expand_lessAPRI WIDGET

L’ansia in età evolutiva – Podcast Terapeuti al Lavoro

Terapeuti al Lavoro - Online l'episodio 'L'ansia in età evolutiva: riconoscerla e trattarla', per approfondire gli strumenti di valutazione e il trattamento

Di Redazione

Pubblicato il 07 Giu. 2022

È online l’episodio del Podcast Terapeuti al Lavoro dal titolo ‘L’ansia in età evolutiva: come riconoscerla e trattarla’.

 

 I disturbi d’ansia sono i disturbi psichiatrici più diffusi al mondo. In più della metà dei casi esordiscono in età evolutiva, talora determinando una significativa compromissione del funzionamento del bambino nei principali contesti di vita. Bambini e adolescenti possono sviluppare vari tipi di disturbi d’ansia, che si presentano spesso associati tra loro o in associazione a disturbi dell’umore. Le manifestazioni cliniche dei disturbi d’ansia in età evolutiva hanno alcune caratteristiche peculiari rispetto all’età adulta e talora si associano ad altri sintomi che possono confondere nel processo di inquadramento diagnostico. I test psicodiagnostici ed i questionari somministrati ai genitori ed agli insegnanti rappresentano pertanto importanti strumenti a supporto del clinico.

In alcuni casi, l’esordio di un disturbo d’ansia in età evolutiva rappresenta un fattore predisponente per altri disturbi nelle successive fasi dello sviluppo: appare evidente, quindi, la necessità di strategie preventive nelle forme sottosoglia e di un trattamento tempestivo nei casi sintomatici. I genitori hanno un ruolo fondamentale nella prevenzione e nella cura di tali disturbi: se da un lato è fondamentale che siano informati rispetto ai primi segnali di disagio che possono cogliere nei propri figli, dall’altro è molto importante che essi siano parte attiva del percorso di trattamento.

Questo incontro si prefigge l’obiettivo di condividere gli elementi necessari al fine di poter porre una diagnosi differenziale all’interno dei disturbi d’ansia in età evolutiva, nonché di illustrare gli aspetti epidemiologici degli stessi. Al termine del corso il partecipante avrà avuto l’opportunità di conoscere la modalità di assessment, nonché i principali strumenti di valutazione per poi poter procedere al trattamento. Verranno inoltre illustrati alcuni possibili interventi finalizzati alla cooperazione famiglia e scuola finalizzati in particolare alla compliance al trattamento ed alla prevenzione delle ricadute.

L’episodio è condotto dalla Dott.ssa Silvia Chiaro, Medico specialista in Neuropsichiatria Infantile, abilitata all’esercizio della Psicoterapia.

 

Disponibile anche sulle principali piattaforme:

 

Si parla di:
Categorie
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Paura del buio nei bambini: CBT e ACT a confronto - Psicoterapia
Paura del buio – CBT vs ACT

Una delle paure più diffuse nei bambini è la paura del buio. Uno studio ha confrontato l'efficacia della CBT e dell'ACT in un gruppo di piccoli partecipanti

ARTICOLI CORRELATI
I genitori possono esprimere le loro emozioni davanti ai figli?

Trattenere emozioni spiacevoli in famiglia può avere conseguenze negative sia per i genitori sia per la relazione genitori-figli, come fare?

Inside Out 2: una nuova avventura nella mente di Riley

Inside Out 2 ci riporta nella mente di Riley, ormai adolescente, che sperimenta le emozioni complesse tipiche di questa delicata fase

cancel