Centri Clinici

Giovanni Maria Ruggiero

Leggi tutti gli articoli di Giovanni Maria Ruggiero
Condividi
Giovanni Maria Ruggiero

MEDICO CHIRURGO, SPECIALISTA IN PSICHIATRIA E PSICOTERAPIA COGNITIVA

Direttore di “Psicoterapia Cognitiva e Ricerca”, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva, Milano e Bolzano;

Responsabile Ricerca di “Studi Cognitivi”, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva, Milano, Modena e San Benedetto del Tronto.

Professore presso la Sigmund Freud University Milano

Iscritto all’Albo dei Medici e Chirurghi di Milano dal 03.04.1993 al n. 32499

Iscritto all'Elenco Psicoterapeuti di Milano dal 25.01.1999 al n. 878

 

 

BIOGRAFIA:

Nato a Nocera Inferiore (Salerno) il 30 maggio 1967, laureato in Medicina e Chirurgia all’Università di Pavia 14 10 1992, specializzato in Psichiatria all’Università di Milano il 28 10 1998, specializzato in Psicoterapia Cognitiva presso “Studi Cognitivi” nel dicembre 2001. Inoltre nel 2008 ha frequentato il corso introduttivo della terapia basata sulla mentalizzazione tenuto da Peter Fonagy e nel 2010 un seminario sulla mindfulness condotto da Michael Chaskalson. Servizio militare come Infermiere Militare nella caserma di Casale Monferrato nel 1992-1993. Coniugato nel 2001, ha tre figli. Ha lavorato nella Clinica Psichiatrica “San Benedetto” di Albese (Como) dal 1993 al marzo 1999 dapprima come medico e poi come psichiatra; nell’Unità Psichiatrica di Bergamo dall’aprile 1999 all’agosto 2000 come psichiatra; nella Comunità terapeutica “E. Bosis” di Bergamo dal settembre 2000 all’aprile 2003; dal maggio 2003 è Responsabile Ricerca di “Studi Cognitivi”, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva e dal luglio 2004 è Direttore di “Psicoterapia Cognitiva e Ricerca”, Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Cognitiva. È autore di pubblicazioni scientifiche e libri sui fattori cognitivi dei disturbi alimentari e dell’ansia.



Contatti

Articoli di Giovanni Maria Ruggiero

Recensione di “Un attimo prima di cadere” e riflessioni su comportamentismo e svolta esperienziale corporea
Psicoterapia

Recensione di “Un attimo prima di cadere” e riflessioni su comportamentismo e svolta esperienziale corporea

Nel volume Un attimo prima di cadere i personaggi sono l’autore e narratorre stesso, Giancarlo Dimaggio, e pazienti con disturbi di personalità

Ucronia Beckiana: e se fosse rimasto psicoanalista? – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 7
Attualità Psicoterapia

Ucronia Beckiana: e se fosse rimasto psicoanalista? – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 7

Se Beck fosse rimasto psicoanalista? Se nella psicoanalisi americana si fossero create le condizioni per accoglierlo e non ripudiarlo?Cosa sarebbe successo?

Ricordo di Albert Bandura

Ricordo di Albert Bandura

È deceduto il 26 luglio 2021 Albert Bandura, psicologo e studioso noto soprattutto per le sue teorie nel campo dell’apprendimento sociale

Beck e l’uso clinico del Sé dalla psicoanalisi alla terapia cognitiva – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 6
Attualità Psicoterapia

Beck e l’uso clinico del Sé dalla psicoanalisi alla terapia cognitiva – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 6

L’esplorazione di Beck è più rapida poiché il fattore decisivo è il pensiero immediato e cosciente, ciò che passa per la testa al paziente in quel momento

Beck tra ricerca clinica e politica – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 5
Attualità Psicoterapia

Beck tra ricerca clinica e politica – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 5

Il protocollo di psicoterapia di Aaron T. Beck fu la risposta adatta alle richieste di verificabilità clinica fatte dal sistema di assicurazioni sanitarie

Beck tra standardizzazione dei trattamenti e relazione paritaria col paziente – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 4
Attualità Psicoterapia

Beck tra standardizzazione dei trattamenti e relazione paritaria col paziente – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 4

Aaron T. Beck introdusse una svolta radicale: elaborare una terapia che fosse un’impresa collaborativa paritaria tra terapeuta e paziente

Beck e la manualizzazione della terapia cognitiva – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 3
Attualità Psicoterapia

Beck e la manualizzazione della terapia cognitiva – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 3

