expand_lessAPRI WIDGET

Non saper smettere di odiare – L’ottavo episodio di Caffè Cognitivo

Nell'ottavo episodio della webserie “Caffé Cognitivo” una conversazione tra S. Sassaroli e G. Caselli dal titolo "Non saper smettere di odiare" - VIDEO

Di Redazione

Pubblicato il 26 Mar. 2021

I professionisti delle Scuole di Specializzazione e dei Centri Clinici del circuito Studi Cognitivi sono stati protagonisti della serie di webinar “Caffé Cognitivo”: un ciclo di appuntamenti che ha esplorato alcuni interessanti argomenti della Psicologia, della Psicoterapia e della Psichiatria, con uno sguardo all’attualità e al panorama sociale.

 

Ai tempi degli aperitivi su Zoom e dei brindisi su Skype, non potevano mancare i caffé virtuali. Il circuito di Scuole di Specializzazione Studi Cognitivi ha organizzato nell’autunno del 2020, per gli allievi e i didatti delle Scuole di Psicoterapia, la webserie “Caffé Cognitivo”, un ciclo di appuntamenti per approfondire insieme diverse tematiche e argomenti della Psicologia, della Psicoterapia e della Psichiatria, con uno sguardo all’attualità e al panorama sociale. La webserie è ora in esclusiva sulle pagine di State of Mind.

Un tema diverso ogni settimana. Ogni incontro ha preso avvio da una conversazione tra due o più clinici di Studi Cognitivi per poi aprirsi alle riflessioni e alle domande del pubblico.

 

NON SAPER SMETTERE DI ODIARE:

Si parla di:
Categorie
CONSIGLIATO DALLA REDAZIONE
NAZIONALE - 201125 - Caffe Cognitivo 7di8 - Banner7
Gli hater: perché ci sono e dove erano prima? – Il settimo episodio di Caffè Cognitivo

Il 7° episodio della webserie "Caffé Cognitivo" ha come ospite la Dott.ssa C. Marino, titolo dell'incontro: "Gli hater: perché ci sono e dove erano prima?"

ARTICOLI CORRELATI
La gestione della rottura nelle relazioni romantiche

Tra i processi che vengono messi in atto quando una relazione romantica finisce c'è anche la tendenza a riflettere attraverso la ruminazione

Overthinking: un intervento per gli adolescenti

La Rumination-Focused Cognitive Behavioral Therapy (RF-CBT) ridurrebbe la ruminazione, aiutando a sviluppare stili di pensiero più funzionali

cancel