disturbo alimentare (2018) di Sandra Zodiaco – Recensione del libro
Psicologia Psicoterapia

Oltre. Scoprirsi fragili: confessioni sul (mio) disturbo alimentare (2018) di Sandra Zodiaco – Recensione del libro

Oltre è un libro scritto in prima persona, a partire dalla sua esperienza, da Sandra Zodiaco. Leggerlo può essere un aiuto per chi soffre di anoressia, per famigliari di persone affette DCA e per operatori del settore, per vedere i disturbi alimentari da dentro, con il loro enorme carico di

Utilizzare la Mindfulness per curare l’acufene
Psicologia Psicoterapia

Utilizzare la Mindfulness per curare l’acufene

L’ acufene è un disturbo caratterizzato dalla percezione di un suono in assenza di una fonte sonora esterna. Oggi non esiste alcun trattamento che interrompa il rumore percepito ma sembra che un intervento basato sulla Mindfulness possa portare notevoli benefici, maggiori rispetto ad altre forme di rilassamento

Abilità linguistiche: migliorano studiando musica
Psicologia

Abilità linguistiche: migliorano studiando musica

Uno studio recente ha messo in evidenza come l’uso del pianoforte nei bambini di età prescolare li può favorire nello sviluppo delle abilità linguistiche, specialmente nella discriminazione fonologica

Quanto influisce l’istruzione sul livello intellettivo?
Psicologia

Quanto influisce l’istruzione sul livello intellettivo?

Una recente meta-analisi ha preso in esame diversi studi che negli anni hanno indagato la relazione esistente tra il quoziente intellettivo (QI) e il livello di istruzione. I risultati confermano il peso degli anni scolastici sul livello intellettivo e sulle abilità cognitive misurate con il quoziente intellettivo.

Quale emozione sto provando? Le difficoltà degli adolescenti nel riconoscere e discriminare le proprie emozioni
Psicologia

Quale emozione sto provando? Le difficoltà degli adolescenti nel riconoscere e discriminare le proprie emozioni

Nel corso della crescita, la capacità di differenziazione emotiva segue uno sviluppo non lineare riguardo la discriminazione delle emozioni negative: la capacità di differenziazione emotiva diminuisce in adolescenza rispetto all’infanzia per innalzarsi di nuovo con il passaggio nella prima età adulta.

Scoperti particolari segmenti di DNA che causerebbero la morte dei neuroni nel Morbo di Alzheimer
Neuroscienze

Scoperti particolari segmenti di DNA che causerebbero la morte dei neuroni nel Morbo di Alzheimer

Un recente studio che ha coinvolto più di 600 soggetti ha messo in evidenza per la prima volta un’associazione tra la presenza di proteina Tau all’interno delle cellule cerebrali e l’attività di particolari sequenze di DNA che potrebbero innescare la neurodegenerazione tipica del morbo di Alzheimer.

Cervelli simili in tutte le specie: il fondamentale equilibrio tra i neuroni
Neuroscienze

Cervelli simili in tutte le specie: il fondamentale equilibrio tra i neuroni

La corteccia cerebrale è responsabile di numerose capacità cognitive basate sull’attivazione di due principali tipi di cellule: i neuroni eccitatori e quelli inibitori. Un’alterazione nell’equilibrio di attivazione di tali cellule sembra essere implicato in alcuni disturbi come l’autismo e l’epilessia.

Stimolazione cerebrale (dTMS) e obesità: una nuova strada per il trattamento
Neuroscienze Psicologia

Stimolazione cerebrale (dTMS) e obesità: una nuova strada per il trattamento

dTMS ed obesità: Uno studio italiano rileva gli effetti della stimolazione cerebrale nel trattamento per l’obesità. Come per alcune dipendenze, si agirebbe su alterazioni del sistema di ricompensa cerebrale.

L’importanza dell’adulto nello sviluppo delle abilità sociali dei bambini
Psicologia

L’importanza dell’adulto nello sviluppo delle abilità sociali dei bambini

Lo sviluppo delle abilità sociali nei bambini potrebbe avvenire anche prima dei 4 anni, secondo uno studio svedese. Lo sviluppo di tali competenze sarebbe favorito dall’interazione con l’adulto.

Rendimento scolastico: il modo in cui i genitori aiutano i figli può portare non solo ad aspetti positivi ma anche negativi
Psicologia

Rendimento scolastico: il modo in cui i genitori aiutano i figli può portare non solo ad aspetti positivi ma anche negativi

Sono diversi i modi in cui un genitore può aiutare il figlio a svolgere i compiti. I maggiori vantaggi derivano dalla capacità di lasciare liberi i bambini di mettere alla prova le proprie conoscenze e abilità, generando così un rinforzo dell’apprendimento e ottenendo in generale risultati scolastici migliori.

Come può la musica aiutare i pazienti affetti da Alzheimer o da altre forme di demenza?
Neuroscienze

Come può la musica aiutare i pazienti affetti da Alzheimer o da altre forme di demenza?

Le persone affette da malattia di Alzheimer, o da altre forme di demenza, si trovano di fronte a un mondo sconosciuto che causa disorientamento e ansia. Nuove evidenze scientifiche suggeriscono che la musica potrebbe rendere questi sintomi più gestibili e migliorare la qualità di vita di questi pazienti.

Apprendimento di una nuova lingua: è più importante la produzione o la comprensione?
Psicologia

Apprendimento di una nuova lingua: è più importante la produzione o la comprensione?

Alcuni dati indicano che la produzione del linguaggio fornisce una forte esperienza di apprendimento nell’imparare una lingua straniera. Ciò sembra dipendere dal fatto che la produzione orale richiede l’integrazione contemporanea di più funzioni cognitive, tra cui la memoria di lavoro.

Messaggio pubblicitario