Anni ’70, Aaron Beck era lì a fare quella sua terapia chiamata terapia cognitiva ma che, a suo dire, era un tipo di psicoanalisi misto a comportamentismo

Beck cognitivista: un’altra storia – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 2
Attualità Psicoterapia

Beck cognitivista: un’altra storia – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 2

Il rifiuto che Aaron T. Beck subì da psicoanalisi e comportamentismo lo spinse in uno spazio intermedio che portò all’origine della terapia cognitiva

La radice psicoanalitica di Beck – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 1
Attualità Psicoterapia

La radice psicoanalitica di Beck – 100 anni di Aaron T. Beck – Parte 1

Aaron T. Beck era uno psicoanalista che tentò per anni di rimanere psicoanalista, ben oltre quella crisi che lo avrebbe colto all’inizio degli anni ’60

100 anni di Beck: un acrobata tra cognitivismo e psicoanalisi – Monografia
Attualità Psicoterapia

100 anni di Beck: un acrobata tra cognitivismo e psicoanalisi – Monografia

Aaron T. Beck , padre fondatore della psicoterapia cognitivo comportamentale, compie 100 anni il 18 luglio 2021. Lo celebriamo con una monografia

Manuale Ro DBT. La Radically Open Dialectical Behavior Therapy per il trattamento dei disturbi da ipercontrollo (2021) di Thomas R. Lynch – Recensione del manuale
Psicologia Psicoterapia

Manuale Ro DBT. La Radically Open Dialectical Behavior Therapy per il trattamento dei disturbi da ipercontrollo (2021) di Thomas R. Lynch – Recensione del manuale

La RO DBT presuppone la presenza di polarità dialettiche all’interno di cui muoversi. Solo riuscendo ad accogliere gli opposti è possibile la cura.

Recensione di Beastars, serie animata TV
Psicologia

Recensione di Beastars, serie animata TV

Beastars è una serie animata che racconta un mondo di animali parlanti e civilizzati dove carnivori ed erbivori convivono tra sospetti e crimini occasionali

Recensione di un libro sui Beatles, di un blog e di un blogger
Psicologia

Recensione di un libro sui Beatles, di un blog e di un blogger

Questa non è solo la recensione del libro “Getting Better” sui Beatles di Leonardo Tondelli, ma anche del suo blog e forse è una recensione del blogger..

Recensione di “Process-based CBT. I processi e le competenze di base della terapia cognitivo-comportamentale” di Steven Hayes e Stefan Hofmann (2020)
Psicologia

Recensione di “Process-based CBT. I processi e le competenze di base della terapia cognitivo-comportamentale” di Steven Hayes e Stefan Hofmann (2020)

Il volume Process-based CBT racconta l’aspirazione della PB-CBT di discostarsi dall’approccio CBT standard per integrarlo approcci CBT basato sui processi

Ricordo di Roberto Lorenzini
Attualità

Ricordo di Roberto Lorenzini

Ci ha lasciato tristemente, oggi per me che scrivo e ieri per voi amici e amiche che leggerete raccolti, Roberto Lorenzini. Roberto è stato una figura fondante di quel cognitivismo clinico italiano così caratteristicamente interessato e quasi avvinto alla storia personale dei pazienti. Non tra i primissimi come Guidano e

Una vita degna di essere vissuta (2021), il nuovo libro di Marsha Linehan – Recensione di Giovanni M. Ruggiero
Psicologia Psicoterapia

Una vita degna di essere vissuta (2021), il nuovo libro di Marsha Linehan – Recensione di Giovanni M. Ruggiero

“Una vita degna di essere vissuta” un libro che contiene esperienze cliniche, insegnamenti e confessioni di Marsha Linehan – Recensione di G. M. Ruggiero

Dopo Trump, tornare alla razionalità
Attualità

Dopo Trump, tornare alla razionalità

È tempo di tornare a dare un suo ruolo alla razionalità perché troppo di emotivo e irrazionale vi è nei fatti accaduti a Washington

Ricordo di Gianfranco Goldwurm
Attualità

Ricordo di Gianfranco Goldwurm

È mancato nei giorni scorsi Gianfranco Goldwurm, figura centrale della storia della psicoterapia comportamentale e poi cognitiva in Italia. Laureato in Medicina e Chirurgia e specializzato in Psichiatria, fin dagli anni ’60 condusse ricerche sui riflessi condizionati e poi sviluppò i suoi studi sul comportamentismo e sulle terapie comportamentali e

Messaggio pubblicitario