expand_lessAPRI WIDGET

Scene da un matrimonio (2021) tra amore, odio e rimpianti – Recensione della serie TV

'Scene da un matrimonio' narra l’incastro tra due persone, l'intimità, la difficoltà a separarsi da qualcosa che ormai fa parte di noi anche se ci è divenuto insopportabile

Di Manuela Agostini

Pubblicato il 17 Nov. 2021

Il 20 settembre è uscita la rivisitazione del film di Ingmar Bergman Scene da un matrimonio, con gli attori Oscar Isaac e Jessica Chastain per la regia Hagai Levi.

 

La trama di base osserva, come per il film originale, il rapporto di coppia. Amore, odio, rimpianti e crisi di mezz’età sono tutti elementi comuni sia per Mira e Jonathan che per i protagonisti della serie originale Marienne e Joahn.

L’essenza è il non riuscire a spiegare come mai certe coppie non si lasciano stare, ma la versione di Levi ci porta una novità importante. I ruoli dei personaggi sono invertiti.

Nella versione HBO di Scene da un Matrimonio, Mira, è una donna in carriera e guadagna più del marito, Jonathan, professore. È lui ad occuparsi prevalentemente della famiglia. In questa versione è Mira a decidere di divorziare, dopo aver confessato una relazione extraconiugale a Jonathan.

Nella serie originale, tale ruolo spetta al marito Johan, ed è la moglie Marianne a insistere affinché lui non la lasci, piuttosto che andarsene con la studentessa di cui si è invaghito (nella serie HBO, Mira ha invece una storia con un collega più giovane).

In effetti, il tradimento di Mira è una valvola di sfogo che arriva solo dopo il reale motivo di rottura. A scaraventare la coppia in crisi è l’interruzione volontaria della seconda gravidanza di Mira. La protagonista infatti rimane incinta, ma non vuole un secondo figlio. La difficoltà nel sacrificare la maternità con le proprie ambizioni professionali. Questo senso di colpa che permane nella donna e che è tutto radicato nella società contemporanea. Avviene quindi una rottura con il passato ma che non cambia molto nella situazione di coppia, ed è questo il punto di svolta. A parer mio, che sia lui o lei ad avere una relazione, una sofferenza, un’insoddisfazione, non cambia il risultato. La società evolve, i ruoli si scambiano, si mescolano, si aprono, ma il risultato non cambia.

Sapete perché? Perché una coppia è coppia ed oggi dovremmo osservarla eliminando gli stereotipi oramai divenuti obsoleti di uomo, donna. Una famiglia è una famiglia. L’amore tra due persone è amore tra due persone.

Scene da un matrimonio osserva quindi l’incastro tra due persone, e forse per questo è stato inserito il cambio di ruoli per parlare di questo, la loro intimità, la difficoltà a separarsi da qualcosa che è così famigliare, qualcosa che ormai fa parte di noi anche se ci è divenuto insopportabile e questo prescinde dai ruoli, ma è ancorato alla crescita dell’individuo, a quello che cambia, alle aspirazioni, alla coerenza, a il represso che abbiamo ignorato e che alla fine esce fuori e che non ha sesso né razza.

Ho pianto vedendo questa mini serie, perché quello che ti fa vedere è una verità molto semplice, che non ha troppe necessità di colorare nessuna situazione e che viviamo o abbiamo vissuto in molti.

Quando si inizia un percorso di vita insieme è bene tenere a mente queste 9 verità:

  • Imparare ad ascoltarsi
  • Non scordare il NOI
  • Non dare per scontato l’altro
  • Riconoscere che ci sono sempre due verità
  • Non dover per forza avere sempre ragione
  • Essere onesti con se stessi e con l’altro
  • Non pretendere di essere uguali
  • Non scordarsi l’intimità

Nel film originale Marianne dice:

Non ho mai pensato “cosa voglio”, ma solo cos’è che vuole lui che io voglia. Ma quello non era essere altruisti come io credevo prima, era soltanto vigliaccheria. E quello che è peggio, un’assoluta ignoranza di me stessa.

La nona verità è questa:

  • conosci te stesso

perché, solo quando sai perfettamente chi sei e cosa vuoi, puoi iniziare a camminare davvero con qualcun altro.

 

Si parla di:
Categorie
SCRITTO DA
Manuela Agostini
Manuela Agostini

Dott.ssa in Psicologia della salute clinica e di comunità

Tutti gli articoli
RIFERIMENTI BIBLIOGRAFICI
  • Scabini E., Iafrate R - Psicologia dei legami familiari - Mulino (2019)
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
Relazioni sentimentali: i fattori che possono ostacolare un legame duraturo
Quali sono i fattori che possono impedire di avere una relazione sentimentale duratura?

È difficile riuscire a mantenere relazioni sentimentali durature nel mondo attuale? Uno studio approfondisce l'argomento e i principali fattori di ostacolo

ARTICOLI CORRELATI
Disturbi Alimentari e ritiro sociale: quali connessioni?

Un recente studio ha rivelato che la presenza del ritiro sociale nei Disturbi Alimentari sembra intensificare la gravità dei sintomi

Come e perché le amicizie finiscono

Riguardo ai fattori e alle condotte determinanti la rottura delle amicizie in età adulta, la letteratura sembra essere alquanto sprovvista di ricerche

cancel